Autore:
Luca Cereda
Pubblicato il 15/10/2009 ore 12:15

IN PUNTA DI MATITA In attesa del trapianto di un cuore "ibrido” (vedi correlate), la Toyota Auris è passata sotto i ferri per un lieve facelift. Nulla di rivoluzionario, si intende, ma semplici ritocchi in punta di matita per svecchiare la propria immagine davanti e dietro. Novità che per il momento riguardano solo il my 2010 destinato al mercato giapponese, ma che probabilmente verranno riproposte pari pari nella prossima versione europea.

FRONTERETRO Sul frontale è diventata un po' più aggressiva la griglia (il cui aspetto può variare leggermente nella scala degli allestimenti), mentre i fari hanno solo modificato leggermente la propria spigolatura. Paraurti anteriore e posteriore hanno un inedito disegno e si allineano al trend più recente. Resta intonsa, invece, la sagoma dei fari posteriori, dei quali però cambia la configurazione interna dei gruppi ottici.

VALVOLE&PALETTE Quanto agli interni, l'upgrade riguarda nuove colorazioni disponibili per i rivestimenti e l'arrivo dei "paddles” sul volante delle versioni dotate di cambio CVT. Il comunicato diffuso dalla Casa annuncia anche piccoli miglioramenti sottopelle: il motore 1.8 ha beneficiato infatti di una revisione del sistema di apertura delle valvole che dovrebbe garantire una maggiore efficienza e consumi più parchi.      


TAGS: toyota auris auris salone di tokyo. Salone di Tokyo 2009 Speciale Salone di Ginevra 2010, l'elenco aggiornato