Autore:
Matteo Larini

BOTTAS DA RECORD Valtteri Bottas, in questa stagione, sembra davvero essere un lontano parente del pilota ammirato lo scorso anno: un’ulteriore prova è stata la pole position conquistata oggi, in cui ha letteralmente annientato il compagno Hamilton, secondo ma ad oltre sei decimi dal finnico e molto più in difficoltà ad estrarre il pieno potenziale della sua W10, in particolare nel terzo settore. La Mercedes, con questa ennesima prima fila, ha davvero in mano la possibilità di scrivere ancora la storia domani se dovesse ottenere la quinta doppietta consecutiva in cinque appuntamenti iridati.

ADRENALINA La felicità di Valtteri, sia appena sceso dalla monoposto che in conferenza stampa al termine delle qualifiche, è stata davvero tangibile. Il finlandese non nasconde la sua soddisfazione: “Nel Q3 le sensazioni miglioravano costantemente, è stato piacevole fare questo giro… mi godo questa scossa di adrenalina che mi ha dato il mio tentativo. A rendere tutto più bello è il comportamento della macchina, quando l’auto fa tutto quello che le chiedi è davvero incredibile".  Bottas è conscio di essere davvero veloce in questa prima parte del campionato: "Iniziare così la stagione è fantastico, come team abbiamo fatto un gran lavoro anche a livello di assetto dopo le PL3 difficili, abbiamo messo insieme tutto e mi sento sempre meglio in macchina: non so cosa sia successo a Lewis, io ho fatto tutto alla perfezione”.

HAMILTON SECONDO Al di là dei problemi della Ferrari, il grande sconfitto (ancora una volta) in qualifica è stato Lewis Hamilton, autore di una prestazione decisamente insufficiente rispetto alle aspettative: “Innanzitutto devo dire che Valtteri ha fatto un gran weekend, io non ho messo insieme il giro, gli ultimi due tentativi non sono stati abbastanza forti, sono dovuto uscire prima per non trovarmi nel traffico, sono uscito prima di tutti e ho pasticciato parecchio, è raro ma succede. Il mio giro è stato discreto ma non è stato abbastanza, ma Valtteri ha fatto un lavoro super specie in Q3. Qui c’è un bel meteo, la prima fila è ottima per il team, vediamo di convertirla in una doppietta anche in gara”.

TEAM PERFETTO Il campione in carica ha anche elogiato la sua squadra, capace di trasformare una prestazione sottotono nei test in un dominio incredibile sia nelle prime quattro gare che nelle qualifiche sulla stessa pista dove si sono svolte le prove invernali: “Sono fiero del team, gli aggiornamenti ci hanno portato ad incrementare il vantaggio sulla Ferrari: guidare su questa pista è fantastico, anche rispetto ai test invernali ci siamo trasformati, ne siamo fieri. Valtteri, comunque, è stato più veloce di me e merita la pole”.


TAGS: ferrari mercedes spagna Hamilton bottas f1 2019 SpanishGP 2019