Marko dopo le proteste Mercedes: "Sono dei perdenti"
F1 2021

Marko dopo le proteste Mercedes: "Sono dei perdenti"


Avatar di Simone Valtieri , il 13/12/21

1 mese fa - Helmut Marko non le manda a dire a Toto Wolff e al team Mercedes

Il dirigente Red Bull, Helmut Marko, non le manda a dire a Toto Wolff e al team Mercedes, dopo le due proteste (respinte) presentate ad Abu Dhabi
Benvenuto nello Speciale ABUDHABIGP 2021, composto da 33 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ABUDHABIGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

CATTIVI PERDENTI ''Sore losers'', letteralmente: ''cattivi perdenti''. Sostanzialmente: dei ''rosiconi'', per dirla alla romana, o degli sfigati, ma non nell'accezione (comunque che cadrebbe a pennello, visto l'epilogo iridato) di sfortunati. È così che Helmut Marko, dirigente della Red Bull, ha commentato nel post-gara di Abu Dhabi la reazione dell'entourage Mercedes alla vittoria di Max Verstappen su uno sfortunatissimo Lewis Hamilton. Come noto, da Toto Wolff in giù, l'unico che è parso accettare sommessamente la sconfitta è stato il pilota numero 44, che dall'alto della sua signorilità si è andato a complimentare con l'olandese, e non dev'essere stato per nulla facile. Il britannico è rimasto nel suo abitacolo per degli interminabili minuti prima di scendere e di dirigersi verso il pilota che probabilmente più l'ha impegnato nel corso di tutta la sua carriera. La resa così fa male, ma mente Hamilton ha riconosciuto la sfortuna, una componente cardine della storia dello sport, e accettato la sconfitta, seppure immeritata, al muretto della casa di Stoccarda si è tentata e si sta tentando ogni possibile via per appellarsi. Ma un mondiale non sarà assegnato per un cavillo.

VEDI ANCHE



HORNER POMPIERE Per questo non voler accettare la sfortuna e, di conseguenza, la sconfitta, Toto Wolff non ha fatto una bellissima figura agli occhi di molti e i suoi rivali non hanno mancato di sottolinearlo. ''Ciò che è successo non è degno di una corsa al titolo mondiale'' - ha spiegato Marko - ''La dice lunga sulla loro mentalità. Penso che siano dei perdenti, questo è il loro atteggiamento e lo è stato per tutta la stagione. Tutto il resto non mi interessa, siamo i vincitori morali da qualunque prospettivo lo si guardi''. Sulla confusione nell'interpretazione dei regolamenti, l'austriaco ha aggiunto: ''Ovviamente c'è bisogno di una semplificazione, non può essere che le regole siano interpretate in modo differente ogni volta. E il punto di partenza dev'essere lasciare i piloti liberi di gareggiare''. Ha commentato la situazione anche Christian Horner, il team principal della Red Bull, ma cercando di gettare acqua sul fuoco: ''Le loro proteste sembrano un po' disperate, non volevamo che finisse tutto dagli steward. Quest'anno sono stati dei grandissimi avversari e Lewis è stato un pilota fenomenale, ha avuto i suoi momenti, è stata tesa, è stata dura, ma siamo semplicemente felici del risultato e orgogliosi di Max che è stato altrettanto fenomenale quest'anno''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 13/12/2021
Tags
AbuDhabiGP 2021
Logo MotorBox