GP Abu Dhabi 2021, le pagelle di Yas Marina
F1 2021

F1 GP Abu Dhabi 2021, le pagelle di Yas Marina


Avatar di Simone Valtieri , il 12/12/21

1 mese fa - Le pagelle di MotorBox sul GP Abu Dhabi 2021 disputato a Yas Marina

Le pagelle di MotorBox sul GP Abu Dhabi 2021 disputato a Yas Marina: La perfezione è Hamilton, Verstappen rapace, ma meglio di lui oggi...
Benvenuto nello Speciale ABUDHABIGP 2021, composto da 33 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ABUDHABIGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DI YAS MARINA La montagna poteva partorire il classico topolino, invece no, il Gran Premio di Abu Dhabi è stata una gara assurda, incredibile, scritta dal miglior sceneggiatore del mondo. Nonostante un passo migliore da parte di Hamilton, gli episodi e la voglia di Verstappen l'hanno tenuta viva fino all'ultimo giro: la degna conclusione di un campionato splendido. Alla fine lo vince proprio Max, con un colpo di scena assolutamente inimmaginabile. Di seguito tutti i voti della gara finale di Yas Marina.

MAX VERSTAPPEN - VOTO 8 Ci ha provato in tutti i modi, ha combattuto contro un gigante e stava per cedere l'onore delle armi con pieno merito, ma alla fine ecco quel pizzico di fortuna che i campioni trovano con facilità, e lui è un campione, ora anche certificato. La sensazione è che senza la Safety Car finale non avrebbe potuto farci nulla, ma un po' di credito con la fortuna l'aveva maturato nel corso della stagione. Certo, se non avesse sbagliato al via, forse una speranza concreta l'avrebbe coltivata anche prima. Invece no: perde la posizione su Hamilton, prova a riprendersela ma costringe il rivale alla via di fuga, restando dietro e senza (giustamente) alcuna penalità per il britannico. Poi le gomme rosse calano e finisce fuori dai giochi. Una seconda chance gliel'hanno offerta Perez e Giovinazzi, il primo con un sontuoso lavoro da stopper su Hamilton, il secondo con il ritiro che ha causato la Virtual Safety Car, ma niente, troppo ampio il vantaggio di Lewis. La terza chance è un regalo mastodontico della sorte, stavolta lui lo coglie, ringrazia e scarta, e dentro ci trova un titolo iridato: mica male! 

LEWIS HAMILTON - VOTO 10 Parliamo di un sette volte campione del mondo e oggi lo ha dimostrato in ogni modo possibile. In una giornata complicatissima non sbaglia niente: prima scatta perfettamente mettendosi dietro la Red Bull che partiva in pole, poi schiva tutte le grandissime insidie incontrate, come l'episodio con Verstappen al via, la strenua difesa di Perez verso metà gara (che rimette in gioco l'olandese) e la Virtual Safety Car che non gli ha offerto una finestra di pit-stop, come ha fatto invece con il rivale. Alla fine non può fare nulla, veramente nulla, contro la malasorte. L'incidente di Latifi e la Safety Car successiva offrono a Max una possibilità di pit-stop ulteriore, e con gomme rosse contro le sue bianche usate da 40 giri, è condannato alla sconfitta, che comunque non accetta, lottando come un leone. Verstappen è iridato ma lui resta un grande, forse il più grande.

SERGIO PEREZ - VOTO 9 Il miglior ''secondo'' della storia? Non lo possiamo ancora dire, ma di certo ben pochi potevano fare la magia che ha fatto lui, con gomme rosse usate da 20 giri è riuscito a tenere dietro Hamilton, duramente ma nel pieno rispetto di ogni regola, concedendo una preziosa chance di rimonta al compagno Max Verstappen. Peccato per il podio sfumato alla fine per un problema tecnico, lo aveva conquistato virtualmente già al via con il secco sorpasso su Norris. Sarebbe stato un meritato premio per lui che il prossimo anno avrà voglia, e possibilità, di fare ancora meglio.

CARLOS SAINZ - VOTO 8,5 Alla fine la sfida con Leclerc la vince lui. Un risultato frutto anche di un po' di sfortuna da parte del compagno, ma soprattutto figlio di una costanza invidiabile per tutto il campionato, all'esordio con una nuova vettura. Oggi lo spagnolo non sbaglia nulla, prendendosi la posizione al via su Norris e tenendolo dietro in maniera relativamente facile per tutto il GP. Non può nulla contro i primi tre, ma il ritiro inatteso di Perez gli regala un podio che ha il sapore della giusta ricompensa.

YUKI TSUNODA - VOTO 8 Non gli diamo di più perché alla fine ha avuto un po' di fortuna, ma lui ha fatto, finalmente, una gran bella gara e senza sbagliare nulla! Prima impegna molto Leclerc, poi, dopo le soste, mantiene la settima posizione fino a dieci giri dalla fine, quando cominciano a piovere regali: il sesto posto da parte di Norris (foratura per lui), il quinto da parte di Perez (ritirato) e il quarto scippato a Bottas (con le gomme finite) nel finale. Negli ultimi passaggi ha anche tenuto a bada il compagno di team Pierre Gasly, che con gomme più fresche gli era tornato sotto.

