Prova su strada

Infiniti FX 3.0D


Avatar di Mario Cornicchia , il 12/07/10

11 anni fa - Dopo aver colpito gli americani con gli effetti speciali del suo stile ora si appresta a colpire anche gli europei con la forza del suo nuovo motore a gasolio.

Dopo aver colpito gli americani con gli effetti speciali del suo stile ora si appresta a colpire anche gli europei con la forza del suo nuovo motore a gasolio.

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE AUTO IN ARRIVO, L'ELENCO AGGIORNATO , composto da 59 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE AUTO IN ARRIVO, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COM'E' Il nome si ispira agli effetti speciali di Hollywood e a Hollywood, New York e Miami ha trovato la sua seconda casa. Agli effetti speciali si ispira anche il suo stile, a metà tra l'auto giocattolo e la cinque porte ipertrofica. Berlina, un po' coupé e versatile come un SUV, vera crossover dallo stile inconfondibile è piaciuta subito a chi ama distinguersi senza dover ricorrere a un naso rosso da clown.

CERCA FAMIGLIA Ora la FX cerca casa anche in Europa e per sveltire le pratiche di adozione nasconde sotto il cofano (di alluminio come le portiere) un moderno V6 tremila a gasolio, realizzato dall'Alleanza e che quindi troverà posto, in forme differenti, anche nel vano motore di Nissan e di Renault.

VUSEI Monoblocco in ghisa a grafite compatta, testate in alluminio, turbina a geometria variabile nella V a 65 gradi per 238 cavalli, 550 Nm di coppia massima a 1750 giri, 212 km/h e 8,3 secondi per lo 0-100 km/h. 9 l/100km i consumi dichiarati nel ciclo combinato, con 1100 km di autonomia con un pieno (90 litri) nella guida extraurbana e 238 g/km di CO2 per l'omologazione Euro 5. Il cambio è automatico a sette marce. Numeri giusti per la sporty-coupé-SUV Infiniti.

TOY CAR Quasi una caricatura nello stile, ancora più marcata nell'espressione dopo il restyling del 2008. La bocca è ancora più grande, ha ora una dentatura da Piranha e sembra tenuta aperta dalla velocità come quella di un paracadutista in caduta libera. I fari sono ispirati agli occhi di Dragon Ball e il muso è lungo con proporzioni da coupé. L'abitacolo è tondo e la linea dei vetri segue l'onda e si chiude con una punta e un finestrino laterale in coda, grande come un biglietto del tram. Il lunotto è obliquo, all'ombra di uno spoiler grande come una pensilina, e bombato come la coda, da cui spuntano luci squadrate come lingotti. Non vorrei essere nei panni del designer che dovrà disegnare le linee della prossima FX, ripetere un esercizio così azzardato e così riuscito gli procurerà qualche notte insonne.

PSP Alla sua forma da giocattolone divertente e sportivo nello stile corrisponde un abitacolo di qualità Infiniti, tecnologico e originale nel design, con i comandi ben disposti e ben disegnati come una PSP, la Playstation portatile. Rivestimenti che sembrano pelle, vera pelle, moquette in vera lana, dettagli in alluminio e legno di acero, ben dosati e originali nelle forme.

PELLE E CHIP Pelle e legni nascondono tutta l'elettronica che a bordo si può trovare. A partire dal sistema Connectiviti di serie o il Connectiviti+ di cui si dota il 98% delle FX e che porta in dote uno schermo touch screen da 8 pollici (da 7" per Connectiviti) al navigatore satellitare a comando vocale con hard disk da 30gb (non per il Connectiviti simplex) con le informazioni delle guide Michelin verde e rossa, oltre alle posizioni Autovelox. Sullo schermo si possono anche vedere i DVD, a FX ferma, e la copertina del brano che sta suonando, memorizzato magari sull'hard disk da 10gb (2gb per Connectiviti) o sull'iPod collegato e gestito direttamente.

VEDI ANCHE



IN LINEA Alla telecamera posteriore di serie la FX Premium aggiunge anche l'Around View Monitor, con quattro telecamere che riportano una visione aerea dell'auto sui quattro lati e il Lane Departure Prevention, il sistema che riporta all'interno della corsia quando ci si distrae utilizzando i freni, frenando dal lato verso cui ci vuole riportare.

GT O S? Ovvero, lusso o sport? Sostanzialmente la stessa auto ma la S aggiunge un tocco dinamico di sportività, con i cerchi da 21 pollici e le ruote posteriori sterzanti, un sistema attivo e gestito dall'elettronica che consente alle ruote di sterzare di 1 grado al massimo per sterzate più rapide a bassa velocità e maggiore stabilità alle alte velocità. La FX S porta in dote anche le sospensioni a controllo elettronico con ammortizzatori CDC (Continuous Damping Control).

IN ATTESA DI ET(S) La trazione è sempre integrale grazie al sistema che vince il premio per l'acronimo più lungo: ATTESA E-TS, ovvero Advanced Total Traction Engineering System for All Elctronic Torque Split. Si fa prima a descriverlo che iscriverlo all'anagrafe: sistema di trazione integrale con la frizione centrale che ripartisce la coppia alla bisogna, fino al 50% alle ruote anteriori e fino al 100% a quelle posteriori.

