Anteprima:

Tutto sulla Volkswagen Touareg 2010


Avatar di Luca Cereda , il 12/02/10

11 anni fa - La seconda generazione del Suv di Wolfsburg porta motori più parchi e un cuore ibrido, ma anche un nuovo V8 da 800 Nm di coppia. Di base si preannuncia più "stradale" della precedente versione. Per gli amanti della sabbia c'è però il terrain tech...

La seconda generazione del Suv di Wolfsburg porta motori più parchi e un cuore ibrido, ma anche un nuovo V8 da 800 Nm di coppia. Di base si preannuncia più "stradale" della precedente versione. Per gli amanti della sabbia c'è però il terrain tech...

Benvenuto nello Speciale SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2010, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 86 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2010, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

GRAN GALA' Una serata sotto i riflettori – a Monaco, la presentazione in anteprima  è stata ambientata a mo' di show televisivo – per conoscere la nuova Touareg. Vista, toccata, ma non ancora guidata. Per il primo test toccherà aspettare marzo, dopo il Salone di Ginevra, mentre i clienti italiani potranno ordinarla già da maggio. Da una generazione all'altra, il grande Suv VW si mantiene sobrio nel look – allineato agli stilemi di famiglia – e punta forte sul downsizing. Carrozzeria alleggerita, motori più parchi e –udite udite – una versione ibrida: tutto molto poco "Suv”.

TRAPIANTO DI CUORI La versione ibrida (con V6 TSI da 133 cv + motore elettrico da 47 cv) arriva a sostituire l'attuale V8 a benzina, all'insegna di una politica di downsizing che si estende a tutto il parco motori. Spariranno dal listino il V10 TDI e il V12 del modello precedente. Tutti gli altri (vale per il V6 FSI da 280 cv come per il V6 TDI da 240 cv) sono stati rivisitati per diminuire sensibilmente consumi ed emissioni. Assoluta novità è il V8 4.2 TDI da 340 cavalli che, a discapito della potenza e di una coppia addirittura di 800 Nm, dichiara un consumo di 9,1 litri ogni 100 km.

PASSO DISTESO Messa alla frusta da un buon personal trainer, la Touareg ha perso più di due quintali (208 kg, per precisione) alla bilancia, guadagnando un 20% circa nei consumi. E applicandosi nello stretching, si è allungata di quasi 4 cm e mezzo (ora raggiunge i 4,80 metri), aumentando il passo di 4 cm. I due centimetri persi in altezza, inutile dirlo, passano inosservati.

SODA DIETRO Numeri da figurino, considerata la stazza, "alleggerite” da un vestito niente affatto appariscente. Elegante, sì, ma non cattivo. E questo forse non piacerà a certi cultori del suv "spaccone”. Il frontale – cui un po' più di grinta non avrebbe fatto male - è tracciato da linee pulitissime. Il posteriore, ben riuscito, con due tagli secchi agli angoli si fa più tornito e sportivo.

INTERNI Anche all'interno la filosofia non cambia: sfarzo sì, ma non pacchiano. Ci si coccola con le comodità, ecco. I sedili comfort (di serie sull'ibrida) hanno tutte le regolazioni elettriche e possono disporre di un sistema di aerazione della seduta e dello schienale. Quelli posteriori, si possono spostare in senso longitudinale di 16 cm e lasciano alle ginocchia uno spazio che è aumentato da 6,8 cm a 10,4. Ottima la qualità dei rivestimenti in pelle. La capacità del bagagliaio può variare da 580 a un massimo di 1642 litri. Tra le dotazioni tecnologiche figurano uno schermo touch-screen da 6,5 pollici con caricatore CD a sei dischi e il sistema di navigazione GPS con schermo da 8 pollici con immagini in 3D.

ISTRUZIONI PER L'USO Avvisi ai fuoristradisti. Nella versione standard, tutte le Touareg sono equipaggiate con una trazione integrale dotata di differenziale autobloccante Torsen (schema 4Motion). Su richiesta, però, la versione V6 TDI propone il pacchetto Terrain Tech che – diversamente dal Torsen – prevede lo schema di trazione 4XMotion. Cosa ci si guadagna? Che con un dito chi è al volante può innescare cinque modalità di guida diverse: Onroad, Offroad (con attivazione automatica del bloccaggio meccanico), Low (modalità offroad + attivazione del riduttore + aumento dei punti di innesto e nessun passaggio automatico alle marce superiori in modalità manuale), bloccaggio supplementare del differenziale centrale, bloccaggio supplementare del  differenziale posteriore.

SOTTO IL COFANO Capitolo motori. La grande novità è il propulsore ibrido parallelo, composto dal V6 TSI turbo, dal cambio automatico a 8 rapporti e dal modulo ibrido (motorino elettrico + frizione di separazione), posizionato tra motore a combustione e cambio automatico. Quando entrambi i motori funzionano contemporaneamente, la Touareg può contare su 308 cv di potenza e 580 Nm di coppia per raggiungere una velocità max di 240 km/h e bruciare lo 0-100 in 6,5 secondi. Ad aiutare a risparmiare carburante ci pensa il sistema start/stop, utile per chi del Suv ne fa anche un uso cittadino.

DOPPIA PERSONALITA' Da Mr. Hyde a Dr. Jekyll: nella lista dei motori convivono entrambe le anime della Touareg. Di fianco al "cuor gentile” (l'ibrido), troviamo infatti un cattivissimo V8 4.2 TDI da 340 cavalli e 800 Nm di coppia, che completa l'offerta sotto il cofano assieme a un V6 3.6 FSI e un V6 3.0 TDI. Dei due, il primo è una versione migliorata dell'omologo precedente: consumo dichiarato di 9,9 l/100 km (-2,5 sull'antenato) ed emissioni che si assestano a 236 g/km (-60). Il tremila turbodiesel è invece disponibile nella nuova variante da 240 cavalli, e sembra intenzionato a tenere il gomito basso: si parla infatti di consumi ai 7,4 litri di gasolio ogni 100 km.

SORVEGLIANZA Lunga la lista di sistemi di assistenza, inediti o semplicemente perfezionati. Debutto assoluto in Volkswagen per l'Area Wiew, che grazie a quattro telecamere (una sul portellone, due negli specchietti, una nella calandra) proietta nello schermo touchscreen un'immagine di ciò che circonda la Touareg, aiutando prevenire collisioni. Senza contare i benefici che può dare nel fuoristrada.

COGLIE L'ASSIST Altro sistema che si avvale delle telecamere è Lane Assist, ovvero un dispositivo che, tramite una vibrazione del volante, avvisa il guidatore nel caso in cui la vettura abbandoni la corsia di marcia senza aver messo la freccia. Sensori radar posizionati nel retro, invece, servono a lanciare l'allarme (Side Assist) nel caso in cui sopraggiungano altre vetture durante un cambio di corsia.   

PRE CRASH Il reparto elettronica annovera, tra gli altri, anche l'Adaptive Cruise Control, la regolazione automatica della distanza dotata anche di funzione Pre-crash. Fiutato il rischio di impatto, i sensori comandano la messa in tensione delle cinture di sicurezza del guidatore e del passeggero, che avviene tramite un motorino elettrico. Il big-suv vW non si fa mancare nemmeno i fari bixeno con regolazione dinamica degli abbaglianti, il freno a mano "a pulsante”, e le sospensioni pneumatiche con compensazione adattiva del rollio.


Pubblicato da Luca Cereda, 12/02/2010
Gallery
Speciale Salone di Ginevra 2010, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox