Prossimamente

Cadillac ATS


Avatar di Luca Cereda , il 10/01/12

9 anni fa - A Detroit debutta la nuova berlina Cadillac ATS

A Detroit debutta la nuova berlina Cadillac ATS, che arriverà in Europa alla fine del 2012. Le sue virtù? Un peso da figurino e le numerose funzionalità del CUE...

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE NOVITÀ DEL SALONE DI PARIGI 2012, composto da 86 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE NOVITÀ DEL SALONE DI PARIGI 2012 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

CON LA A Debutta al salone di Detroit la nuova Cadillac di segmento D, la Cadillac ATS, che se la vedrà, anche nel mercato europeo, con le solite tedesche premium - leggi Audi, Mercedes e Bmw. Strettamente imparentata con la sorella CTS nel look, punta forte sulle sue doti “nascoste”: un peso alla bilancia da figurino e le infinite virtù del suo sistema di infotainment, ribattezzato CUE (che sta per Cadillac User Experience). Di base è a trazione posteriore, pagando l’extra si può avere anche AWD.

LEGNO, METALLO E FIBRA Da noi arriverà a fine 2012; in Nordamerica, invece, se la potranno comprare già da quest’estate. Inconfondibilmente Cadillac nella sua griglia imponente e nella carrozzeria dai lineamenti molto marcati, la Cadillac ATS fa sfoggio di gruppi ottici a LED e di cerchi massicci che di norma misurano 17’’ pollici ma che a richiesta diventano da 18’’. Gli interni tendono allo sportivo nelle tappezzerie, di tonalità scura e rifinite con cuciture a contrasto. Nell’arredamento non mancano poi finiture di pregio, fatte con materiali dai più classici ai più moderni, quali vero legno, metallo placcato e fibra di carbonio.

VEDI ANCHE



CHE CUE! A rubare la scena nell’abitacolo è però la tecnologia, con il citato monitor del CUE che si staglia al centro della plancia. Questo LCD da 8 pollici è l'unità di comando di un dispositivo capace di spaziare dalla musica all’infotainment, passando per la navigazione. Il CUE può ricevere informazioni da un massimo di 10 dispositivi mobili muniti di Bluetooth, porte USB, schede SD e lettori MP3. Si governa con 4 pulsanti in tutto ed è in grado di ricevere anche i comandi vocali. Di serie fa il paio con un impianto stereo Bose.

ARCHITETTURA LEGGERA Dal punto di vista dinamico, invece, la Cadillac ATS cita come credenziali un peso sotto la media della categoria (si parla di 1542 chili in ordine di marcia ripartiti – a detta della casa- con una proporzione vicinissima al 50/50 tra avantreno e retrotreno) e le virtù del pacchetto di sospensioni sportive Magnetic Ride Control (di serie). Per migliorare ulteriormente le prestazioni stradali è possibile, pescando dagli optional, aggiungere la trazione integrale e un impianto frenante griffato Brembo.

TRE BENZINA Aspettando le specifiche commerciali europee, che prevedono l’ingresso in gamma di un diesel, al momento la Cadillac ATS va in vendita negli States con tre motori a benzina a listino. In rigoroso ordine di cavalleria, al primo gradino troviamo un 2.5 da 202 cv e 255 Nm di coppia massima, seguito a ruota da un duemila 4 cilindri turbo da 273 cv. L’opzione più potente per il mercato a stelle e strisce resta però il V6 da 3.6 litri capace di 322 cavalli di potenza e 362 Nm di coppia massime. A tutti questi cuori si può abbinare indistintamente il cambio manuale a 6 marce o l’automatico a 6 rapporti.   


Pubblicato da Luca Cereda, 10/01/2012
Gallery
Tutte le novità del Salone di Parigi 2012
Logo MotorBox