Autore:
Lorenzo Centenari

MILANO CAPITALE Arte e scienza che si mescolano insieme, futuro e tradizione che si incontrano al tempo presente, per dare vita a un'esperienza sensoriale affascinante. Tutto questo è Milano. Una grande città, ora anche una motocicletta. A EICMA 2017, Moto Morini presenta l'ultimo dei suoi modelli e il primo esemplare di una nuova dinastia: minimo comun denominatore, lo stile artigianale al 100% made in Italy. Stile inteso come design, ma anche come meccanica di precisione.

PASSATO PRESENTE Perché diciamo questo? Semplice. Basta un'occhiata sfuggente alla gallery fotografica per apprendere come la Moto Morini Milano sia un pezzo di arte contemporanea che come pochi riesce a coniugare il gusto vintage con l'avanguardia tecnologica. E una ciclistica semplice con un motore sofisticato, ma estremamente gestibile. Tratti marcati convivono con uno stile complessivamente morbido ed elegante, espressamente ispirato alla mitica MM 3 1/2 degli anni Settanta. Un disegno nostalgico, ma che tuttavia non trascura l'importanza dei sistemi digitali: il display da 5 pollici di derivazione Corsaro ha una grafica tutta nuova.

CICLISTICAMENTE Il telaio di Moto Morini Milano è a sua volta una reinterpretazione del noto traliccio in acciaio, appositamente modificato per poter essere cavalcato anche da piloti di scarsa esperienza. All'anteriore, la forcella con steli rivestiti in Diamond like carbon e piedini ricavati dal pieno è regolabile in compressione, estensione e precarico, proprio come il monoammortizzatore posteriore (estensione, interasse, precarico). L'impianto frenante si fonda su pinze radiali monoblocco a quattro pistonicini davanti, con doppio disco flottante da 320 mm e pompa semi-radiale, e al posteriore pompa a due pistoncini con disco da 220 mm, tutto siglato Brembo. A sigillare la sicurezza del sistema, l'ABS Bosh a due vie disinseribile tramite un pulsante al manubrio. Pirelli, infine, il fornitore dei pneumatici che rivestono cerchi da 17 pollici in alluminio forgiato. 

TRIBUTI BICILINDRICI Cuore pulsante della Moto Morini Milano è poi il Bialbero 1200 CorsaCorta, nome di battaglia di un sopraffino bicilindrico a V di 87° da 110 cv (altro richiamo al bicilindrico della 3 1/2, che anche allora fu progettato dall'ingegner Franco Lambertini) e una curva di coppia assai corposa, ma al tempo stesso progressiva. A registrarne la voce è lo scenografico doppio terminale di scarico sovrapposto sul lato destro, un intreccio di tubi in alluminio che corre lungo il fianco del motore e che si ispira alla special edition Ti22, esemplare unico di Moto Morini Corsaro ZZ sviluppato dal reparto One-Off della Casa di Trivolzio. Presto, molto presto, della Moto Morini Milano conosceremo anche prezzi e tempistiche. Nel frattempo, "annusatela" in foto. Scopri di più nel nostro video live dallo stand Moto Morini al salone di Eicma 2017. 


TAGS: bicilindrico moto morini moto morini 2017 anticipazioni eicma 2017 nuovi modelli eicma 2017 moto morini milano moto morini a eicma 2017