Autore:
Salvo Sardina

CAOS PIOGGIA Ci si aspettava una gara ricca di colpi di scena a causa dell'annunciata pioggia in arrivo su Hockenheim. E così, effettivamente, è stato: il Gran Premio di Germania sarà probabilmente ricordato a lungo come una delle corse più rocambolesche e incerte degli ultimi anni, terzo Gp di fila a regalarci emozioni, sorpassi e colpi di scena. A imporsi è stato Max Verstappen, partito malissimo dalla seconda posizione ma poi protagonista di una rimonta propiziata anche dalle scelte del muretto. L'olandese è stato bravo a commettere meno errori dei rivali, ma anche fortunato per non essere finito contro il muro in occasione del testacoda dopo essere uscito dai box con gomme Medium (probabilmente non adatte alle condizioni del tracciato).

RIMONTA SEB Alle spalle di Max troviamo un redivivo Sebastian Vettel. Non è arrivata forse la piena "redenzione" dopo l'errore dello scorso anno, ma il tedesco è stato protagonista di una gara accorta e praticamente senza errori, anche se la SF90 in condizioni di pista umida si è dimostrata spesso meno performante delle monoposto rivali. Il quattro volte campione del mondo, partito dall'ultima fila, ha però mostrato i muscoli una volta montate le gomme Soft sul finale di gara, scavalcando nell'ordine Carlos Sainz, Lance Stroll e Daniil Kvyat. Proprio il russo è un altro dei piloti usciti trionfatori dal caos di Hockenheim: con il terzo posto odierno, la Toro Rosso ottiene il secondo podio della propria storia dopo la vittoria (bagnata) del 2008 con Vettel a Monza.

LECLERC A MURO Prima che a salire in cattedra fosse Seb, in realtà la Ferrari sembrava puntare tutte le proprie carte proprio su Charles Leclerc. Il monegasco, complici anche delle tattiche di gara stavolta pressoché perfette da parte del muretto box, si era anche ritrovato in seconda posizione a metà gara, prima di finire lungo in curva-16 e impattare definitivamente contro le barriere. Un errore simile a quello commesso lo scorso anno da Vettel un centinaio di metri prima, con l'ex Alfa Sauber tradito dalla via di fuga scivolosa e dalla pioggia da poco ricominciata a cadere sull'asfalto tedesco.

MERCEDES HORROR Quella che poteva sembrare una giornata di festa per gli uomini della Mercedes si è invece trasformata presto in un incubo. Lewis Hamilton è finito a muro nello stesso punto di Leclerc, addirittura in regime di Safety Car (mandata in pista proprio per rimuovere la Ferrari del monegasco). Rientrato ai box per le riparazioni del caso, il leader del mondiale ha poi preso anche una penalità di cinque secondi per essere passato al di là del paletto di ingresso della pit-lane. Infine, nel tentativo di rimontare, Lewis si è anche girato in curva-1, finendo per toccare le barriere con la posteriore sinistra. Risultato? Undicesimo posto e zero punti in classifica, poi divenuto nono per effetto della doppia penalità inflitta alle due Alfa Romeo. Ancora peggio è andata a un Valtteri Bottas che doveva approfittare della giornataccia del suo compagno per dimezzare il gap: per tutta la gara in lotta con Verstappen, il finnico ha invece chiuso contro il muro proprio nella stessa curva-1 dove Hamilton aveva rischiato l'incidente istanti prima.

FIERA DEGLI ERRORI Tanti gli incidenti e i testacoda in una gara condizionata da quattro Safety Car e da due Virtual Safety Car. A muro, sempre in curva-16, anche un Nico Hulkenberg che sembrava finalmente in grado di sfatare il tabù del primo podio in carriera. Male è andata all'altra Renault di Daniel Ricciardo, quasi subito fuori gioco a causa dell'esplosione del suo V6 turbo. Chiudono invece la zona punti Lance Stroll, Carlos Sainz (anche lui in testacoda in curva-16), Alexander Albon, Romain Grosjean, Kevin Magnussen, Lewis Hamilton e Robert Kubica (a punti dopo quasi 9 anni dall'ultima volta). Penalizzate di 30 secondi, l'equivalente di uno Stop&Go, le due Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, che sprofondano così dal settimo e ottavo al dodicesimo e tredicesimo posto (in attesa dell'appello già annunciato da Frederic Vasseur). Ritirato Pierre Gasly a pochi giri dal termine dopo un contatto con la Toro Rosso di Albon. La Formula 1 torna in pista fra cinque giorni a Budapest: il Gran Premio d'Ungheria sarà l'ultima gara prima della lunga pausa estiva.

