Autore:
Simone Valtieri

C'È DUE SENZA TRE Non arriva il terzo successo consecutivo per Charles Leclerc, dopo la terza pole di fila tra Spa Francorchamps, Monza e Marina Bay. Al Gran Premio di Singapore l'astro nascente monegasco deve inchinarsi al compagno di team Sebastian Vettel, senza alcuna responsabilità, se non un pizzico di sfortuna. La strategia della Ferrari, per una volta ineccepibile, per funzionare doveva mettere a rischio la sua prima posizione, e così è stato. Il tedesco ha vinto prendendogli la posizione con una sosta anticipata di un giro e Charles non si è dato pace nei team radio. Ma l'importante è altro, e anche il monegasco l'ha già intuito.

BENZINA PER IL FUTURO L'importante per Leclerc è di aver dimostrato di essere sempre sul pezzo, veloce e caparbio, e che, soprattutto, la Ferrari ha vinto su una pista dove non era per nulla pronosticata. Il caldo ha dato una mano, ma parte della doppietta è scaturita dal lavoro degli uomini in rosso, gli stessi che gli hanno dato una macchina che lui ha saputo esaltare negli ultimi tre weekend. Oggi non è arrivata la vittoria, ma tutta la rabbia eruttata nei team radio e tenuta a freno nelle prime dichiarazioni subito dopo il traguardo, sarà benzina per i futuri successi del campioncino monegasco. Charles Leclerc lo ha già intuito, e lo si capisce anche da quanto dichiarato a "mente fresca" ai microfoni di Sky.

CONTA IL RISULTATO Ma andiamo per ordine. Intervistato da David Coulthard subito dopo l'arrivo, un istituzuonale Charles Leclerc aveva detto: "Ovviamente è sempre difficile perdere una vittoria in questo modo, ma alla fine abbiamo fatto una doppietta per il team e sono contento per questo. I ragazzi la meritano. Speravamo di salire sul podio e torniamo con una doppietta che ci rende estremamente felici. Sono deluso come chiunque lo sarebbe. La Ferrari è tornata? Aspettiamo qualche GP ma possiamo essere ottimisti, la situazione sembra più positiva. La strategia era stata fissata prima della gara e mi sono attenuto si piani, quello che conta è il risultato finale, la doppietta per il team".

PRIMA IL TEAM Poco più tardi, intervistato nel ring, Leclerc ha spiegato cosa intendeva via radio nelle sue richieste di spiegazioni al team: "La cosa che sono sicuro è che tutta questa decisione non è contro di me ma è per il bene del team, e quello lo capisco completamente, è quello che dovrebbe essere sempre in queste gare. Alla fine siamo arrivati primo e secondo oggi, è quello che volevamo ed è quello che merita tutto il team in fabbrica. Sicuramente però, da dentro la macchina è difficile da accettare. Se c'è qualcosa che non capisco? Per adesso non lo so. Non so se mi avessero fermato prima se avremmo pottuto fare doppietta, credo di no altrimenti l'avrebbero fatto."

SPIEGAZIONI"Ora capisco di più, a mente fresca, ma devo comunque avere spiegazioni per capire questa decisione" - ha aggiunto Leclerc - "Sicuramente è stato molto difficile capirla dalla macchina. Sono soprattutto contento per il team, se lo merita appieno. Siamo arrivati qua sperando di portare almeno una macchina sul podio e partiamo con in tasca forse il weekend migliore dell'anno, con primo e secondo... è incredibile! Sono molto contento per il team e anche per Sebastian. Una prima vittoria e mezza dopo quella del Canada è buona per lui, e speriamo che la prossima gara sia migliore per me".


TAGS: ferrari formula 1 Charles Leclerc f1 2019 Marina Bay SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019 GP Singapore 2019