Autore:
Simone Valtieri

DUE OCCASIONI SPRECATE Nelle prime quattro gare di questo campionato del Mondo di Formula 1, Charles Leclerc ha avuto almeno in due chiare occasioni la possibilità di lottare per la vittoria, nel primo caso - in Bahrain - è stato tradito dalla macchina, nel secondo - a Baku - ha invece commesso un grave errore nelle qualifiche finendo a muro, e vanificando con la partenza in ottava posizione, le possibilità di combattere per il successo. Oggi a Barcellona, concessosi ai microfoni della stampa nel Motorhome Ferrari, il giovane pilota monegasco si è presentato carico e sereno.

NUOVO MOTORE E così, cercando di trovare del buono in questo difficile avvio stagionale, Leclerc ha ininziato a rispondere alla folla di giornalisti: "Aspetti positivi ce ne sono tanti, a partire dalle prestazioni pure della macchina, dobbiamo solo impararla un po' meglio in modo da farla performare sempre al massimo." - ha spiegato - "La Mercedes è forte, ma anche noi stiamo spingendo e qui porteremo un nuovo motore cercando di migliorare. La situazione non è come racconta la classifica, ma è vero che fin qui abbiamo anche commesso diversi errori, io personalmente ne ho fatti." La comprensione delle gomme è il tallone d'achille di questa Ferrari, e Charles crede che dipenda da diversi fattori: "Sia dal tipo di pista che dalle caratteristiche della macchina, per questo dico che dobbiamo capire ancora a fondo l'auto in modo da andare forte ovunque."

BAKU AMARA "Dobbiamo cercare di sfruttare al massimo il nostro potenziale" - prosegue Leclerc, che analizza poi la strategia Ferrari a Baku - "Non potevo arrivare alla fine con la Soft, la nostra speranza di rimontare poggiava sul fatto che prima o poi sarebbe dovuta uscire una Safety Car, ma non è accaduto. L'incidente? Certo che ho pensato di andare nella via di fuga, ma era troppo tardi. Quando si spinge c'è sempre il rischio di sbagliare e io ho spinto anche nel momento in cui non dovevo."

LA PERFORMANCE C'È  Dopo aver confermato di essere certo nelle possibilità della Ferrari di ribaltare il 4-0 sin qui incassato dalla Mercedes, Charles è tornato sulla sfida tra i due team: "Credo che siamo sempre stati vicini come prestazioni, Barcellona in genere si dice sia una pista che fa vedere le reali forze in campo, vedremo cosa racconterà. Noi non abbiamo avuto alcuna perdita di performance dai test a oggi, questo lo ripeto, siamo cresciuti ma anche gli altri lo hanno fatto." Infine un parere sul Gran Premio del Brasile, che dopo il 2020 - stando alle dichiarazioni del presidente Bolsonaro - lascerà Interlagos per disputarsi su un nuovo tracciato costruito a Rio e che recherà il nome di Ayrton Senna. "Sono felice quando sento parlare di nuove piste, anche perché si parte tutti alla pari su una pista che nessuno consosce."


TAGS: ferrari formula 1 Charles Leclerc leclerc f1 2019 SpanishGP 2019