Pubblicato il 06/07/20

COLPO DI RENI Manca ancora un annuncio ufficiale, ma sembrerebbe essere bastato il colpo di reni nel Gran Premio inaugurale della stagione, per regalare a Valtteri Bottas la riconferma al volante della Mercedes anche nella prossima stagione. I vertici della casa di Stoccarda aspettavano una prova di forza da parte del trentenne finlandese, da sempre sulla graticola e sempre riconfermato con singoli contratti annuali da quando, nel 2017, ha preso il posto di Rosberg. Ma sarebbe proprio la solidità mostrata ieri da un Valtteri in modalità Nico a rivelarsi sufficiente per respingere non solo l’ipotesi del dream team con Hamilton e Vettel, ma anche la promozione del rampante George Russell dalla Williams…

F1 GP Austria 2020, Red Bull Ring: Valtteri Bottas è il leader del mondiale dopo il Gp Austria 2020

PARLA IL BOSS A spegnere le voci di mercato in casa Mercedes stavolta non ci ha pensato Toto Wolff, ma nientepopodimeno che Ola Kallenius, il grande capo della Daimler da pochi mesi subentrato a Dieter Zetsche al vertice dell’organigramma della Stella a tre punte. “Resteremo con i nostri due ragazzi – ha detto Kallenius intervistato da Sky Germaniae anche se posso capire che il pensiero di ingaggiare Vettel è entusiasmante per i tifosi, con Lewis e Valtteri abbiamo già due top driver che sono in grado di performare al più alto livello. Lo abbiamo visto in questo weekend, per cui resteremo con i piloti che abbiamo in questo momento”.

F1 Laureus Awards 2020: Il CEO di Daimler, Ola Kallenius, con Lewis Hamilton

PORTE CHIUSE Si tratta ovviamente di una dichiarazione di intenti abbastanza chiara, che dunque chiude la porta non soltanto a un Sebastian Vettel che al momento ha ben altri problemi oltre a quelli di mercato – dopo le critiche piovutegli addosso in seguito all’errore di guida in gara – ma anche e soprattutto a George Russell. Il talento inglese è stato protagonista di un weekend molto positivo, prima di essere lasciato a piedi dalla power unit Mercedes della sua Williams FW43. Potrebbe non bastare per impensierire Bottas in ottica 2021…


TAGS: mercedes formula 1 valtteri bottas f1 mercato piloti GP Austria 2020 AustrianGP 2020 Ola Kallenius