Autore:
Simone Valtieri

KIMI IN PALLA Un'Alfa Romeo in grande forma quella scesa in pista a Hockenheim nel corso delle qualifiche del Gran Premio di Germania, ma soprattutto un Kimi Raikkonen in versione ragazzino, che sfiora la seconda fila piazzandosi subito alle spalle di Pierre Gasly, a otto decimi dalla gran pole position di Lewis Hamilton. Antonio Giovinazzi non ha preso parte alla festa della Q3 per appena 10 millesimi di secondo, quelli che lo hanno estromesso all'ultimo istante e che portano la firma di Sergio Perez con la Racing Point. Peccato, perché sono stati meno di 3 i decimi che hanno separato il "poleman degli altri", Kimi, da Antonio nel Q2, e se non fosse stato per una sbavatura nel giro finale l'italiano avrebbe potuto festeggiare la terza Q3 dell'anno, invece di bissare l'11° piazza di Silverstone. 

BWOAH! Ma iniziamo con le parole del protagonista del team italo-elvetico, Kimi Raikkonen, che con il suo consueto disincanto ("Bwoah!", per chi non lo sapesse, è il verso con cui Kimi esordisce nella maggior parte delle sue risposte... un suo personalissimo "mah!"), ha ridimensionato lo strepitoso giro completato nel pomeriggio: "È solo un quinto posto in una sessione di qualifica, la gara è domani" - ha esordito il finlandese - "Abbiamo guadagnato qualche posizione sfruttando le sfortune altrui ma c'è anche del merito, perché serviva fare i giri nel momento giusto e l'abbiamo fatto. La macchina è stata buona oggi, penso che avrei potuto fare anche meglio, probabilmente il quarto posto era a portata di mano."

INCOGNITA PASSO L'incognita per Kimi è però il passo gara, in cui nel team Alfa Romeo Racing non erano riusciti a trovare la quadra ieri nel corso delle PL2: "Leggere il nostro passo gara è molto difficile" - ha spiegato Raikkonen - "Da ieri le condizioni sono cambiate molto e domani potrebbero essere anche diverse, c'è anche la possibilità che arrivi la pioggia e dunque dobbiamo interpretare le variazioni del meteo il meglio possibile. Sarà difficile correre contro i big domani, intanto ci prendiamo il risultato di oggi così com'è e domani daremo tutto e vedremo dove finiremo."

OBIETTIVO TOP TEN Un po' deluso invece, ma pur sempre confidente per domani, Antonio Giovinazzi: "Oggi è stato frustrante perdere la Q3 per un solo centesimo di secondo, Oggi siamo a ridosso della top ten ma domani è il giorno che conta e sono fiducioso di poter arrivare in zona punti. Volevamo fare meglio ma con una buona partenza e la giusta strategia possiamo essere nella lotta. Nessuno può prevedere che tempo farà domani, se inizierà a piovere potrebbe accadere qualsiasi cosa, il nostro obiettivo, a ogni modo, resta portare entrambe le vetture in top ten e dunque la chiave è continuare a lavorare."


TAGS: alfa romeo formula 1 kimi raikkonen antonio giovinazzi f1 2019 Alfa Romeo Racing GP Germania 2019 GermanGP 2019 Quali German GP 2019 Quali GP Germania 2019