Pos Pilota Team Distacco Giri
1 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:44:31.275 64
2 Sebastian Vettel Ferrari +7.333s 64
3 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda +8.305s 64
4 Lance Stroll Racing Point-Mercedes +8.966s 64
5 Carlos Sainz McLaren-Renault +9.583s 64
6 Alexander Albon Toro Rosso-Honda +10.052s 64
7 Romain Grosjean Haas-Ferrari +16.838s 64
8 Kevin Magnussen Haas-Ferrari +18.765s 64
9 Lewis Hamilton Mercedes +19.667s 64
10 Robert Kubica Williams-Mercedes +24.987s 64
11 George Russell Williams-Mercedes +26.404s 64
12 Kimi Räikkönen* Alfa Romeo-Ferrari +42.214s 64
13 Antonio Giovinazzi* Alfa Romeo-Ferrari +43.849s 64
14 Pierre Gasly Red Bull-Honda Ritirato 61
15 Valtteri Bottas Mercedes Ritirato 56
16 Nico Hulkenberg Renault Ritirato 39
17 Charles Leclerc Ferrari Ritirato 27
18 Lando Norris McLaren-Renault Ritirato 25
19 Daniel Ricciardo Renault Ritirato 13
20 Sergio Perez Racing Point-Mercedes Ritirato 1

In grassetto il pilota che ha ottenuto il punto extra per il giro più veloce della gara.
*30 secondi di penalità per utilizzo scorretto della frizione in partenza.

Gli orari tv del weekend di Hockenheim | Tutte le info e i risultati del GP Germania 2019 | Classifica piloti e costruttori | Calendario F1 2019

Gran Premio di Germania 2019 terminato, rivivilo con la nostra cronaca minuto per minuto.

17.15 - Finisce qui la nostra lunga e difficilissima cronaca di quanto accaduto oggi in pista a Hockenheim. Vi ringraziamo per averci seguiti così numerosi e vi diamo appuntamento a venerdì prossimo per la cronaca delle prove libere del Gran Premio d'Ungheria, che vi racconteremo direttamente dalla sala stampa del circuito di Budapest. L'invito è ovviamente quello di restare con noi per tante news, commenti, dichiarazioni e approfondimenti sul Gp più pazzo della stagione 2019 di F1. Ciao!

17.10 - Per la Toro Rosso si tratta del secondo podio della storia, dopo quello di Monza 2008 (il gradino era quello più alto) con Sebastian Vettel. Le gare caotiche sul bagnato portano fortuna alla piccola scuderia di Faenza. Piccola curiosità: seconda vittoria per la Honda dopo quella di Zeltweg, con il costruttore nipponico che porta addirittura due monoposto in top-3.

17.07 - Questa la classifica finale del Gran Premio di Germania 2019.

17.05 - Bandiera a scacchi! Finisce qui questa gara pazzesca! Vince Max Verstappen, al suo secondo successo in stagione. Completano il podio Vettel e Kvyat!

17.03 - Da ultimo a secondo, la rimonta di Vettel è completata. Inizia l'ultimo giro con Vettel a 4 secondi dal leader Verstappen. Intanto Albon e Gasly sono sotto investigazione per l'incidente di cui vi abbiamo parlato poco fa. Hamilton è undicesimo e fuori dai punti.

17.01 - Ririto per Pierre Gasly, finito a contatto con Albon e poi costretto a parcheggiare con una gomma totalmente distrutta. Intanto Vettel prende la scia di Kvyat e si va a prendere la seconda posizione!

17.00 - Hamilton non riesce intanto a scavalcare le Williams, segno dei danni sulla sua monoposto. Vettel intanto con l'aiuto del Drs passa Stroll facendo esplodere in un boato clamoroso il pubblico di Hockenheim!

