Anteprima

Renault Clio IV: un nuovo video ufficiale


Avatar di Andrea  Rapelli , il 29/08/12

9 anni fa - La piccola della Regie volta pagina e cambia profondamente.

La Renault Clio IV si mostra in veste definitiva, forte di un design tagliente e di tanta tecnologia. Con anche un inedito 3 cilindri turbo a benzina

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE NOVITÀ DEL SALONE DI PARIGI 2012, composto da 86 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE NOVITÀ DEL SALONE DI PARIGI 2012 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

BUONA LA QUARTA L'attesa è durata poco: finalmente, la Renault Clio IV si mostra come mamma l'ha fatta, in tutto il suo splendore. Anzi, come Laurens van den Acker, capo del centro stile Renault, l'ha voluta. Inaugurando tutto un altro design, ben più suadente e grintosetto rispetto alla generazione III.

TORNITA Frontale, con lo stemmone in bella evidenza, e fiancate della Renault Clio IV li conoscete già, anche se solo da qualche oretta. Adesso, però, ci si può finalmente esprimere pure sulla coda. Soda, sostenuta, stilisticamente complessa ma pura. Per un risultato che colpisce, soprattutto considerando il passato più recente. Affascinanti anche le protezioni (o forse sarebbe meglio chiamarli inserti) alla base delle portiere, capaci di creare un contrasto fine e piacevole con l'andamento della fiancata. Quasi dimenticavo: la Clio IV dice addio alle 3 porte preferendo, esclusivamente, la praticità delle 5 aperture.

UN PO' IV, UN PO' III Misure e dati tecnici specifici ancora non sono disponibili, tuttavia si sa con ragionevole certezza che la Renault Clio IV è stata modellata e costruita su un telaio derivato dal modello precedente. Ma settato, come ha sempre annunciato Carlos Tavares, Chief Operating Officer Renault (il capo, per intenderci), in chiave piacere di guida. Tanto che, in quel di Goodwood, ha già debuttato la variante RS, seppure con vistose camuffature.

VEDI ANCHE


PREMIERE A 3 CILINDRI Sotto il cofano della Renault Clio IV, per la prima volta, appare un propulsore 3 cilindri 900 benzina della famiglia TCe, con un turbo a bassa pressione che gli permette di esprimere 90 CV e 135 Nm a 2.000 giri. La stessa potenza del 1.5 dCi Energy che, nella versione ecosostenibile, consuma solo 3,4 l/100 km ed emette 90 gr/km di CO2. Completa il quadro un 1.2 TCe da 120 CV, in accoppiata con il cambio automatico a doppia frizione EDC (190 Nm a 1.750 giri). Naturalmente, non mancano indicatori di cambiata e pulsante ECO che – dicono in Renault – permette di ridurre i consumi fino al 10%.

VIVE LE COULEUR Uno sguardo all'interno e le fredde (e insapori) plastiche della Clio III si dimenticano in un lampo, almeno per quanto riguarda l'estetica. Qualche lineamento duro c'è, inutile negarlo, ma la plancia della Renault Clio IV si fa più frizzante e briosa, sia negli accostamenti cromatici sia nel design. Tra l'altro, è stra-personalizzabile nei dettagli. Se il quadro strumenti pare piuttosto arzigogolato, l'ampio schermo touch da 7 pollici è invece integratissimo e nasconde una serie di chicche niente male.

TIPO TABLET In buona sostanza, il touchscreen a centro plancia si chiama R-Link e consente, tanto per cominciare, di crearsi la schermata iniziale personale, così da richiamare più facilmente le funzioni preferite. Non mancano il navigatore TomTom, un programmino che dà ecoconsigli di guida e, dulcis in fundo, l'App R-Link che consente di scaricare tutta una serie di applicazioni dalla rete. Tra le più interessanti la R-Sound Effect, con 6 tonalità di scarico diverse riproducibili dagli altoparlanti dell'impianto audio. Il tutto, perfettamente sincronizzato con velocità, accelerazione, pressione sul pedale del gas... Infine, tutti gli impianti audio offrono prese Aux/Usb, vivavoce Bluetooth e sistema Renault Bass Reflex, con una migliore fedeltà della basse frequenze, aumento delle soglie di saturazione e distorsione. La Renault Clio IV sarà disponibile in 3 allestimenti, Trendy, Elegance e Sport.

GUARDA IL VIDEO


Pubblicato da Andrea Rapelli, 29/08/2012
Gallery
Tutte le novità del Salone di Parigi 2012
Logo MotorBox