Autore:
Simone Valtieri

DOPPIA DOPPIETTA Se questo dev'essere il weekend della rinascita di Sebastian Vettel, non poteva cominciare sotto i migliori auspici: una Ferrari SF90 che nelle sue mani, ma anche in quelle del compagno Charles Leclerc, ha divorato il bollente asfalto del tracciato di Hockenheim, e che lui ha piazzato in prima posizione nelle PL1 del mattino e in seconda nelle PL2 del pomeriggio, mostrando peraltro un buonissimo passo gara e alternando le posizioni con quelle del monegasco.

365 GIORNI FA Fu proprio dodici mesi fa, nel corso del weekend del Gran Premio di Germania, che si aprì una delle pagine più difficile della storia della Ferrari e dello stesso Sebastian Vettel. Con la scomparsa di Sergio Marchionne alla vigilia del GP e con l'uscita di pista del campione tedesco mentre stava conducendo la corsa la domenica durante la gara. Allora fu la pioggia a mettere in crisi Vettel e a indurlo all'errore, quest'anno è probabile possa essere nuovamente la pioggia il suo rivale numero uno, Mercedes permettendo.

SFIDARE I DEMONI Dopo i 37°C odierni, infatti, domani è atteso un brusco calo delle temperature e l'arrivo di una perturbazione. Vettel dovrà in pratica sfidare i suoi demoni, e sperare che la sua auto conservi la possibilità di rivaleggiare con la Mercedes anche a temperature più congeniali alla monoposto tedesca che, come evidente nei precedenti di quest'anno, è spesso andata in difficoltà con il caldo. Al termine delle fatiche odierne Seb si è concesso ai giornalisti, commentando la giornata.

BUONA GIORNATA "Sono piuttosto contento, è stata una buona giornata" - ha esordito il ferrarista - "Ci sono stati alcune piccole difficoltà a trovare il ritmo e abbiamo perso un po' di tempo, soprattutto con la gomma media, ma tutto sommato alla fine è andata bene. Mi sentivo a mio agio al volante, e abbiamo abbastanza margine per andare più veloce. La vettura è praticamente la stessa dello scorso weekend, è più una questione di condizioni ambientali e di tipologia di tracciato, speriamo di restare così anche domani."

IL PIACERE DI SUDARE La tematica delle temperature è sempre fondamentale: "Non so quanto Mercedes e Red Bull abbiano dovuto scendere a compromessi con questo caldo, difficile dirlo" - ha spiegato Vettel - "Ha un impatto un po' su tutti per questo ognuno crea quante più aperture possibili sulla macchina. Sarebbe bello avere una gara davvero calda, è divertente e a me piace molto sudare, anche se credo che le previsioni per il weekend dicano che non sarà come oggi."


TAGS: ferrari formula 1 vettel sebastian vettel f1 2019 GP Germania 2019 GermanGP 2019 Gp Germania F1 PL1 GP Germania 2019 PL2 GP Germania 2019