16.59 - Verstappen vola via senza difficoltà, Vettel adesso deve andare all'attacco di Stroll e Kvyat per il podio.

16.58 - Bandiere verdi e si riparte per questa gara infinita. Cinque giri alla fine. Vettel si va subito a prendere la quarta posizione ai danni di Sainz.

16.57 - La classifica dopo l'ingresso della Safety Car. Vettel è quinto.

16.54 - Hamilton era ultimo e si è fermato ancora per un nuovo treno di gomme Soft. Disfatta per la Mercedes nella gara di casa e con la festa dei 125 anni di motorsport. Per il momento le Frecce d'argento non raccolgono punti.

16.53 - Clamoroso! Sbaglia anche Bottas in curva-1. Un incidente in fotocopia rispetto a quello di Hamilton, con il finnico che però non ha avuto la fortuna di non toccare il muro! Safety Car in pista!

16.52 - Lotte praticamente ovunque: Bottas attacca Stroll per il terzo posto, Magnussen e Grosjean a contatto in curva-6.

16.50 - Questa la classifica a nove giri dalla fine.

16.48 - Pit-stop per Hamilton, che cambia ancora gomme per montare le Soft usate ieri in qualifica. Giornataccia per il britannico adesso quindicesimo. Intanto Vettel è sesto dopo aver scavalcato Albon. E inizia la caccia a Sainz, Bottas e Stroll. Dieci giri alla fine.

16.47 - Testacoda per Lewis Hamilton, che è finito per fare un 360 in curva-1. Il britannico ha toccato il muro con la posteriore sinistra prima di ripartire. Vedremo se sarà in condizione di proseguire ma l'impressione è che le sue gomme siano molto danneggiate.

16.46 - In condizioni d'asciutto la Ferrari sta decisamente andando forte. Giro record per il tedesco Vettel in 1:17.590. Hamilton, con la vettura forse danneggiata dopo il contatto con le barriere, non riesce ad avvicinarsi a Raikkonen ed è fuori dalla zona punti.

16.45 - Kvyat passa Stroll per la seconda posizione, mentre Vettel si sbarazza di Gasly e Magnussen per salire in settima posizione. Davanti a lui adesso c'è Alexander Albon.

16.44 - Verstappen si invola comodamente verso la vittoria, ma alle sue spalle è lotta vera per la seconda posizione: Stroll prova a difendersi da un Kvyat che è però davvero caldissimo.

16.43 - E questo è Norris che si prepara a far esplodere il mondo di internet esprimendo così tutta la propria voglia di essere in macchina per sfruttare questa gara caotica.

16.42 - Dunque: Verstappen è leader seguito da Stroll, Kvyat, Bottas, Sainz, Magnussen, Albon, Gasly, Vettel e Grosjean. Hamilton dodicesimo alle spalle di Raikkonen.

16.41 - Pit-stop anche per Hamilton, Raikkonen e Vettel. Lewis finisce alle spalle dei suoi due diretti inseguitori dopo aver scontato i cinque secondi di penalità.

16.40 - Il motivo di questa nuova girandola di pit-stop? Kvyat si è fermato proprio mentre la Safety Car stava rientrando ai box e ha sin da subito registrato dei parziali record. Per questo si sono fermati praticamente tutti.

16.38 - Cè stata un'indecisione da parte di Hamilton, che ha favorito il sorpasso di Sainz ai danni di Albon. Intanto Verstappen e Bottas si fermano per montare le gomme da asciutto. Hamilton è adesso primo seguito da Raikkonen e Vettel.

16.37 - Bandiere verdi! Si riparte con Sebastian Vettel subito all'attacco di Antonio Giovinazzi per l'ottava posizione.

16.36 - La Safety Car lascerà la pista tra poco. Si ripartirà al termine di questo giro. Bottas viene informato via radio: "Non aspettiamo pioggia da qua alla fine della gara".

16.35 - Questa la classifica dopo 44 giri di gara. Alla fine ne mancano ancora 20 e tutto può succedere...

16.32 - Siamo nel corso del giro 43/64: Verstappen conduce su Bottas, Hamilton, Albon, Sainz, Gasly, Raikkonen, Giovinazzi, Kvyat, Vettel. Poi Grosjean, Magnussen, Russell, Stroll e Kubica.

