Autore:
Salvo Sardina

REMUNTADA Dopo la disfatta di ieri pomeriggio, Sebastian Vettel non aveva esitato a mostrare tutto il proprio rammarico definendosi addirittura “vuoto”. Un problema all’intercooler aveva infatti determinato la partenza dall’ultima fila dello schieramento della gara di casa, proprio mentre il grande rivale Lewis Hamilton si apprestava a partire dalla pole position. La pioggia e il susseguente caos hanno invece per una volta giocato in favore di Seb, abile a rimontare fino alla seconda piazza grazie a una prestazione accorta, forse senza grandi acuti ma al contempo anche e soprattutto senza errori. Al contrario, insomma, degli avversari di casa Mercedes, finiti entrambi fuori dalla zona punti.

SODDISFAZIONE Seb si è presentato raggiante ai microfoni della Fom, subito dopo la bandiera a scacchi: “Una gara lunga, sembrava non finisse mai, molto dura per le condizioni meteo. Era difficile interpretare la mossa giusta, ma sono felice per com’è andata. Problemi all’inizio? No, non penso, semplicemente mi serviva tempo per prendere confidenza con le intermedie, ma un certo punto ho trovato il ritmo ed è stato un bel pomeriggio. Per gran parte della gara sono stato pulito alla guida, ma quasi non riesco a ricordare tutto quello che è successo. In ogni caso, congratulazioni a Max. È stato davvero bravissimo”.

SORPASSIHo sempre cercato – ha poi aggiunto il ferrarista – di superare un pilota dopo l'altro. Dopo l’ultima Safety Car, ho capito che ero abbastanza veloce e che potevo superare chi mi stava davanti. Ero più rapido di loro e potevo scegliere le tempistiche giuste per completare le manovre di sorpasso. Sono stato un po’ più cauto alla prima curva, ma poi ho dato tutto. Col Drs ho fatto degli ottimi sorpassi sul rettilineo, ma è stata una corsa talmente lunga che dovevo anche guardarmi le spalle”.

CHARLES Da buon caposquadra, il tedesco ha infine anche speso parole per quanto accaduto al compagno Leclerc. “Siamo delusi – ha spiegato a Sky Sport F1per Charles, non so cosa abbia fatto di preciso, ma in futuro vogliamo essere qui con due macchine. Problemi di affidabilità in questo weekend? Sì, abbiamo bisogno di lavorare ma, credetemi, lo stiamo già facendo… Lavoriamo tutti in pista e lo fa soprattutto la squadra che resta a Maranello. Penso che in questo momento sia importante che tutta l’Italia, tutti i tifosi, siano con noi. Non è facile per noi, spingiamo molto e quando sei a tutta è possibile fare errori. Ma dobbiamo credere nella nostra forza”.


TAGS: ferrari formula 1 vettel hockenheim f1 GP germania f1 2019 GermanGP 2019