VEDI ANCHE



PIERRE GASLY - VOTO 7 Il quinto posto di oggi è figlio di una pazientissima strategia. Con le gomme Hard all'inizio fa gara di coppia con Fernando Alonso, spingendo fino al limite le coperture della Pirelli. Dopo la sosta supera lo spagnolo e poi si mette a caccia del compagno di team, che fino a quel momento era settimo. Il sorpasso su Tsunoda non è arrivato, ma nel frattempo ha guadagnato altre tre posizioni, due per fortuna (Norris e Perez), una in pista (Bottas). Mica male...

VALTTERI BOTTAS - VOTO 4 Una gara opacissima l'ultima del finlandese con la Mercedes. In partenza non chiude bene Leclerc che lo beffa in staccata, poi viene beffato anche da Tsunoda e resta a lungo impantanato in ottava posizione. Allunga di molto la prima sosta per trovarsi poi nono dopo il pit-stop, ma con gomme molto più fresche. Alla fine si sbarazza di Leclerc ma non riesce a passare Norris fino a 8 giri dal termine, quando approfitta di una foratura del rivale direto. A quel punto prova a riprendere Sainz ma senza fortuna, tenendosi un quinto posto che sarebbe stato giusto giusto il suo voto se non avesse perso altre due posizioni nel finale. 

LANDO NORRIS - VOTO 7 Torna a fare una bella prestazione il giovanissimo britannico, che per tutto il weekend fa vedere di avere il feeling giusto, lo stesso che gli permetterà di tenere dietro a lungo una Mercedes, quella di Valtteri Bottas, fino a una piccola foratura che gli costa gara e quinto posto finale nel mondiale. Ma poco cambia, alla fine con gomma fresca non fa fatica a tornare in una onorevole ottava piazza e, nel finale, a riprendersi anche la settima grazie al ritiro di Perez.

CHARLES LECLERC - VOTO X Dopo una buona partenza, con la quale si prende la sesta posizione su Bottas con un bellissimo sorpasso in staccata nel misto, resta alle spalle di Norris, rischiando anche di perdere la posizione su Tsunoda dopo un lungo. Recuperata la posizione è sfortunato con la Virtual Safety Car, che esce dopo la sua sosta ai box, e così avvantaggia tutti gli altri. Charles ne approfitta per fare una ulteriore sosta ma deve ripartire dalla 12° piazza e alla fine si trova dietro a un trenino di auto tutte con il DRS, senza poter fare nulla. Nel finale il ritiro di Perez lo fa tornare in top ten, ma cambia poco, la sfida con il compagno a fine anno è persa, e questo lo farò recriminare non poco. Che sia propellente per il riscatto nel 2022 dopo una stagione difficile.

GLI ALTRI IN BREVE

FERNANDO ALONSO - VOTO 6,5 Non è stata una gara tranquilla quella di Fernando, ma tratta bene la gomma dura all'inizio e alla fine l'ottavo posto davanti a Ocon è una soddisfazione non scontata.

ESTEBAN OCON - VOTO 6,5 Stesso voto del compagno nonostante la sfida persa, ma tra safety car e virtual safety car, è stata anche un po' questione di sfortuna.

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 5,5 Non certo il mondiale che si aspettava, in ogni caso si sarà divertito, visto che ha vinto il trofeo per il maggior numero di sorpassi precedendo Alonso e Raikkonen. La gara di oggi: nulla da ricordare.

DANIEL RICCIARDO - VOTO 5 Come Leclerc sforunato con le strategie e le Safety Car, ma non aveva sicuramente lo stesso passo del compagno.

LANCE STROLL - VOTO 5 In griglia era davanti al compagno, viene superato in gara e finisce dietro anche a Ricciardo. Non certo la sua migliore gara

NICHOLAS LATIFI - VOTO 4 Gara da dimenticare. Suo malgrado è stato protagonista con l'incidente che ha, di fatto, regalato la chance nitida di titolo a Verstappen. Una cassa di vino sarebbe il minimo.

ANTONIO GIOVINAZZI - VOTO 6 Finisce male la sua avventura in Formula 1. Stava facendo una buona gara poco oltre la zona punti, purtroppo un problema tecnico la fa finire anzitempo.

KIMI RAIKKONEN - VOTO 5,5 La sua lunghissima carriera non finisce in gloria. Al via supera le due Williams, poi a metà gara ha un problema tecnico e finisce a muro. Riporta la macchina ai box e si ritira. Grazie Kimi, ci hai fatto divertire per vent'anni.

GEORGE RUSSELL - VOTO 5 Non una gara da ricordare. Perde al via due posizioni e precipita in ultima piazza, poi un problema tecnico e il ritiro a metà gara. Ora deve solo pensare alla Mercedes.

NIKITA MAZEPIN - VOTO SV La prima stagione in Formula 1 del russo della Haas si conclude con un nulla di fatto, stoppato prima del via per la positività al Covid.

MICK SCHUMACHER - VOTO 6,5 Discreta prestazione per il figlio d'arte che al via supera le due Williams e che, alla fine, tiene dietro Latifi con grinta, poco prima dell'incidente di quest'ultimo.


Pubblicato da Simone Valtieri, 12/12/2021
Tags
AbuDhabiGP 2021
Logo MotorBox