MERCEDES BEFFATA Il sorrisetto beffardo intravisto al termine della Q1 delle qualifiche del GP di Singapore, quando Hamilton e Bottas si sono presi il comando della classifica con il primo set di gomme Soft montato, è subito sparito dal volto di Toto Wolff, team principal della Mercedes oggi favorita per la pole ma sconfitta dalla Ferrari di Charles Leclerc. Il manager austriaco ha parlato ai microfoni di Sky a motori spenti, spiegando cosa non ha funzionato nel box della casa tedesca quest'oggi.

MANCANZE ED ERRORI "Oggi siamo mancati sotto molti punti di vista" - ha esordito Toto Wolff - "Siamo mancati in rettilineo, siamo mancati nelle curve, abbiamo commesso errori nella Q3 nel primo giro, e quando si mettono assieme tutti questi errori, non si può conquistare la pole. Negli ultimi anni la Ferrari è sempre stata competitiva a Singapore, è una pista diversa, dove si deve avere aerodinamica e motore, capire le gomme e poi avere piloti in grado di andare veloci su piste di questo tipo."

LEWIS TERRÀ BOTTA Charles Leclerc sta cominciando a diventare un problema per la Mercedes. Vincitore delle ultime due gare, entrambe scattate dalla pole, il giovane talentino monegasco ha battuto anche oggi Lewis Hamilton. "C'è una generazione di giovani piloti che sta crescendo" - amplia però il discorso Wolff, riferendosi non solo a Verstappen ma anche ai vari Norris, Russell, Albon - "Non c'è solo Charles, ma ce ne sono anche altri in macchine da centro gruppo dei quali non possiamo ancora vedere appieno il potenziale. C'è un ricambio generazionale in atto, ma sono sicuro che Lewis resterà ancora qualche anno a questo livello, e anche sopra."

GUANTO DI SFIDA Parlando infine dei rivali diretti della Ferrari, Wolff ne ha sottolineato le prestazioni in crescita: "La Ferrari era veloce anche a inizio stagione, in Bahrain e Baku, ma con molti errori. Ora si vede che quando tutto funziona il loro pacchetto è veloce. Domani sarà importante partire bene, abbiamo una macchina veloce sul passo gara e ce la possiamo giocare. Avere una Ferrari davanti e una dietro significa poter giocare con la strategia, per noi sarebbe importante fare una buona partenza e poi controllare la gara."


TAGS: mercedes formula 1 Hamilton toto wolff bottas f1 2019 SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019 GP Singapore 2019 Qualifiche GP Singapore 2019