Autore:
Antonio Albertini

MERCEDES IN DIFESA Conquistato matematicamente a Suzuka il sesto titolo Costruttori consecutivo, la Mercedes si appresta ad affrontare gli ultimi quattro gran premi stagionali con i suoi due piloti pronti a contendersi il Mondiale Piloti. Toto Wolff si allinea al pensiero di Lewis Hamilton e per il weekend del GP Messico si dichiara piuttosto allarmista, spiegando di attendersi una gara in difesa per le Frecce d'Argento sul circuito Hermanos Rodriguez, teatro negli ultimi due anni di due successi per la Red Bull di Max Verstappen.

F1 GP Giappone 2019, Suzuka: Lewis Hamilton e Valtteri Bottas festeggiano il successo con il team Mercedes

LIMITARE I DANNI "Siamo tornati rapidamente alla nostra solita routine di preparazione della gara dopo il Giappone - ha dichiarato Wolff - Sappiamo che le quattro gare rimanenti non saranno facili e prevediamo che il Messico sarà la più difficile per noi. L'alta quota della pista presenta alcune sfide insolite in quanto la bassa densità dell'aria influisce sul carico aerodinamico della vettura, sul raffreddamento e sulle prestazioni del motore. È una combinazione che non si adatta particolarmente alla nostra auto, ma daremo tutto per cercare di limitare i danni".

TRIONFI INIMMAGINABILI Tornando sul titolo mondiale conquistato in Giappone, Wolff ha celebrato la striscia di successi che ha permesso al suo team di eguagliare la Ferrari di inizio millennio: "Quando ci siamo imbarcati in questo viaggio, nessuno avrebbe mai immaginato che saremmo stati in grado di raggiungere tutto ciò. Speravamo di poter vincere delle gare, magari anche un campionato, e rappresentare bene il marchio Mercedes, ma vincere sei doppi campionati consecutivi e battere un record che sembrava imbattibile è una grande soddisfazione. È un risultato che testimonia il duro lavoro, la grande determinazione e la passione di ogni singolo membro del nostro team". 


TAGS: ferrari mercedes formula 1 red bull città del messico f1 Hamilton GP messico verstappen wolff f1 2019 MexicoGP 2019 Hermanos Rodriguez