16.29 - Questa gara sembra non finire più: torna ai box Verstappen, approfittando della Safety Car per montare un nuovo treno di Intermediate. L'olandese torna in pista al comando con poco vantaggio su Bottas e Hamilton. Sosta anche per Vettel, che però vede il passo a Gasly, Raikkonen, Giovinazzi e Kvyat.

16.27 - Stesso incidente di Sainz, Leclerc, Hamilton e Raikkonen anche per Nico Hulkenberg, che stava facendo una gara strepitosa. Che è però finita contro le barriere! Safety Car in pista!

16.26 - Errore per Kimi Raikkonen, che è uscito di pista nello stesso punto in cui Leclerc e Hamilton hanno sbattuto. Il finnico, aiutato dalle gomme scanalate, ha comunque controllato la monoposto riuscendo a tornare in pista. Kimi è però nono, adesso alle spalle di Vettel e Gasly.

16.25 - Dalla Red Bull avvertono Gasly: "Ci aspettiamo che la pioggia vada a diminuire". Pierre è nono, di nuovo alle spalle di Vettel.

16.24 - Hamilton riesce facilmente a sbarazzarsi di Hulkenberg ed è terzo in attesa di scontare la penalità. Verstappen conduce con 8 secondi di margine su Bottas, poi Hamilton e Hulkenberg. Invece Vettel è ottavo a 1.5 da Raikkonen.

16.22 - Bottas è riuscito a scavalcare Hulkenberg per la seconda posizione. Nico è a poco più di 25 giri dal primo podio in carriera. Dietro il tedesco c'è Lewis Hamilton, ma sul britannico pende la spada di Damocle della penalità di cinque secondi e della seconda investigazione di cui vi abbiamo parlato poco fa.

16.20 - Adesso Hamilton è alle prese con Albon per la quarta posizione. Bello il sorpasso in accelerazione uscendo dal tornantino di curva-6. Lewis è però ancora sotto investigazione per aver guidato troppo lentamente in regime di Safety Car. È diventata un incubo questa gara per Lewis...

16.18 - Cinque secondi di penalità per Lewis Hamilton, colpevole di essere rientrato ai box senza rispettare il "paletto" posizionato in ingresso. L'inglese è quinto alle spalle di Albon!

16.17 - Si riparte, bandiere verdi! Sebastian Vettel non parte bene e viene attaccato da Pierre Gasly. Ricordiamo che tutti i piloti in pista sono tornati su gomme Intermediate.

16.15 - Questa la classifica esattamente a metà gara. Si ripartirà al termine di questo giro.

16.13 - Hamilton è formalmente sotto investigazione. La regola prevede che si possa tagliare la linea di ingresso ai box solo in caso di forza maggiore. Lo scorso anno il britannico era finito sotto investigazione per lo stesso identico motivo (ma in quel caso aveva tagliato la linea dei box per restare in pista)...

16.11 - Hamilton è rientrato ai box tagliando la linea di ingresso. Non c'è una formale investigazione ma i commissari hanno dichiarato di essere impegnati a visionare l'episodio.

16.10 - Si ferma anche Bottas, l'ultimo pilota ancora in pista con gomme slick. Safety Car ancora in pista e Max Verstappen leader seguito da Hulkenberg, Bottas, Albon, Hamilton, Sainz, Raikkonen e Vettel.

16.09 - Hamilton ha perso tantissimo tempo per riparare la sua vettura. Il britannico è adesso quinto e in pista con un nuovo treno di gomme Intermediate. Ha ripreso evidentemente a piovere con una certa insistenza in curva-16.

16.08 - Incredibile! Errore anche per Hamilton con gomme Soft nello stesso punto di Leclerc! Lewis ha toccato il muro ma è riuscito a rientrare ai box per sostituire il musetto.

16.07 - Anche Hamilton si era fermato in Virtual Safety Car per montare le gomme Soft. Il testacoda di Verstappen ha evidentemente fatto capire a tutti che le Medium non erano le gomme migliori.

16.05 - Ha ripreso a piovere e il primo a pagarne le conseguenze è proprio Charles Leclerc! Il monegasco è contro il muro! Safety Car in pista!

