POKERISSIMO Brilla nella notte di Singapore la stella di Charles Leclerc, capace di strappare al compagno Sebastian Vettel prima, e al fenomeno Lewis Hamilton poi, la pole position del Gran Premio di Singapore. È la quinta pole per il fenomeno monegasco in questa stagione, la terza consecutiva con la rossa, ma questa arriva su una pista che - sulla carta - non doveva per niente essere favorevole alla Ferrari.

RECORD SFIORATO Le alte temperature hanno però giovato alla causa della rossa, il resto ce l'ha messo Charles Leclerc, con un ultimo tentativo al limite, non esente peraltro da piccoli errorini che non sono costati quasi nulla al nuovo idolo dei tifosi della Ferrari. 1'36"217, ad appena due decimi dal record della pista stabilito lo scorso anno da Lewis Hamilton, un primato che a Charles non dispiacerà di aver lasciato intatto, visto che domani scatterà proprio davanti al pilota britannico, e con alle spalle il suo compagno.

GRAZIE FERRARI! Intervistato a caldo sulla griglia di partenza da Paul Di Resta, Charles ha affermato: "Sono davvero contento, se guardiamo all'ultimo giro è stato un bel giro, un ottimo giro, ma ci sono stati dei momenti in cui pensavo di aver perso la macchina. Poi però sono riuscito a riprenderla e alla fine è incredibile essere in pole position. Voglio ringraziare il team per quello che ha fatto, è stato un lavoro grandissimo."

AGGIORNAMENTI OK "Sapevamo che sarebbe stata una pista difficile per noi, ma il team ha fatto un lavoro fantastico portando il pacchetto di cui avevamo bisogno e sono contento di essere in pole." - ha proseguito Leclerc - "Gli aggiornamenti hanno lavorato nel modo giusto, non sempre è stato così, ma stavolta sì ed è stato molto bello vederlo. Il venerdi è stato molto duro, non mi sentivo a mio agio in macchina, però ho lavorato sodo ed il lavoro ha pagato, vedremo domani."

GIRO PAZZESCO Poco più tardi, in conferenza stampa, Leclerc ha aggiunto: "È stato un giro pazzesco, il primo l'ho compromesso nel secondo settore perché ero troppo vicino a Lewis, avevo pareccha pressione e ho cercato di dare tutto. Ho commesso qualche errore e mi sono visto contro il muro almeno 2-3 volte durante il giro, ma ho avuto sensazioni fantastiche, la macchina era grandiosa, dopo un venerdì così difficile arrivare in qualifica e fare la pole è bellissimo. Sono molto sorpreso dal nostro passo perché anche se sapevamo che avevamo più potenziale, non ci aspettavamo di dare così tanto filo da torcere a Mercedes e Red Bull, è stata una grande sorpresa ma dimostra l'ottimo lavoro fatto in fabbrica."


TAGS: ferrari formula 1 vettel Hamilton Charles Leclerc f1 2019 SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019 GP Singapore 2019