Autore:
Salvo Sardina

SILVERSTONE IN SALITA Che la tappa in Gran Bretagna sarebbe stata un po’ complicata per la Ferrari, c’era da attenderselo viste le caratteristiche del tracciato di Silverstone. La SF90 in versione Uk sembra infatti aver faticato nella prima giornata di operazioni nello storico circuito del Northamptonshire, anche se Charles Leclerc pare comunque proseguire l’ottimo stato di forma già palesato nelle tappe in Austria e Francia. Il monegasco ha preceduto il compagno Sebastian Vettel in entrambe le sessioni di prove libere del venerdì britannico, mostrandosi particolarmente vicino alle Mercedes soprattutto nella simulazione di qualifica effettuata nelle PL2.

PASSO GARA Il problema – ammesso che i tecnici Ferrari non riescano a effettuare nel corso della notte le modifiche necessarie a rendere più competitiva la SF90 – sembra essere invece sempre la gestione delle gomme a pieno carico di carburante, con le Mercedes che, al contrario, si sono mostrate in grado di mantenere un ottimo passo facendo lavorare al meglio le mescole portate in pista dalla Pirelli. “ – ha spiegato Leclerc dopo la bandiera a scacchi delle PL2 – oggi è stato un giorno abbastanza difficile per noi. Abbiamo testato tante nuove componenti e credo che sul giro secco non siamo messi così male. Ma abbiamo per contro faticato molto sul passo gara e credo ci sarà tanto lavoro da fare, in modo da aiutare le gomme anteriori, specialmente la sinistra, a lavorare meglio. Speriamo domani di poter fare un significativo step in avanti”.

MERCEDES AL TOPFerrari team da battere? Ok, a essere onesti – ha aggiunto Charles ricordando la vittoria di Vettel nel 2018 – mi aspetto che sia invece la Mercedes il team da battere in questo fine settimana. E credo anche che oggi abbiano confermato di essere molto molto veloci sul passo gara. Dobbiamo lavorare molto, penso che anche sul giro secco abbiano ancora qualcosa nel taschino”. Non è mancata infine una considerazione sul nuovo asfalto della pista di Silverstone: “È molto liscio, forse un po’ troppo. Forse è vero che noi, come piloti, non siamo mai davvero soddisfatti. Ma alla fine è tutto molto liscio, il grip è incredibile e questo è positivo. Personalmente però preferisco quando c’è qualche sconnessione in più”.


TAGS: ferrari formula 1 silverstone f1 leclerc f1 2019 gp gran bretagna BritishGP 2019