16.04 - Ferrari praticamente perfetta con Charles Leclerc: il monegasco ha ancora una volta approfittato della Vsc per montare le Soft. Ed è uscito dai box davanti a Bottas e Verstappen! Il ferrarista è secondo!

16.02 - Testacoda per Verstappen, che compie un completo 360° nel terzo settore, quello più bagnato! Virtual Safety Car per via del ritiro di Norris, forse fermato da una gomma fissata male.

16.01 - Girandola di pit-stop! Si ferma anche Bottas per montare le Medium, Soft invece per Kvyat e Norris.

16.00 - Leclerc ha commesso una piccola sbavatura sempre in curva-16, non perdendo però tantissimo tempo.

15.59 - Rientra adesso Max Verstappen per montare un treno di gomme Medium. A questo punto la Red Bull prova ad andare fino in fondo.

15.57 - La Ferrari sembra essersi convinta dai tempi di Magnussen: Sebastian Vettel rientra ai box per un treno di gomme Soft. Il tedesco era ancora settimo alle spalle di Raikkonen.

15.56 - Ricomincia a piovere in pit-lane ma Magnussen prova una carta totalmente diversa: gomme Soft nuove per lui! Intanto Verstappen è ormai ai ferri corti con Bottas per la seconda posizione. Charles è a 3.5 dai due mentre Hamilton ha un vantaggio di 7.6 sul compagno.

15.55 - La classifica e i distacchi dopo 21 giri dei 64 previsti. Siamo a 1/3 di gara.

15.53 - Le gomme anteriori di Vettel sono praticamente slick. E sta arrivando la pioggia proprio nelle ultime due curve. Una manna per Leclerc che potrebbe sfruttare ancora per qualche giro il maggior grip delle sue intermedie.

15.51 - Proprio quanto accaduto a Sainz ci dà il termometro della situazione in pista: l'asfalto è praticamente asciutto ovunque meno che nelle ultime due curve, dove le condizioni restano decisamente complesse. E questo è il motivo per cui ancora nessuno ha tentato la carta delle slick.

15.50 - Leclerc guadagna altri due secondi e mezzo su Hamilton, Bottas e Verstappen. Errore, intanto, per Carlos Sainz, che finisce in testacoda nelle vie di fuga all'esterno di curva-16. Lo spagnolo scivola in quattordicesima posizione.

15.48 - Giro 18/64: chi procede più lentamente è Bottas, che non sembra riuscire a tenere dietro Verstappen. Hamilton invece è sempre almeno un secondo più rapido del suo compagno.

15.47 - Intanto Verstappen si intraversa nel tentativo di attaccare la seconda posizione di Bottas. Leclerc invece sta letteralmente volando: 1:27.697 per Charles, che prende cinque secondi sulla coppia di piloti davanti a lui e tre secondi su Hamilton!

15.46 - Bandiere verdi, si riparte. Hamilton, Bottas, Verstappen, Leclerc, Raikkonen, Hulkenberg, Vettel, Sainz, Albon, Giovinazzi.

15.45 - Gli unici a sfruttare la Vsc, sono Leclerc e Hulkenberg, che si fermano ai box per montare un nuovo treno di gomme intermedie. Evidentemente ci si aspetta un deciso ritorno della pioggia.

15.44 - Rottura del motore per Ricciardo! Virtual Safety Car per rimuovere la Renault dell'australiano.

15.43 - Leclerc è stato graziato dalla Direzione gara: non uno stop&go di cinque secondi ma una multa per la Ferrari. Fino a questo momento non era mai successo in caso di unsafe release in gara.

15.41 - L'asfalto molto drenante si sta asciugando in fretta. E ci sono parti di traiettoria molto chiare, quasi da gomme slick. Chi sarà il primo a montare le slick?

15.40 - Controllo a parte, le due Ferrari al momento sembrano non avere il ritmo per restare con gli avversari. Leclerc è a 8 secondi da Verstappen, mentre Vettel è a 3 secondi da Raikkonen e non riesce ad avvicinarsi.

15.39 - Gran controllo, quasi di stampo rallistico, per Charles Leclerc: il monegasco è andato largo in uscita di curva-16, toccando il cordolo decisamente viscido.

