Autore:
Simone Valtieri

DIFFICOLTÀ Giornata sottotono per Sebastian Vettel e per la Ferrari a Silverstone, dove la Formula 1 ha riaperto i battenti oggi con la prima e la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna. Il tedesco di Maranello ha trovato difficoltà sin dalle prime battute a trovare il feeling con la pista e con la vettura, pagando decimi sul giro veloce anche al compagno Leclerc, e addirittura secondi sul passo gara ai rivali della Mercedes. Al termine delle fatiche odierne, Seb si è presentato all'hospitality Ferrari per le interviste di rito.

ALTI E BASSI "Non sono del tutto felice, abbiamo passato un pomeriggio complicato" - ha spiegato senza peli sulla lingua Vettel - "Abbiamo avuto tanti alti e bassi per diversi motivi, provando alcune soluzione. Non sono preoccupato dei tempi, penso che se guardiamo alla situazione nel complesso non siamo male, ma non siamo stati costanti, mentre la Mercedes sembra molto veloce, è sicuramente la macchina da battere qui, e anche la Red Bull mi è sembrata essere più vicina."

SENZA RISPOSTE "Non credo siamo ancora pronti per la gara di domenica" - ha proseguito Vettel rispondendo ad altre domande - "C'è sicuramente qualcosa che possiamo fare, il venerdì è sempre una giornata particolare in cui testiamo diverse soluzioni e alcune oggi non hanno funzionato, quindi dobbiamo scegliere bene che strada prendere per domani. Il vento? No c'era per tutti. Il circuito? Non so se ci penalizza, non ho una risposta, è difficile leggere la situazione. Il nuovo asfalto? Diverso e più liscio rispetto allo scorso anno, c'è più grip e dunque guidare è sicuramente più divertente."

MACCHINA NERVOSA Vettel ha aggiunto anche un commento alla sua uscita di pista nel secondo settore, per la verità un inconveniente capitato a molti piloti oggi. "Ho provato a spingere ma ho perso il controllo dell'auto, non è stato un errore. Penso che tutto rientri nelle conseguenze del lavoro che facciamo il venerdì. La macchina era piuttosto nervosa oggi, soprattutto quando si alzava il vento, ora dobbiamo solo lavorare e capire cosa tenere tra le soluzioni provate e quale scartare."


TAGS: ferrari formula 1 vettel f1 f1 2019 gp gran bretagna BritishGP 2019