Autore:
Luca Cereda

UNO UNO UNO Mentre gli anni della Opel diventano palindromi e scrivono una cifra che si merita l'anniversario, quelli della Opel Corsa – piccola di Casa – vanno per i quattro, dal lancio dell'ultima versione. Tempo di rinnovarsi, dunque, ma senza scalfire la corazza irrobustita e allargata qualche anno fa. L'elisir piuttosto lavora sottopelle: un po' più di potenza (+11%) mettendo al contempo a dieta i consumi (-13%). E una doverosa aggiustatina all'assetto che va di pari passo con le modifiche ai motori.

SALISCENDI Il nuovo corso della Corsa si può così tradurre, essenzialmente, in numeri che mutano per tutti i propulsori della gamma. In discesa, quelli dei consumi dichiarati – da approfondire in un long test – e delle emissioni di CO2; in crescita, quelli di potenza e coppia, sia per i diesel, sia per i benzina. C'è chi sale e chi scende, insomma, come nella Borsa: con la differenza che il + o il - davanti è sempre un segno positivo.

DIAMO I NUMERI E proprio grazie ai numeri, un paio di Oscar se li prende il 1.3 CDTI, almeno sulla carta. Nella nuova versione Ecoflex arriva a quota 95 cavalli con una coppia di 190 Nm e promette di bruciare solo 3,7 litri ogni 100 km. E con le emissioni, addirittura, infrange la soglia dei 100 g/km, scendendo a 98 g/km. Tuttavia, di tutta la gamma rinnovata il milletre resta l'unico non ancora Euro 5. L'altra scelta a gasolio è sempre il 1.7, salito a 130 cavalli e 300 Nm di coppia, per consumi intorno ai 4,5 l/100 km.

BENZINA Passando ai benzina, la ricetta non cambia di una virgola. Il piccolo 1.0 prende 2 Nm di coppia (passando a 90) e 5 cavalli di potenza (ora sono 65). In compenso abbassa la spesa di carburante di 0,6 litri ogni 100 km e taglia le emissioni di CO2 di 17 g/km. Sopra, poi, troviamo i due "Twinport”, il 1.2 e il 1.4, che nella nuova release sono stati dotati di albero a camme con fasatura variabile. Il primo passa da 80 a 85 cv, con all'attivo un +5 sulla coppia e un -0,5 litri/100 km; e laddove abbinato al cambio Easytronic, beve ancora di meno. Il millequattro, invece, ha aumentato la corsa e guadagnato 10 cavalli per coprire lo 0-100, ora, in 11,9 secondi.

TERAPIA AZIENDALE Con lievi differenze, tutti i propulsori hanno subito la stessa "terapia aziendale”: il montaggio di una nuova pompa dell'olio (che ottimizza pressione e attrito interni); una rimappatura del termostato (per ridurre i tempi di riscaldamento); e infine l'adozione di un segnale di cambiata, che avverte il guidatore nel momento in cui conviene ingranare o scalare una marcia. Assieme ai motori, anche telaio e sterzo sono stati rivisitati.

STERZO In sintesi: la barra antirollio posteriore è stata riposizionata in modo da "inamidare” il retrotreno, rendendolo più stabile nei cambi di corsia; ammorbiditi invece i finecorsa e gli ammortizzatori dei telai diesel (rispetto a prima), mentre le versioni Ecoflex montano molle sportive di serie. Più preciso e diretto anche lo sterzo, cui è stato migliorato il software incrementando l'assistenza.

COME VA Una gitarella Aeroporto di Francoforte - Darmstadt (una trentina di chilometri) per trovare conferme di quanto detto sopra. Buone sensazioni per quel che concerne lo sterzo, piuttosto reattivo, le sospensioni invece restano un poco rigide. Nella discreta qualità di un abitacolo agghindato per la festa – consolle centrale nero lucido, vetri posteriori e lunotto oscurati, montante centrale nero, battitacco satinato, tappetini personalizzati e badge laterale "Opel 111” – si procede abbastanza comodi, senza soffrire le dimensioni ridotte.

MILLESETTE In dote abbiamo il 1.7 diesel da 130 cavalli (+5 sulla vecchia versione), che ha anche aumentato la coppia da 280 a 300 Nm. A pelle verrebbe da dire che a bassi regimi - intorno ai 1500, per intenderci - lesina ancora un po' di spinta (il range ottimale è fra i 2000 e i 2500 giri al minuto), ma trattandosi – il nostro - di un percorso prevalentemente autostradale, riusciamo a non pagarne troppo dazio. Sopportabile il vocione da diesel che dal cofano penetra nell'abitacolo.

IL PREZZO E' GIUSTO A chi cerca comunque un po' di sostanza sotto il cofano per cimentarsi con disinvoltura in viaggi oltre la cintura urbana verrebbe da consigliare il 1.4 benzina, a patto ovviamente che non si macinino ogni anni cumuli di chilometri a quattro zeri. I prezzi della Corsa nuova edizione partono 11.300 euro della Club 3p con motore 1.0 da 65 cv. Tutte le new entry, in moneta sonante, fanno lievitare il conto di circa 200 euro rispetto a prima.