Hamilton e Verstappen si ignorano, la grande sfida è partita!
F1 2021

Hamilton e Verstappen si ignorano, la grande sfida è partita!


Avatar di Simone Valtieri , il 09/12/21

1 mese fa - Lewis Hamilton e Max Verstappen protagonisti dela conferenza di Abu Dhabi

Lewis Hamilton e Max Verstappen sono stati protagonisti di una conferenza stampa di quiete prima della tempesta. E sul possibile incidente...
Benvenuto nello Speciale ABUDHABIGP 2021, composto da 33 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ABUDHABIGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SFIDA DECISIVA Il giovedì di Abu Dhabi tradisce le attese. Ma, a ben pensarci, le attese erano proprio queste. Dopo la guerra senza quartiere di domenica scorsa a Jeddah tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, c'era bisogno, da parte di tutti, di riportare la calma e la serenità, prima di una domenica cruciale nella storia della Formula 1 e dello sport in generale. I due sono in parità assoluta in termini di punti, 369,5 a testa, ma l'olandese può vantare una vittoria in più, e questo dato è fondamentale, poiché dalla bandiera a scacchi del Gran Premio dell'Arabia Saudita in poi si è iniziato a parlare dello scenario alla Senna-Prost, o alla Villeneuve-Schumacher, se preferite: quello dell'incidente decisivo.

FRASI DI RITO Eh sì, perché se i due dovessero chiudere a pari punti il campionato (ossia se entrambi non vedessero la bandiera a scacchi), sarebbe Max Verstappen il nuovo campione del mondo, in virtù delle 9 vittorie conquistate contro le 8 del campione in carica Lewis Hamilton. Perciò il pareggio (leggasi l'incidente) sta bene all'olandese, ma non al britannico, che ha necessità di metterselo dietro, una questione inedita visto il dominio Mercedes degli ultimi anni. ''Siamo in un territorio nuovo, come team e personalmente - ha esordito Lewis in conferenza stampa ad Abu Dhabi - e credo che arrivare a questo punto sia stato il frutto un grandissimo lavoro di gruppo. Nessuno ha mai vinto 8 titoli, ma so bene cosa ho dovuto fare per arrivare qui...''. Gli fa eco Max: ''Per quanto riguarda la F1 è sicuramente il momento più importante della mia carriera, questa stagione è stata piacevole, dopo lo scorso anno non avevo speranze di essere qui. Nonostante un po' di sfortuna, siamo qui e dobbiamo essere fieri di quanto fatto''.

VEDI ANCHE



CONTROMISURE Per scongiurare lo scenario di una collisione volontaria, gli Steward hanno ricordato la possibilità nel regolamento della decurtazione di punti in classifica, come fu fatto per Michael Schumacher nel 1997, quando tentò volontariamente di speronare l'auto di Jacques Villeneuve, finendo per rompere un braccio della sospensione della sua Ferrari e per salutare i sogni di titolo. Lewis conosce bene l'episodio, e infatti spiega a riguardo: ''Innanzitutto credo che sia già successo in passato, sono certo che gli steward abbiano preso le precauzioni giuste e penso sia corretto che lo abbiano fatto. Speriamo che non sia necessario un loro intervento e che sia una grande gara. Non ho voglia di vederli e loro non penso abbiano voglia di rivedere me'', chiosa scherzando Lewis. Ma neanche Max vuole sentire parlare di questo scenario, e taglia corto: ''Credo ci sia sempre questa possibilità e che non sia il caso di ricordarla''.

LA PAROLA ALLA PISTA Per il resto la conferenza stampa ha vissuto di poche, pudiche, dichiarazioni. I due piloti nono sono stati mai sopra le righe, e hanno fornito risposte quasi sempre banali. Il ''quasi'' è per Hamilton, che sull'importanza eventuale di un ottavo titolo ha risposto con una frase convincente: ''Io riparto da zero ogni anno, al momento mi sembra un campionato come un altro, non mi presento mai con il numero 1 in macchina, ho sempre il numero 44 perché non mi considero il campione a inizio anno, mi considero come uno che lotta per diventare campione''. Pungolati nuovamente sull'incidente, i due hanno, infine, risposto: ''Come pilota non pensi a queste cose - inizia Maxcerchi di fare il massimo, ma i media cominciano a parlarne e... non ho molto da dire a riguardo, io sono arrivato qui per cercare di vincere''. Lewis stavolta gli fa eco: ''Non ho molto da aggiungere, non posso controllare quello che mi accade intorno, posso solo controllare quello che faccio io. Non sono preoccupato circa la correttezza della gara. Abbiamo fatto una rimonta incredibile, nelle ultime gare ci siamo tolti da una condizione difficile, dobbiamo concentrare le energie su cose che possiamo controllare e non sprecarla con cose che non possiamo gestire''. La parola alla pista.


Pubblicato da Simone Valtieri, 09/12/2021
Tags
Gallery
AbuDhabiGP 2021
Logo MotorBox