Autore:
Salvo Sardina

TORO DELUSO Alla fine, tra i delusi del Gran Premio di Gran Bretagna 2019, non potrebbe che esserci lui, Max Verstappen. Il giovane asso olandese è stato uno dei grandi protagonisti della gara di Silverstone, dando vita a una lotta senza quartiere, a suon di attacchi ruota e ruota e sportellate, con il rivale di una vita Charles Leclerc. La quinta posizione sotto alla bandiera a scacchi è però frutto dello sfortunato episodio con Sebastian Vettel, che alla curva Club ha perso il punto di staccata finendo per centrarlo in pieno sul posteriore.

MAX COMPRENSIVO Una manovra illecita che non a caso è stata anche giustamente sanzionata dalla Direzione Gara, che ha penalizzato Seb con dieci secondi di penalità da aggiungere al tempo complessivo della corsa. Solitamente fumantino e poco incline ad ascoltare le ragioni dei rivali, Verstappen ha però mostrato di accettare di buon grado le scuse del tedesco, che subito a fine gara si è recato in parco chiuso per una stretta di mano riparatrice. “Non sono arrabbiato – ha spiegato Max – sono solo deluso. Alla fine Seb non l’ha fatto apposta, stavamo lottando duramente e probabilmente lui ha solo sottovalutato un po’ la direzione che avrei preso. Ha frenato tardi e mi ha colpito”.

LATI POSITIVI Non mancano però gli elementi per cui sorridere, con la RB15 apparsa in forma decisamente migliore rispetto alla versione inglese della SF90: “Eravamo decisamente più veloci della Ferrari, anche se era un po’ difficile superarli. Il team ha scelto però una strategia fantastica per me, e anche sulla velocità in rettilineo eravamo abbastanza competitivi, il che mi rende molto contento”. Non è mancato neppure un commento sulla lotta con Leclerc, culminata con una ruotata che suona quasi come vendetta per l’Austria: “Sì, è stata una battaglia dura. Non volevo rischiare troppo, volevo che restasse una lotta pulita perché eravamo chiaramente più veloci. Quando hai solo una possibilità, chiaramente dai tutto appena si presenta l’occasione. Ma in questo caso eravamo noi a essere più veloci in quel frangente, dunque stavo solo cercando di trovare il momento giusto per passare”.

GASLY BATTE UN COLPO La tappa britannica ci ha poi consegnato anche un Pierre Gasly finalmente convincente. “Siamo stati competitivi – ha spiegato il francese ex Toro Rosso – sin dal venerdì, e quella di oggi è stata la mia miglior domenica dell’anno. Abbiamo lottato al vertice, quindi sono contento del quarto posto. Ovviamente sono un po’ dispiaciuto per non essere salito sul podio… C’eravamo vicini, ma comunque abbiamo fatto un grosso step in avanti in questo fine settimana. Ci sono state delle belle battaglie con Seb e Charles, adesso dobbiamo continuare a lavorare per migliorarci ancora e compiere quel salto di qualità che ci consentirà di salire sul podio. In ogni caso, è chiaro che non siamo poi così distanti, quindi bisognerà continuare a spingere perché è questa la direzione giusta”.

 

 


TAGS: formula 1 red bull silverstone f1 max verstappen pierre gasly f1 2019 gp gran bretagna BritishGP 2019 Vettel Verstappen