PREZZI Il prezzo di partenza per la FX 3.0d è interessante considerando la dotazione e la concorrenza. La Infiniti FX 3.0d GT costa 59.700 euro, dotata di interni in pelle, sedili riscaldati. Ventilati e regolazione elettrica, fari bi-xenon intelligenti, telecamera posteriore e sensori di posteggio, tetto apribile, sistema keyless, Connectiviti, climatizzatore automatico e vernice antigraffio Scratch Shield. Per passare ai cerchi da 21 della S si spendono ulteriori 2500 euro (62.200 euro) e altrettanti ne servono per far diventare le FX 3.0d delle FX 3.0d Premium, GT o S che siano, con impianto Bose, Connectiviti+, LDP, Cruise Control adattativo, telecamere a 360°. Dove vederla? Cinque sono i Centri Infiniti, a Milano, Roma, Padova, Bologna e Firenze, in arrivo anche un Centro Infiniti a Torino. Una volta acquistata, non dovrete più preoccuparvi per tagliandi e assistenza: entro 250 km dal Centro, ritiro e restituzione sono compresi nel prezzo.

COME VA Con i suoi FX stilistici non passa inosservata come una creatura di Tim Burton, ma il suo è un vistoso simpaticamente cartoonesco, non fastidiosamente pretenzioso. Se cercate la medesima filosofia SUV-nonSUV in un abito più discreto e meno appariscente c'è sempre la sorella minore EX, la brava ragazza di famiglia Infiniti, anch'essa dotata ora del V6 a gasolio. Stile cartoonesco da giocattolone, né troppo alta né troppo bassa, la FX mi fa venire in mente un'auto sportiva intelligente, con cinque posti e un bagagliaio vero (410 litri) ma che nasce sportiva, con i 390 cavalli della FX50 dotata di V8 cinquemila e rombo adeguato.

AVVOLGENTE E con quelle ruote grandi come quelle di un'auto radiocomandata, con i cerchi da 21 pollici gommati 265/45 della FX 3.0d S, la sensazione di sportiva moderna si sente anche al volante. Rispetto alle sue dimensioni esterne (486x192cm), ben celate dallo stile da berlinetta ma equivalenti a quelle di una BMW X5 (485x193cm) o di una Porsche Cayenne (479x192cm), l'abitacolo sembra meno spazioso. In realtà lo spazio non manca né a chi siede davanti né a chi siede dietro, non manca in lunghezza per le gambe, né in altezza per la testa, né in larghezza per le spalle. In realtà l'abitacolo è avvolgente, come quello di una sportiva. Se il sedile si abbassasse un poco di più, l'effetto sarebbe perfetto.

GIGARUOTE Le ruotone si indirizzano grazie a un volantino dal diametro ridotto e la corona abbastanza grande per una impugnatura salda, un volante che è sempre piuttosto pesante, come quello di una sportiva. Dietro, solidali con il piantone, ci sono anche due belle ali di pipistrello in magnesio per comandare il cambio automatico. E la reazione è piuttosto diretta, con le gigaruote che passano sopra tutto e che, con la suola bassa come quella di un infradito, seguono la direzione senza sbavature.

PIU' GOMMA Anche la GT, comunque, si lascia guidare sportiva, con il maggiore comfort di gomme dal fianco più alto (265/50) e di un assetto normale, con le ruote posteriori sterzanti di un grado della S che fanno sentire poca differenza. Anche scegliendo la posizione Auto delle sospensioni a controllo elettronico della FX S, l'assetto è sempre piuttosto rigido, anche se non è mai fastidioso con le ruote così grandi che difficilmente trovano una buca in cui infilarsi seriamente.

ACCORDATURA Ma, fino a questo punto, rimane una FX come le sorelle a benzina V6 3.7 e V8 5.0. Il motore è la vera novità, in assoluto. I due tubi di scarico che escono dal paraurti posteriore sono rimasti grandi quanto i tubi di scarico di un bagno. E anche il rombo del V6, non si avvicina al caratteristico e ineguagliabile timbro del V8, ma si avvicina molto alla voce del V6 a benzina. Anche all'esterno il lavoro di accordatura e di isolamento è ben fatto e non c'è traccia di ticchettii camionali e la sensazione di guidare un'auto a benzina è ancora più evidente all'interno. Non poteva essere altrimenti.

COPPIA A COPPIA Il V6 ha 50 Nm di coppia in più rispetto al V8, e a 2250 giri in meno. E si sente la coppia dopo una zampata sull'acceleratore, con la FX che si impenna e ruggisce. È una piacevole sensazione di potenza. Anche se poi partendo da fermi e chiedendo il massimo non si viene spremuti nei sedili. È un motore veloce, non è un motore sportivo, con 2.150 kg a vuoto (30kg in più rispetto alla FX50) da convincere a muoversi. La FX 3.0d è sicuramente però un'auto veloce e rapida nello scatto e nella ripresa, agile e confortevole, da guidare con gusto. E con freni adeguati anche a staccate violente all'ultimo metro, ben dosabili e potenti.

SETTE MARCE Il cambio potrebbe funzionare meglio, quanto meno rispetto ad altri cambi automatici moderni. Le cambiate si sentono e ormai i cambi moderni ci hanno abituato a non accorgercene più, e a volte il sette marce ha qualche indecisione.


Pubblicato da M.A. Corniche, 12/07/2010
Gallery
Tutte le auto in arrivo, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox