Anteprima:

BMW ActiveHybrid X6


Avatar Redazionale , il 21/08/09

12 anni fa - Ecologia, sì, senza rinunciare però alle prestazioni. Da Monaco arriva l'ibrida più potente del mercato ma capace anche di funzionare per brevi tratti in modalità solo elettrica. Il debutto è fissato per il Salone di Francoforte.

Ecologia, sì, senza rinunciare però alle prestazioni. Da Monaco arriva l'ibrida più potente del mercato ma capace anche di funzionare per brevi tratti in modalità solo elettrica. Il debutto è fissato per il Salone di Francoforte.

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE AUTO IN ARRIVO, L'ELENCO AGGIORNATO , composto da 59 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE AUTO IN ARRIVO, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

IN INCOGNITO Una piccola gobbetta sul cofano e le discrete scritte ActiveHybrid piazzate sui listelli che ornano le fiancate e la coda. Sono questi, assieme all'esclusiva vernice metallizzata colore Bluewater, gli unici elementi che possono permettere di riconoscere a prima vista una X6 ibrida da una X6 qualunque, spinta da un motore combustione interna, diesel o benzina che sia. Come dire che a Monaco di Baviera hanno scelto di non metterla giù troppo dura e di fare dell'understatement la filosofia di vita della macchina più tecnologica del loro listino.

FULL VINCENTE Il primato le spetta di diritto, visto quel po' po' di roba che la spinge, a braccetto con una Serie 7 che adotta un sistema di propulsione per certi versi similare. Fuori dunque la lente d'ingrandimento e via alla scoperta delle caratteristiche dell'ibrido dell'Elica che, tanto vale dirlo subito, è quello che si suol definire "full hybrid", ovvero un sistema capace di funzionare anche solo in modalità elettrica. Il tutto per un massimo di 2,5 km e fino ai 60 km/h.


RICOMINCIO DA TRE Oltre questa velocità, la centralina che fa da direttore d'orchestra sotto la carrozzeria chiama in causa il motore a benzina, un V8 Twin Power Turbo che di suo è già capace di 407 cv. A dargli man forte ci sono due elettromotori, uno dotato sulla carta di 91 cv e uno da 86. Fatti i debiti conteggi, quando i vari propulsori lavorano in modo corale la potenza massima tocca quota 485 cv, con un picco di coppia di 780 Nm. Quanto basta per regalare a questa X6 un altro e più importante primato, quello di ibrida più potente del mercato.

BEVE POCHISSIMO Il dato sarebbe poco significativo se non supportato da prestazioni e consumi all'altezza. L'ActiveHybrid, invece, si guadagna sul campo tutta la curiosità che la circonda. Il passaggio da 0 a 100 km/h avviene in soli 5,6 secondi, giusto un paio di decimi in più rispetto alla versione 50i con cui condivide il motore V8. La versione ibrida prende la sua bella rivincita sul fronte dei consumi, migliori di circa il 20%. La percorrenza media è 10.1 km/litro, contro gli 8 della sorella, con emissioni di CO2 limitate a un onestissimo valore di 231 g/km.


MISCELLANEA Si tratta di un risultato eccellente, pensando alla cilindrata e alla mole di questa Sport Activity Coupé, come amano definirla in BMW. Parte del merito di questi risultati va anche al lavoro degli ingegneri che si sono occupati del reparto trasmissione, di rara complessità. Il cambio Two Mode integra i due elettromotori e impiega anche tre ingranaggi planetari con quattro frizioni a lamelle, svolgendo il compito di un cambio a variazione continua con sette rapporti predefiniti, selezionabili tramite il joystick sul tunnel centrale o le levette al volante. Completa il reparto la trazione integrale permanente xDrive, che di norma invia in 60% della forza motrice alle ruote posteriori ma è pronta a variare la ripartizione in ogni momento in base alle necessità.

CURA RICOSTITUENTE I due motori elettrici sono alimentati da una batteria con tecnologia NiMH (nichel-metallo ioduro) con una capacità di 2,4 kWh, la cui temperatura è tenuta sotto stretto controllo con un impianto di raffreddamento per evitare problemi e cali di efficienza. La ricarica avviene grazie anche al recupero dell'energia durante le decelerazioni. In fase di rallentamento, dai 65 km/h in giù, il motore a benzina si spegne e tutta la decelerazione viene sfruttata da uno dei motori elettrici che si trasforma in generatore per immagazzinare energia nell'accumulatore. Tutti i flussi di energia possono essere visualizzati nella strumentazione.

A FRANCOFORTE L'ActiveHybrid X6 farà bella mostra di sé allo stand BMW a Francoforte, mentre per vederla su strada occorrerà pazientare ancora, come anche per conoscere il suo prezzo. Quello che invece è già noto è l'allestimento, almeno in parte. Della dotazione standard faranno parte tra le altre cose i sedili comfort, il climatizzatore automatico, il cruise control, il navigatore, i sensori di parcheggio, il portellone elettrico e i fari bixeno.


Pubblicato da Paolo Sardi, 21/08/2009
Gallery
Tutte le auto in arrivo, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox