DOPPIO TURBAMENTO Il downsizing non è certo una moda passeggera. Anche nel futuro le Case concentreranno i loro sforzi per ottenere motori sempre più efficienti, con prestazioni elevate ma con cilindrate e consumi contenuti. A spostare l'asticella verso l'alto nel mondo dei piccoli turbodiesel sarà a brevissimo il nuovo Renault Energy 1.6 dCi 160 Twin Turbo, primo 1.600 a gasolio con sovralimentazione biturbo a entrare in listino.

PRIMA UNA, POI L'ALTRA Le due turbine fanno chiaramente gioco di squadra: la prima, dotata di un'inerzia ridottissima, si occupa di garantire una risposta pronta ai bassi, con una coppia massima di 380 Nm a 1.750 Nm, il 90% dei quali disponibili già a 1.500 giri. La seconda, invece, soffia a tutta forza agli alti regimi, per una potenza massima di 160 cv a 4.000 giri e con la promessa di buone doti di allungo, a giudicare almeno dai diagrammi forniti dalla Casa. Per il momento non si hanno informazioni circa i dati di consumo ed emissioni di Co2, che in Renault stimano comunque inferiori del 25% rispetto a un motore due litri di pari potenza, grazie anche al lavoro di fino fatto per ridurre gli attriti interni. Il tutto per rientrare già nei limiti della norma Euro 6b.


TAGS: Salone di Ginevra 2014: tutte le novità