Autore:
Gilberto Milano

QUATTRO ANNI DOPO Alla fine, dopo anni di variazioni sul tema ecco finalmente arrivato il momento del debutto della Volkswagen up!, compatta pensata inizialmente come vettura elettrica e ora proposta con motori tre cilindri a basso consumo e ridotto impatto ambientale, in attesa della versione elettrica programmata per il 2013.  

LE ANTENATE Il look resta fondamentalmente quello a due volumi già visto sulla Concept E-Up! del 2009 e prima ancora su quella che forse è stata la più innovativa di tutte le concept fin qui proposte per la up!, parliamo della famiglia di Concept space up! del 2007, da cui tutto è partito: tre e quattro porte più la Concept space up! Blue elettrica.

DAL SOGNO ALLA REALTA’ Come sempre accade, il passaggio dal prototipo al mercato lascia per strada le intuizioni stilistiche più estreme a favore di un design più razionale e pratico, proprio per poter essere attraente a un pubblico più vasto. E in questo anche la up! si è mossa nella tradizione. La up! a tre porte che debutterà a Francoforte, della quale sono state distribuite le prime foto e i primi dettagli tecnici, è meno ardita nello stile rispetto alle antenate, senza però tradirne lo spirito iniziale. A cominciare dalla forma a scatola per sfruttare meglio lo spazio interno e alla cornice che caratterizza il paraurti anteriore, segno distintivo di questo modello sin dall’inizio.

CITY CAR, MA SPAZIOSA La Volkswagen up! si inserisce quindi nel panorama delle auto da città, compatte fuori e spaziose all’interno, poco assetate di benzina ma comode e dotate di numerosi sistemi di sicurezza e di infotainment in grado di accontentare gusti e richieste di grandi e piccini. Le misure sono quasi da leadership del settore (3,54 m di lunghezza, 1,64 m di larghezza e 1,48 di altezza) considerando che si tratta di una quattro posti. Il tutto grazie a sbalzi ridotti all’osso (585 mm anteriore, 535 mm posteriore) che hanno consentito di ottenere un passo molto lungo (2,42 m) e una capacità del bagagliaio di 251 litri (può arrivare a 951 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori) tra le più ampie del segmento.

C’E’ ANCHE IL PID L’interno è molto tedesco nel suo stile classico e senza fronzoli, ma molto pratico e a suo modo elegante. Dietro il volante spicca uno strumento centrale (tachimetro) che racchiude un piccolo display digitale mentre contagiri e livello del carburante fanno da contorno ai lati. Nella plancia centrale, contornata da un bordo cromato, sono raccolti i comandi per radio e condizionatore. Sopra quest’ultima spicca il Portable Infotainment Device (PID) un sistema di infotainment portatile che si installa sulla plancia tramite apposito attacco con funzioni di navigatore ma anche di telefono e di intrattenimento oltre che di telecamera per assistenza al parcheggio.

UP! BOX Oltre a questi dettagli elettronici, all’interno spiccano anche una serie di amenità per rendere più piacevole la vita a bordo, come la serie di “up! Box”, soluzioni portaoggetti per tutte le esigenze, come per esempio la “kid box” per genitori con bambini piccoli, la “city box” o la “travel box”, ognuna con accessori utili ai diversi tipi di clientela.

BLACK & WITHE La up! debutterà in Europa a dicembre con tre versioni: take up! (la più economica), move up! (orientata al comfort), high up! (la top di gamma). Fin dal lancio verranno inoltre offerti due modelli speciali particolarmente eleganti definiti sulla base della high up!: la up! black e la up! white.

TRE CILINDRI Con lei debutta una nuova generazione di motori benzina tre cilindri da un litro con potenze di 60 e 75 CV che sulla carta garantiscono consumi record. La Casa parla di consumi medi di 4,2 l/100 km per la 60 CV e di 4,3 l/100 km per la 75 CV. Valori ottenuti grazie anche alle soluzioni BlueMotion Technology, tra cui anche il sistema start/stop. Va da sé che anche le emissioni saranno basse, e comunque al di sotto del limite di 100 g/km di CO2 fissato dalle norme europee. Livelli raggiunti anche dalla versione a gas metano da 68 CV, che arriverà successivamente, per la quale Volkswagen dichiara un consumo medio di 3,2 kg/100 km a fronte di emissioni di CO2 di 86 g/km, che diventano 79 g/km nella versione BlueMotion Technology. Infine, nel 2013 arriverà la up! con trazione elettrica.

CITY LIFE Quanto ai sistemi di sicurezza, sulla up! debutta il sistema di frenata di emergenza City (a richiesta) che si attiva automaticamente a velocità inferiori a 30 km/h. Tramite un sensore laser, il sistema registra il rischio di una collisione imminente e con una frenata automatica può contribuire a ridurre la gravità dell’impatto e persino ad evitarlo.


TAGS: tutto agosto in uno sguardo volkswagen up! salone di francoforte Salone di Francoforte 2011: l'elenco aggiornato