15.38 - Questa la classifica dopo 10 giri di gara.

15.36 - Hamilton avvertito via radio: "Dalla zona di curva-6 sta arrivando un nuovo scroscio di pioggia".

15.35 - Tutti i piloti rimasti in pista con le Full Wet sono adesso ritornati ai box per montare le intermedie. Intanto il meteo dice che continuerà la pioggia leggerà ancora per circa mezz'ora.

15.34 - Charles Leclerc è sotto investigazione dalla Direzione gara per l'unsafe release di cui vi abbiamo parlato. Arriveranno quasi sicuramente i 5 secondi di penalità per il monegasco.

15.33 - Nelle retrovie intanto Vettel è stato protagonista di una ruotata senza conseguenze con Robert Kubica.

15.32 - I piloti attualmente in pista con le Full Wet, a sperare nell'arrivo di un nuovo acquazzone, sono Magnussen, Stroll, Russell, Kubica e Norris. Per il momento sono tutti in grossa difficoltà.

15.31 - Giro 7/64: Hamilton, Bottas, Vertappen, Leclerc, Hulkenberg, Magnussen, Raikkonen, Vettel, Stroll, Sainz.

15.30 - Leclerc ha scavalcato Magnussen ma è poi arrivato lungo in curva-2. Il monegasco ha comunque mantenuto la posizione nonostante gli assalti di Hulkenberg.

15.29 - Chi non ha cambiato le gomme è però in grossa difficoltà: Magnussen è stato già scavalcato da Bottas e Verstappen, con Leclerc che adesso prova ad accodarsi ai rivali.

15.28 - Non c'è tempo neppure per respirare che si riparte! Bandiere verdi con Hamilton, Magnussen e Bottas al comando.

15.27 - Giro 4/65, la Safety Car rientrerà ai box al termine di questo giro. Intanto Leclerc è uscito dai box tagliando la strada a Romain Grosjean. Probabile l'unsafe release per la Ferrari numero 16.

15.25 - Si stanno fermando ai box praticamente tutti, con Leclerc che ha guadagnato la posizione su Hulkenberg ma è stato scavalcato da Magnussen e Stroll, entrambi ancora in pista con le Full Wet.

15.24 - La Ferrari gioca d'anticipo e richiama Sebastian Vettel ai box per montare le gomme Intermedie. Richiamati ai box anche Hamilton e Bottas.

15.23 - Incidente per Sergio Perez, che si è girato in uscita di curva-11. Safety Car in pista!

15.22 - Raikkonen è arrivato lungo al tornantino di curva-6, lasciando dunque la terza posizione a Verstappen. Leclerc è in lotta con la Renault di Hulkenberg.

15.21 - Buono anche lo spunto di Charles Leclerc e Sebastian Vettel, che si trovano rispettivamente in sesta e quattordicesima posizione. Partenza abbastanza liscia senza nessun incidente. Hamilton, Bottas, Raikkonen, Verstappen, Hulkenberg, Leclerc, Grosjean, Gasly, Sainz, Magnussen.

15.20 - Si spengono le luci dei semafori e... Via al Gran Premio di Germania 2019! Ottima la partenza di Hamilton e Bottas, malissimo Verstappen che viene risucchiato nel gruppone. Kimi Raikkonen è terzo!

15.18 - Le monoposto si stanno fermando in griglia. Tra poco il via ai 64 giri di gara previsti...

15.17 - Si procede per un altro giro di formazione, il quarto. Ma arriva la comunicazione della Direzione gara: la Safety Car si fermerà ai box e al termine di questo giro si partirà da fermo.

15.15 - Verstappen è molto chiaro: "Credo proprio che possiamo partire!". Una comunicazione via radio per i propri ingegneri ma in realtà indirizzata al Direttore di gara. Anche Hamilton si apre via radio: "Dai, andiamo, non è così bagnato da girare dietro la Safety Car".

15.13 - Ci sono alcuni piloti che già via radio chiedono al Direttore di gara di partire. Michael Masi, il successore di Charlie Whiting dovrà decidere se dare o meno il via. Ma intanto si procede per un altro giro alle spalle della Safety Car.

