Autore:
Salvo Sardina

SORPRESA Alzi la mano chi si sarebbe aspettato una Ferrari in pole position a Singapore. Probabilmente non ci avrebbero sperato neppure gli uomini del Cavallino, apparsi comprensibilmente molto sorridenti dopo le qualifiche terminate con la terza prima posizione consecutiva (in qualifica, per la gara bisognerà attendere ancora) di Charles Leclerc. Ecco le considerazioni di Mattia Binotto intervistato dai colleghi di Sky Sport F1 dopo la bandiera a scacchi.

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay, Mattia Binotto (Ferrari)

AGGIORNAMENTISapevamo – ha esordito il team principal della Ferrari – che questa era una pista non particolarmente adatta alla nostra vettura, ma dopo Belgio e Monza arrivavamo qui con tanta voglia di fare bene e forse anche sorprendere. Abbiamo portato un pacchetto aerodinamico che ha funzionato bene, dobbiamo dare il merito non solo a chi l’ha progettato ma anche a chi l’ha prodotto, perché era previsto inizialmente per più avanti ma dopo l'Ungheria abbiamo fatto i salti mortali per portarlo in pista il prima possibile”.

CHARLES L’ingegnere italo-svizzero ha ovviamente speso parole di elogio per Charles Leclerc, poleman a sorpresa sotto i riflettori di Marina Bay: “Sta facendo benissimo, siamo contenti! Lui sta guadagnando fiducia in se stesso, ci ha provato e credo che oggi guidare in mezzo ai muretti gli abbia fatto prendere una bella dose di rischi. Voleva fare qualcosa di eccezionale, gli è venuta molto bene quindi complimenti a lui. Certo, una prima fila tutta rossa sarebbe stata ancora meglio, ma adesso dobbiamo pensare a domani perché è la gara quella che conta. In fondo, però, partire davanti qui vuol dire essere a metà dell’opera”.

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay: Charles Leclerc (Ferrari) saluta il pubblico dopo la pole

SEBASTIANMi dispiace un poco per Seb – ha poi proseguito Binotto – perché stava dimostrando ancora una volta che è un pilota che sa essere molto veloce. Ha fatto una bellissima qualifica, è cresciuto costantemente. Il suo primo tentativo in Q3 è stato un ottimo giro, credo che avrebbe meritato la prima fila, ma è andata così. Credo debba essere soddisfatto di quello che ha fatto senza stare troppo a pensare alla posizione, ammetto che anche io però avevo pensato che la pole sarebbe stata sua. Questa è la fiducia che deve guadagnare, poi per la gara penso ci siano buone possibilità anche per lui”.

CAMPIONATO Non è mancata neppure un’analisi della situazione del campionato, con la Ferrari in netta crescita rispetto alla fase iniziale: “Sicuramente la vettura è migliorata, la stagione non è così negativa se non per i risultati, perché di occasioni di vittoria ce ne sono state anche a inizio anno. Son convinto che di qui alla fine ce ne saranno altre, toccherà a noi cercare di coglierle, cosa che non abbiamo fatto nella prima parte. La squadra sta lavorando bene”.

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay, Sebastian Vettel (Ferrari)

GARAI piani – ha poi concluso Binotto – cambiano a seconda che tu parta primo e secondo o primo e terzo. È una situazione diversa per la gara, ma credo che le opportunità ci siano. Domani sarà importante intanto partire bene, poi ovviamente c’è l’aspetto dell’usura delle gomme a fare comunque la differenza”.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel Charles Leclerc mattia binotto f1 2019 SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019 GP Singapore 2019