Autore:
Salvo Sardina

DI NUOVO IN PISTA Stagione sportiva terminata? Macché! Alex Zanardi proprio non ne vuole sapere di fermarsi e, tra una medaglia al campionato del mondo di handbike e l’altra, torna al volante di una potente vettura Gran Turismo. A offrire l’opportunità di indossare nuovamente casco e tuta da pilota è l’ultima tappa del Campionato Italiano GT, di scena al Mugello nel weekend del 6 ottobre, che vedrà Zanardi protagonista al volante della Bmw M6 GT3 in equipaggio con Erik Johansson e Stefano Comandini.

RITORNO AL MUGELLO Un appuntamento decisamente speciale per il cinquantaduenne bolognese, che già nel 2016 aveva gareggiato e vinto nel GT italiano – sempre con Bmw – proprio tra le pieghe dell’autodromo toscano. La M6 sarà modificata con le specifiche già installate sulla M8 GTE con cui Zanardi ha corso nell’ultima edizione della 24 di Daytona: oltre ai pedali standard, che saranno ovviamente utilizzati da Johansson e Comandini, sarà installato sulla vettura il volante che consentirà ad Alex di operare su acceleratore e freno direttamente con le mani.

GT Italiano 2019, Alex Zanardi impegnato nei test della Bmw M6 GT3

PAROLA DI ZANNANon vedo l’ora – ha spiegato Alex Zanardi – di scendere in pista al Mugello. Da un lato perché è passato già qualche mese dalla mia ultima gara a Daytona e sono davvero impaziente di tornare al volante. Il Bmw Team Italia gestito dal mio vecchio amico Roberto Ravaglia è quasi come una seconda famiglia per me, così come lo sono gli ingegneri di Bmw M Motorsport che mi supportano da vicino da molti anni. E poi ci sono i fantastici ricordi della vittoria nel 2016, quando ho debuttato alla guida della M6 GT3. È stato un weekend indimenticabile e indescrivibile e so già che mi godrò ogni singolo momento della preparazione della questa gara”.


TAGS: mugello bmw m6 bmw m6 gt3 Alex Zanardi m6 Campionato italiano GT Zanardi