Autore:
Alessandro Codognesi

ANCHE MA NON SOLO Detto, fatto, dopo la pepata JCW, Mini ufficializza l’arrivo delle versioni meno dopate della sua ultima creatura, la Mini Paceman All4. Trazione integrale e motori a gogo, questa la formula per attaccare il mercato delle piccole tre porte. Se l’idea vi stuzzica, dovrete aspettare solo qualche settimana…

TECHNICIANS In particolare, i motori disponibili sulla Mini Paceman All4 saranno quattro: si parte con la più tranquilla Mini Cooper D Paceman (1,6 litri, 112 cavalli e 270 Nm) e l’altra versione a gasolio, la Mini Cooper SD Paceman (2 litri, 143 cavalli e 305 Nm). Si passa poi ai benzina, la Cooper S Paceman (1,6 litri turbo da 184 cavalli e 260 Nm) e la bombardona JCW Paceman (1,6 litri turbo da 218 cavalli e 280 Nm), capace di ben 226 km/h. Ovviamente, tutt’e quattro saranno dotate del sistema di trazione integrale All4, che prevede un differenziale centrale elettromagnetico. Questo, si occupa di trasferire la trazione 50-50 in condizioni normali, ma può decidere di indirizzare fino al 100% della coppia su un solo asse. Optional, inoltre, il cambio automatico.

PREZZAMI Come di consueto, anche il listino della Mini Paceman All4 non è certo al prezzo del pane: si parte dai 27.950 euro della Cooper D, passando per i 30.500 euro della Cooper S, fino ad arrivare ai 31.500 euro della Cooper SD. Non si sa ancora il prezzo della JCW, ma entro il Salone di Ginevra sarà tutto più chiaro.


TAGS: Salone di Ginevra 2013, tutte le novità