Anteprima

Toyota Yaris 2012: primo contatto


Avatar Redazionale , il 12/07/11

10 anni fa - La Toyota Yaris 2012 mette su qualche cm e diventa più grintosa

La terza generazione del Piccolo Genio volta pagina: la Toyota Yaris 2012 mette su qualche centimetro e diventa più grintosa. A settembre sarà a Francoforte e poco dopo arriverà nelle concessionarie.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI FRANCOFORTE 2011: L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI FRANCOFORTE 2011: L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SOTTO I RIFLETTORI Anche le utilitarie, nel loro piccolo, s'inc...attiviscono. Dopo aver passato una decina d'anni abbondanti a girare per le strade con l'aria un po' ingenua e stralunata, con gli occhioni sgranati, la Toyota Yaris diventa teenager e si trasforma. Della metamorfosi abbiamo già avuto modo di parlare più volte, perché la Toyota Yaris 2012 è stata dapprima al centro di voci e indiscrezioni, poi si è mostrata anzitempo nelle vesti della sua gemella per il mercato giapponese e ha anche sfilato come concept ibrida al Salone di Ginevra, fino a presentarsi in scatti ufficiali come mamma Toyota l'ha fatta. Ora però la macchina torna sotto i riflettori concedendosi per un primo contatto dal vivo, in attesa del debutto in società, a settembre in quel di Francoforte.

A MUSO DURO Faccia a faccia, la Toyota Yaris 2012 conferma le sensazioni trasmesse dalle prime immagini. Il suo aspetto appare meno scanzonato, con i fari che sui allungano e si assottigliano dando al muso uno sguardo più truce. Maggior grinta viene anche dalla mascherina con scollo a V e dalle nervature che attraversano il frontale. Ai lati il fascione paraurti ha spigoli ben marcati, che danno il la a parafanghi ben spallati. Le fiancate e la coda sono della stessa pasta e adottano linee più tese, come se i designer avessero preso la Yaris della seconda generazione e  l'avessero tirata di qua e di là per darle nuova forma.

STRETCHING E in effetti, metro alla mano, la Toyota Yaris 2012 vede la carrozzeria allungarsi di una decina di centimetri e raggiungere i 389 cm, misura che resta comunque lontana dalla concorrenza più stazzata, che spesso è addirittura sopra i quattro metri. Se le proporzioni sono più sportive il merito va anche allora diminuzione dell'altezza di un paio di centimetri, con il tetto che è ora a 151 cm da terra. Delle misure esterne, l'unica che resta invariata è la larghezza, pari a 170 cm, mentre il passo si dà a sua volta allo stretching e cresce di 5 cm, portandosi a 251 cm.

VEDI ANCHE



VIAGGIO NELLO SPAZIO Questa differenza va quasi del tutto a vantaggio dei passeggeri posteriori, che ora hanno a disposizione 4 cm in più per le gambe. Sembrano pochi, sulla carta, ma quando si siede sul divano si scopre che  in fatto di abitabilità  la Toyota Yaris 2012 regge il confronto anche con macchine più grandi, complice il pavimento piatto. È un peccato però che la nuova generazione rinunci al furbo divano scorrevole, molto apprezzato dai clienti delle due edizioni precedenti. In ogni caso la lunghezza del piano di carico aumenta a 710 mm, con il volume base che sale invece a 286 litri, considerando anche un utile doppio fondo.

A ME GLI OCCHI Passando alla zona anteriore, gli occhi sono tutti per la plancia,  che si sviluppa per linee orizzontali per dare un senso di maggior spaziosità. Il disegno è asimmetrico e moderno ma pulito, acqua e sapone. Dal punto di vista della qualità, gli arredi appagano più la vista che il tatto ma la lavorazione superficiale maschera bene l'uso di plastiche piuttosto economiche sulla parte superiore della plancia e dei pannelli delle porte. Buona come tradizione della Casa è invece la cura messa negli assemblaggi.

TRIO BEN NOTO Sotto la pelle, la Toyota Yaris 2012 nasconde sospensioni anteriori McPherson e posteriori a ruote interconnesse con braccio torcente. Quanto poi ai motori, la nuova generazione non segna novità di rilievo, con l'offerta che parte dal mille a tre cilindri da 69 cv e 93 Nm, abbinato al cambio manuale a cinque marce e capace di accontentarsi di 4,2 litri ogni 100 km. Per chi cerca più brio c'è invece il 1300 da 99 cv e 125 Nm, che può essere accoppiato al cambio manuale a sei marce o a quello a variazione continua 7-Multidrive S, con consumi rispettivamente di 5,2 e 5 litri/100 km. A completare il quadro c'è poi un 1400 turbodiesel D-4D da 90 cv e 205 Nm, con trasmissione manuale o robotizzata a sei marce, accreditato di consumi di 3,9-4 litri sui canonici 100 km.

DA DEFINIRE Anche se nella gallery non si vede, della Toyota Yaris 2012 esiste anche una versione a tre porte, mentre parlando di allestimenti ne sono previsti quattro: base, Active, Style e LoungePrezzi ed equipaggiamenti sono ancora in via di definizione ma da sempre le Yaris sono ben dotate e i vertici della Toyota promettono che le cose non cambieranno, annunciando che già la versione Active (attesa best-sellar con il 70% degli ordini) disporrà di un sistema multimediale con schermo da 6,1 pollici, Bluetooth, attacco USB e retrocamera di assistenza al parcheggio.


Pubblicato da Paolo Sardi, 12/07/2011
Gallery
Salone di Francoforte 2011: l'elenco aggiornato
Logo MotorBox