Autore:
Antonio Albertini

PRIMATO DI POLE NEL MIRINO In Giappone, la Ferrari ha portato a cinque la striscia di pole position consecutive in questo scorcio di stagione. A Sochi e Suzuka, però, Charles Leclerc e Sebastian Vettel in gara non hanno massimizzato il risultato delle qualifiche, concludendo rispettivamente terzo e secondo. Il GP Messico, con i lunghi rettilinei dell'Autodromo Hermanos Rodriguez, può essere l'occasione per proseguire il filotto di pole position - portando il totale stagionale a nove e superando così la Mercedes - e per ritrovare il successo la domenica. Ne è convinto il team principal Mattia Binotto, che nella sua analisi pregara non ha nascosto le ambizioni del Cavallino Rampante.

MASSIMO RISULTATODopo due gare nelle quali avremmo potuto fare meglio - ha dichiarato Binotto - ci presentiamo in Messico con la voglia di portare a casa il massimo risultato. Cercheremo di conquistare la sesta pole position consecutiva per poi puntare alla vittoria. Quella messicana è tuttavia una pista ricca di insidie, alcune delle quali sono legate al fatto che si gareggia a oltre duemila metri, il che rende la messa a punto dell’assetto e dei settaggi della Power Unit molto difficile con regolazioni specifiche. Il circuito propone curve di diverso genere ma anche lunghi rettilinei sui quali di anno in anno vengono battuti i record legati alle velocità di punta. Il compromesso tra top speed e velocità in curva detterà le scelte di carico aerodinamico con le quali scenderemo in pista”.

F1 GP Russia 2019, Sochi: Leclerc e Vettel (Ferrari) nelle fasi iniziali di gara

STATISTICHE FERRARI
GP disputati 987
Stagioni in F1 70
Debutto Monaco 1950 (Alberto Ascari 2°; Raymond Sommer 4°; Luigi Villoresi rit.)
Vittorie 238 (24,11%)
Pole position 227 (22,99%)
Giri più veloci 252 (25,53%)
Podi totali 768 (77,81%)

STATISTICHE FERRARI GP MESSICO
GP disputati 18
Debutto 1963 (John Surtees sq.; Lorenzo Bandini rit.)
Vittorie 2 (11,11%)
Pole position 2 (11,11%)
Giri più veloci 4 (22,22%)
Podi totali 10 (55,55%)


TAGS: ferrari formula 1 f1 GP messico mattia binotto binotto leclerc f1 2019 SF90 MexicoGP 2019 Hermanos Rodriguez