Prossimamente:

Suzuki Swift 2011


Avatar Redazionale , il 11/06/10

11 anni fa - La Suzuki piccolosa e grintosa si rinnova con giudizio. Rimane lo stile, che unisce nostalgia e modernità, e crescono leggermente le dimensioni in lunghezza, i muscoli delle carreggiate e il fiato dei motori....

La Suzuki piccolosa e grintosa si rinnova con giudizio. Rimane lo stile, che unisce nostalgia e modernità, e crescono leggermente le dimensioni in lunghezza, i muscoli delle carreggiate e il fiato dei motori....

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE AUTO IN ARRIVO, L'ELENCO AGGIORNATO , composto da 59 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE AUTO IN ARRIVO, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LINEA CHE VINCE La Swift, storia di successo in casa Suzuki, si rinnova con giudizio. Rispetto ai cambiamenti selvaggi del precedente passaggio di testimone questa volta si può parlare di evoluzione e cambiamenti sostanziali ma rassicuranti per gli occhi. La piccola grintosa infatti mantiene quelle proporzioni tipicamente… Mini ma adattate in salsa moderna. C'è il cofano corto, l'abitacolo raccolto, ci sono le carreggiate larghe con le quattro ruote all'estremità. Le dimensioni leggermente ampliate riguardano tutte le voci, passo, lunghezza fuori tutto, larghezza, altezza carreggiata e passo. E poi arriva una rinfrescatina anche ai motori per una piccola che, ad oggi, popola con disinvoltura le strade di Nuova Dehli come quelle di Milano.

BASE DI PARTENZA A vederla da fuori si riconosce subito come Swift. A partire dal muso ci sono tutti gli elementi di prima solo un filo più affilati e oblunghi, vedi i fari, la mascherina più curva e il cofano che arriva ad appoggiarsi sui passaruota e prosegue nel suo raccordo stilistico fino a lanciare gli specchietti retrovisori, con un motivo estetico che si era visto sulla Opel Vectra di fine Anni 90. Un'evoluzione stilistica moderata che prosegue con il parabrezza che stacca decisamente dal cofano dritto e che mantiene continuità pure nei vezzi stilistici, vedi le portiere posteriori stondate al contrario, mentre il sederino diventa un filo più prosperoso. Difficile come sempre dare un giudizio definitivo, a prima vista sembra mancare la compiutezza e la freschezza del modello uscente ma solo il tempo sarà giudice vero.

VEDI ANCHE



TUTTO A POSTO E comunque le novità non riguardano solo le forme o la lunghezza (+ 9 cm) che ora arriva a 3,85 metri. Anche l'abitabilità interna dovrebbe beneficiarne, grazie al passo allungato di 5 centimetri mentre per altezza e larghezza le variazioni sono da misurare con il millimetro e quindi ininfluenti. La piccola Suzuki che continuerà ad essere costruita nello stabilimento ungherese di Esztergom promette anche notevoli miglioramenti alla voce emissioni e risparmio di carburante mantenendo intatto il piacere di guida che, specialmente nella versione Sport, è uno dei tratti caratterizzanti della versione attuale.

SICURA E DIVERTENTE Allo scopo sono stati riprogettati gran parte degli elementi di carrozzeria e grazie ad acciai ad alta resistenza aumenta la rigidità torsionale, buona notizia per sicurezza e divertimento tra le curve. Ci sono anche pneumatici ribassati più prestanti nelle dimensioni, pianale rivisto in alcuni particolari e – in attesa di prove alla bilancia ufficiali bisogna fidarsi – Suzuki promette anche un dimagrimento complessivo. Tutte buone nuove sulla carta, mentre ci sono alcuni cambiamenti pure sotto il cofano. In prima battuta, al momento della commercializzazione iniziale, prevista per la fine dell'anno in Europa, ci saranno un benzina e un diesel. Il primo offre ora quasi due cavalli in più, a 6000 giri invece che a 5800, ma anche emissioni che scendono da 140 grammi al chilometro a 116.

4x4 E SPORT CERCASI Il motore a gasolio invece viene dato per riprogettato e rivisto in moltissimi particolari, ma mancano ancora i dati definitivi di potenza e coppia. Lecito presumerli in leggero miglioramento rispetto al passato, mentre è certa la diminuzione delle emissioni che passano da 120 a 109 grammi al chilometro. Con il passaggio generazionale sarà assicurato il rispetto della normativa Euro 5 mentre le nicchie di buongustai incrociano le dita aspettando la 4x4 e la Sport, vere declinazioni intelligenti e goderecce della Swift che, in anni di altrui esagerazioni, hanno rappresentato uno spirito di understatement che non ci sarebbe, proprio ora, motivo di interrompere.


Pubblicato da Luca Pezzoni, 11/06/2010
Gallery
Tutte le auto in arrivo, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox