VITTORIA DA DIFENDERE Più che Silverstone, Mattia Binotto pensa siano altre le piste favorevoli per la Ferrari da qui alla fine del campionato dove vendicare le recenti e brucianti sconfitte, su tutte quelle con ampia presenza di rettilinei come Hockenheim, Spa e Monza. Ma sullo storico tracciato dove domenica si disputerà il Gran Premio della Gran Bretagna, la rossa ha vinto lo scorso anno con Sebastian Vettel, e anche se le caratteristiche della SF90 sono diverse rispetto a quelle della SF71H, non è escluso che domenica si veda ancora il tedesco, ma ancheil suo velocissimo compagno Charles Leclerc, lottare per il podio.

ANCORA UPGRADE A tale scopo, non si fermano gli sviluppi sulla travagliata monoposto rossa di questa stagione, con il team principal Binotto che ha annunciato l'ennesimo aggiornamento aerodinamico al fine di risolvere il problema cronico della SF90 sulla gestione dei pneumatici Pirelli. A spiegare le difficoltà che la pista di Silverstone presenterà un po' a tutti i team del mondiale, ci ha pensato lo stesso numero uno della GES, tramite i canali ufficiali della Scuderia.

EQUILIBRI INASPETTATI "Silverstone è tra le piste più difficili della stagione" - ha esordito Binotto - "È un tracciato sul quale la vettura viene messa a dura prova per assetto e bilancio. Si tratta di una pista sulla quale anche le gomme sono fortemente sollecitate. Qui l’usura delle coperture gioco un ruolo fondamentale nella gestione della corsa. Ci aspettiamo che Silverstone non sia particolarmente favorevole alla nostra vettura, pur essendo consapevoli che a ogni gara gli equilibri sono diversi e a volte inaspettati."

QUALE GAP? "Anche al GP di Gran Bretagna porteremo un’ulteriore piccola modifica aerodinamica, che dimostra quanto sia continuo l’impegno nello sviluppo della nostra vettura" - ha poi aggiunto Binotto, prima di concludere - "Sarà un week-end utile per capire una volta di più se il recente lavoro ci ha permesso di ridurre lo svantaggio rispetto ai nostri rivali su determinate tipologie di piste."


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel Charles Leclerc mattia binotto f1 2019 GP Gran Bretagna 2019 BritishGP 2019