15.12 - Per il momento le monoposto proseguono alle spalle della Safety Car. Quindi avremo un secondo giro alle spalle della vettura di sicurezza. La gara non è ancora ufficialmente partita con le monoposto che stanno girando per asciugare la traiettoria in attesa del via.

15.10 - Le monoposto hanno lasciato la griglia di partenza per il giro di formazione alle spalle della Safety Car.

15.09 - Vedremo se dopo il via dietro Safety Car i piloti verranno fatti fermare in griglia per partire da fermi. In teoria è la prima volta che si può applicare la nuova regola introdotta a inizio 2018.

15.08 - Queste le gomme scelte dai piloti al via. Full Wet per tutti.

15.05 - Vi abbiamo detto che piove ma non vi abbiamo parlato delle temperature: 26 l'asfalto, 21 l'aria.

15.04 - Questa è intanto la tribuna centrale vestita a festa con i colori della bandiera tedesca. Bellissimo il colpo d'occhio durante l'esecuzione dell'inno nazionale.

15.03 - A giudicare da quanto visto nei giri di schieramento, la pista sembrerebbe decisamente da gomme da bagnato estremo. Tra poco capiremo se qualche temerario avrà deciso di partire con le intermedie.

15.01 - Non una bellissima notizia dalla Direzione gara: si partirà alle spalle della Safety Car.

15.00 - Dieci minuti al giro di formazione, ecco la griglia di partenza:

Pos Pilota Team Tempo
1 Lewis Hamilton Mercedes 1:11.767
2 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:12.113
3 Valtteri Bottas Mercedes 1:12.129
4 Pierre Gasly Red Bull-Honda 1:12.522
5 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari 1:12.538
6 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:12.851
7 Carlos Sainz McLaren-Renault 1:12.897
8 Sergio Perez Racing Point-Mercedes 1:13.065
9 Nico Hulkenberg Renault 1:13.126
10 Charles Leclerc Ferrari Senza tempo
11 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1:12.786
12 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1:12.789
13 Daniel Ricciardo Renault 1:12.799
14 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1:13.135
15 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1:13.450
16 Alexander Albon Toro Rosso-Honda 1:13.461
17 George Russell Williams-Mercedes 1:14.721
18 Robert Kubica Williams-Mercedes 1:14.839
19 Lando Norris* McLaren-Renault 1:13.333
20 Sebastian Vettel** Ferrari Senza tempo

*Parte da fondo griglia per la sostituzione di componenti power unit.
**Cinque posizioni di penalità per l'utilizzo di una nuova centralina elettronica.

14.58 - Già andato in scena il momento solenne dell'esecuzione dell'inno nazionale tedesco, come al solito cantato a cappella da una cantante locale. Fra poco più di dieci minuti si parte.

14.55 - La pista è letteralmente inondata d'acqua visto che da stamattina piove quasi senza sosta. Ovviamente questo fa saltare tutte le previsioni strategiche fatte fino a questo momento, con i piloti che saranno liberi di scendere in pista con le gomme che più preferiscono: Full wet "azzurre" o Intermediate "verdi"?

14.52 - Stamattina vi abbiamo raccontato le ultime notizie dalla griglia di partenza di Hockenheim. Ricapitolando: penalità per Lando Norris che partirà in ultima fila a fianco di Vettel dopo aver sostituito numerose componenti power unit. Nuova centralina anche per Seb, che sconta cinque posizioni di penalità ma resta ovviamente ultimo. Nuove unità anche per Raikkonen, che però non riceve alcuna penalità restando ancora nelle 3 consentite.

14.50 - Dopo lo shakedown di ieri, oggi Mick Schumacher ha potuto guidare la F2004 di papà Michael in condizioni di pista bagnata. Proprio come piaceva tanto al Kaiser...

14.45 - Buona domenica pomeriggio a tutti voi, cari lettori di MotorBox! Siamo in diretta per raccontarvi il momento più atteso del weekend del Gran Premio di Germania: la gara! Undicesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1, ma primissima corsa dell'anno in condizioni di pista bagnata. Ne vedremo delle belle a partire dalle 15.10, quando le monoposto partiranno per il giro di formazione.


TAGS: gara formula 1 hockenheim gran premio GP germania f1 2019 Diretta F1 Live F1 F1 in diretta GermanGP 2019