Autore:
Simone Valtieri

AHI AHI AHI! Non ci siamo. Le aspettative della vigilia del Gran Premio di Spagna per Sebastian Vettel e per la Ferrari erano tutt'altre, e sono andate sbriciolandosi sotto ai colpi delle Mercedes, trascinata da un Bottas in versione superlativa. Il problema della Ferrari è fin troppo evidente, e rischia di trascinarsi per tutto il campionato, vanificando i già pochi residui sogni di gloria: la Ferrari proprio non va su curve lente e di trazione, nell'ultimo settore Bottas e Hamilton hanno potenzialmente un vantaggio di 7-8 decimi sui ferraristi, e per un settore che si percorre in 26" circa è un'eternità.

NIENTE GRIP Nelle qualifiche odierne non c'è stata storia sin dalla Q1, con le Mercedes sempre davanti e un ritardo sempre crescente. I quasi 9 decimi finali sono una sentenza: "Va così così" - ammette Vettel sulla griglia di partenza, parlando a caldo con Jenson Button - "Il terzo settore è stato più di un tallone di Achille. Ho parlato con Valtteri, chiaramente è contento della macchina, specie nel settore per più complicato. Noi abbiamo estratto tutto il potenziale, credo. Nel primo settore, nel secondo tentativo, ho cercato di fare qualcosa di diverso ma non ha funzionato. Sono contento e non contento, se capite quello che voglio dire. La macchina non dà brutte sensazioni, ma evidentemente non siamo abbastanza veloci. Il bilanciamento lo abbiamo più o meno azzeccato, ma abbiamo ancora un po’ più di sottosterzo rispetto a loro. Ma nel complesso in quel tipo di curve manca il grip, e a noi manca tanto."

APPROCCIO GIUSTO Poco più tardi, in conferenza stampa, Vettel si è mostrato più possibilista per domani, confidando nel nuovo motore che sembra aver performato bene: "Sono felice della terza piazza, ci lascia delle opportunità per la gara. Tutto sembra funzionare, ma dal punto di vista del lavoro di squadra abbiamo provato varie direzioni, non siamo soddisfatti ma sono contento dell’approccio e dei rischi corsi, alla lunga sono sicuro che pagherà. Abbiamo un buon passo per domani, speriamo possa aiutare per le prossime settimane. Non ci aspettavamo questo divario, sembriamo perdere tantissimo nell’ultimo settore, è chiaro che nel primo siamo più veloci, ma nel terzo non ci sono rettilinei e le condizioni non sono state ideali per noi oggi, evidentemente".


TAGS: ferrari formula 1 vettel sebastian vettel f1 2019 SpanishGP 2019 GP Spagna 2019