Autore:
Simone Dellisanti

TEAM HANSEN Schierando due Peugeot 208 WRX con alcune evoluzioni tecniche, nella sesta manche del Campionato del Mondo FIA di Rallycross, il GP di Holjes, il Team Peugeot Total ha fatto la scelta dell’apprendimento a tappe forzate. In occasione di un ‘’Magic Week-end’’ molto combattuto nella patria della famiglia Hansen, la squadra ha saputo mettere in evidenza il potenziale della versione evoluta della Peugeot 208 WRX, ma riparte da Höljes con un risultato in chiaroscuro che non riflette completamente le sue ambizioni, né le sue aspettative in termini di prestazioni. Ecco le dichiarazioni dei piloti Peugeot dopo la gara svedese.

BRUNO FAMIN Direttore di Peugeot Sport “L’obiettivo era portare in gara le nuove evoluzioni della vettura il più velocemente possibile, perché possiamo fare centinaia di chilometri di test – e ne abbiamo percorsi quasi l’equivalente dei chilometri di una stagione – ma niente vale quanto l’esperienza in gara. Scopriamo nuovi problemi, l’uso della vettura è diverso… Sapevamo che, visto il livello del campionato, sarebbe stata una partita difficile, volevamo mettere alla prova questi sviluppi tecnici, in modo da continuare a progredire. Vogliamo raggiungere il nostro obiettivo il più rapidamente possibile, cioè essere in grado di lottare per la vittoria in ogni gara. L’inizio del weekend è stato complicato: abbiamo dovuto imparare, mettere a punto le regolazioni della vettura, che è abbastanza diversa da guidare rispetto alla versione precedente, ed abbiamo avuto qualche problema tecnico. I piloti e gli ingegneri hanno avuto bisogno di un tempo di adattamento per trovare le regolazioni corrette. Alla fine siamo riusciti a farlo abbastanza in fretta e abbiamo visto la progressione della vettura durante le sessioni di guida per presentare, questa domenica, un pacchetto assolutamente competitivo! Se guardiamo i tempi sul giro di Timmy, penso che poteva legittimamente aspirare a un 2° posto in finale, senza quell’incidente in gara, per il quale il nostro avversario è stato logicamente penalizzato. Dunque a Höljes non abbiamo ottenuto un risultato sportivo importante ma abbiamo di che essere ottimisti per il futuro. E, soprattutto, abbiamo messo in evidenza un potenziale molto interessante, che è quello che cercavamo. Il lavoro non si ferma qui!”

TIMMY HANSEN “Alla fine mi sono sentito terribilmente frustrato. Nella squadra, tutti – i meccanici, gli ingegneri e anch’io – abbiamo fatto un lavoro enorme per adattarci a tutti i nuovi parametri legati all’introduzione della Peugeot 208 WRX “evoluzione”. Il week-end si è svolto in condizioni fantastiche. Ero 2° all’ultimo giro della finale, ma Bakkerud mi ha spinto fuori dalla mia traiettoria e mi ha superato. Poi Ekström mi ha buttato fuori pista. L’impatto è stato abbastanza violento e mi sono lussato la spalla. Mi fa ancora un po’ male, ma soprattutto mi fa male dentro. Il potenziale che rimane da esplorare con queste evoluzioni sulla 208 WRX è enorme. È quello che mi motiva ad andare avanti! Sono convinto che faremo dei progressi e guadagneremo in velocità nel corso della stagione. Per la prossima gara in Canada, spero che potremo lottare per la vittoria!”

KEVIN HANSENÈ stato un ottimo week-end! Abbiamo lavorato sodo e abbiamo compiuto progressi in tutta questa gara con la Peugeot 208 WRX con le specifiche 2018. La vettura è un po’ diversa dalla precedente, quindi abbiamo avuto bisogno di un po’ di tempo per domarla e trovare le giuste regolazioni. A partire dal warm-up di ieri mattina, è andato tutto bene e credo che abbiamo compiuto molti progressi con le regolazioni e la guida. Ancora una volta, è una grande soddisfazione arrivare in finale! Mi sono dovuto fermare al secondo giro per un problema tecnico. È un vero peccato, ma sono comunque molto contento di questo week-end a Höljes.”

SEBASTIEN LOEBNon sono per nulla soddisfatto di questo week-end. Le manche di qualificazione Q1 & Q2 non sono andate molto bene. Ieri mattina, nella Q3 ho urtato Timerzyanov, ho rotto una sospensione e sono finito ultimo della manche. Alla fine della Q4, ero 7° in classifica generale. Con questo piazzamento, la posizione di partenza nella semifinale è nella seconda fila, all’esterno: non è affatto ideale. Alla fine, non sono riuscito a uscire dalla spirale negativa di questo week-end appena concluso. Il nostro obiettivo per il campionato è conquistare il massimo dei punti, cosa che purtroppo non è successa a Höljes. Ho perso alcune posizioni in classifica generale e Kristoffersson prende il largo al comando del campionato. Non è quello che volevamo! La Peugeot 208 WRX evoluta offre un potenziale interessante ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.”


TAGS: Peugeot 208 Wrx rallycross 2018