Anteprima:

Suzuki Kizashi 2010


Avatar Redazionale , il 03/08/09

12 anni fa - La Casa della grande S è famosa per le fuoristrada, le auto compatte e le moto, soprattutto sportive. Ora però è pronta a buttarsi nel mercato delle berline con una nuova tre volumi, che debutterà il prossimo inverno negli States. Il suo lancio in Europa

La Casa della grande S è famosa per le fuoristrada, le auto compatte e le moto, soprattutto sportive. Ora però è pronta a buttarsi nel mercato delle berline con una nuova tre volumi, che debutterà il prossimo inverno negli States. Il suo lancio in Europa è invece ancora in dubbio.

Benvenuto nello Speciale SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2010, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 86 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2010, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LA NUOVA VIA Ognuno dei costruttori ha la sua ricetta per affrontare la crisi. C'è chi si chiude a riccio e non proverebbe a battere strade nuove nemmeno con una pistola puntata alla tempia e c'è invece chi va a cercare una boccata d'ossigeno per il bilancio in nuovi ambiti di mercato. Del secondo gruppo fa parte sicuramente la Suzuki, che, stanca di vivere confinata nei segmenti delle piccole e delle off-road, tenta ora la sorte nel mare magnum del mercato americano delle berline a tre volumi.

ANNUNCIAZIONE La vettura con cui la Suzuki si lancerà nell'avventura durante il prossimo inverno è la Kizashi, parola che in giapponese annuncia l'imminente arrivo di qualcosa di grandioso. Nome a parte, la tre volumi nipponica si presenta con forme e dimensioni tutto sommato misurate, almeno per gli standard a stelle e strisce. A livello del frontale traspare un certo family feeling con i modelli venduti anche in Italia, come la Swift e la SX4, anche se nel particolare taglio della mascherina e dei fari si potrebbe intravvedere qualche somiglianza anche con lo stile di certe Volkswagen.

VEDI ANCHE



A FILO A dare una certa personalità al muso provvedono comunque le tre prese d'aria inferiori, perfettamente allineate, e la nervatura in rilievo che prende le mosse proprio dalla U disegnata dalla calandra. Il colpo d'occhio è piuttosto sportiveggiante, complici anche i cerchi da 18". La coda gioca sul contrasto tra superfici concave e convesse, con il labbro superiore del cofano bagagliaio che funge da spoiler e con due grintosi terminali di scarico che si aprono a filo del paraurti.

ASPETTANDO L'IBRIDO Il compito di dare fiato a queste trombe spetta a un quattro cilindri 2.4 a benzina, con testa e basamento in alluminio, un materiale impiegato anche a livello dei pistoni. Per ora è l'unico motore atteso nella gamma, che in futuro si arricchirà anche di una versione ibrida. Quanto alla trasmissione, l'alternativa è tra un cambio manuale a sei marce o un automatico a variazione continua CVT, dotato comunque di funzione manuale e di levette al volante. Il fiore all'occhiello del reparto è però la versatilità offerta con la trazione integrale inseribile i-AWD, chepuò promettere un comportamento stradale di prim'ordine assieme a sospensioni posteriori multilink.

RICCA DI FAMIGLIA Per fare breccia nel cuore degli americani, i vertici Suzuki puntano anche su una dotazione completa, con otto airbag e l'Esp standard su tutta la gamma, assieme alla chiave elettronica. Per il resto, si parla di connettività iPod e Bluetooth, con a pagamento i sedili in pelle, riscaldabili e a regolazione elettrica con memoria. Ultimo ma non meno importante, almeno per i melomani, tra gli accessori c'è un assortimento di stereo con marchi di prestigio come Rockford Fosgate.


Pubblicato da Paolo Sardi, 03/08/2009
Gallery
Speciale Salone di Ginevra 2010, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox