Autore:
Salvo Sardina e Simone Valtieri

PISTA AMICA Non vince da due gare, ma non c'è nessun preambolo di crisi per Lewis Hamilton, impegnato questo weekend nel riprendersi la vittoria nel Gran Premio di Singapore. Si sapeva che Spa e Monza erano piste in cui la Ferrari partiva con i favori del pronostico, e Lewis ha comunque sfiorato il successo su entrambi i tracciati. Ora, sulla pista cittadina di Marina Bay, il campione del mondo in carica potrà contare su condizioni molto più favorevoli alla sua monoposto che alle Ferrari, vincitrici in Belgio e Italia con Charles Leclerc.

DILEMMA FERRARI Nella tradizionale conferenza stampa del giovedì, il campione britannico ha esordito commentando proprio le chance di tornare al successo, sollevando anche dei (legittimi) punti interrogativi sulla competitività delle Ferrari su un tracciato come quello di Marina Bay: “Questa è una delle gare più dure dell'anno a livello fisico e mentale. Ogni anno c'è sempre stata battaglia tra noi, Ferrari e Red Bull anche se le forze in campo cambiano di stagione in stagione. Le Red Bull sono sempre state molto forti su questo tipo di circuito e mi aspetto che lo siano anche quest'anno, mentre non ho idea delle Ferrari… Non so se saranno veloci come nelle ultime due gare oppure no, ma ci concentreremo esclusivamente su noi stessi cercando di esprimere il massimo potenziale. In realtà non siamo andati così bene negli ultimi anni qui, però i risultati finali non sono stati negativi. Speriamo di cavarcela anche in quest’edizione del Gp di Singapore”.

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay: da sinistra Norris, Ricciardo, Hamilton, Grosjean e Kubica

CALDA SINGAPORE A proposito di dilemmi, Hamilton ha anche parlato dell’aspetto “calore”, che ha arrecato più di un problema alla sua Mercedes nei primi due terzi di campionato: “Sicuramente è una cosa a cui prestiamo attenzione, ma non credo che si tratterà della gara più calda dell’anno. Vedremo, se dovesse piovere potrebbe esserci un abbassamento della temperatura che potrebbe aiutarci nel weekend di gara”. Non è mancata neppure una considerazione sulla dura lotta in pista con Charles Leclerc nello scorso appuntamento di Monza: “Io guardo avanti, non si può fare più nulla riguardo a quello che è successo a Monza. Poi a me le battaglie in pista, anche se dure, mi piacciono. Va bene così”. Così parlò Lewis Hamilton.


TAGS: mercedes formula 1 lewis hamilton Hamilton f1 2019 SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019 GP Singapore 2019