Autore:
Simone Valtieri

MONTAGNE R... OSSE! Dopo una settimana di pausa, torna la Formula 1, stavolta nel suggestivo scenario notturno della metropoli di Singapore. La Ferrari ha un rapporto di amore e odio con la pista asiatica teatro di successi e disfatte. Due le vittorie con Alonso nel 2010 e Vettel nel 2015, clamoroso il tonfo del 2017, quando Vettel e Raikkonen si presero con la Red Bull di Verstappen alla prima curva, generando il caos e consegnando la gara alle Mercedes.

PISTA DIFFICILE E proprio le Mercedes saranno le favorite della gara di domenica, con una vettura che - al contrario di due anni fa - oggi si sposa benissimo con le caratteristiche dello spigoloso stradale asiatico. Di contro, la Ferrari ha perso molte delle caratteristiche che la fecero primeggiare negli anni scorsi, e potrebbe quest'anno faticare, soprattutto dopo aver vinto le ultime due gare a Spa e Monza con l'astro nascente Charles Leclerc, due piste con peculiarità diametralmente opposte a Singapore.

MORALE ALTO Mattia Binotto, team principal della scuderia di Maranello, ha presentato sul sito ufficiale della rossa, la trasferta asiatica: "Arriviamo da due vittorie consecutive che hanno fatto bene a tutto il team e ai nostri tifosi. Tuttavia questi successi sono già il passato e da giorni la mente di ciascuno di noi è concentrata su Singapore. Il tracciato è completamente diverso da quello delle due gare precedenti e presenta caratteristiche non proprio confacenti alla nostra vettura."

IMPREVEDIBILITÀ "Porteremo alcune componenti nuove per continuare nell’intento di recuperare il gap dai nostri avversari su circuiti che presentano curve lente, e inoltre ritroveremo le mescole più morbide di Pirelli, le Hypersoft, che abbiamo avuto a disposizione per l’ultima volta nel GP del Canada." - ha aggiunto il manager italiano - "Per sua natura il circuito di Singapore, che sia Sebastian che Charles amano, si presta a risultati imprevedibili come ogni volta che si gareggia sfiorando i muretti, per cui ci aspettiamo un fine settimana di azione in pista complesso ma anche divertente."


TAGS: ferrari formula 1 singapore sebastian vettel Charles Leclerc mattia binotto f1 2019 SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019