Blocco diesel: la Corte Europea autorizza a fermare gli Euro 6
Blocco dei diesel

La Corte Europea autorizza il blocco dei diesel Euro 6


Avatar di Emanuele Colombo , il 14/12/18

2 anni fa - Blocco diesel: la Corte Europea autorizza a fermare gli Euro 6

Solo gli Euro 6d Temp si salvano: ora le città di Parigi, Bruxelles e Madrid potranno bandire le auto diesel Euro 6

Benvenuto nello Speciale BLOCCO DIESEL, composto da 41 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario BLOCCO DIESEL qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SCELTA DRACONIANA La circolazione delle auto diesel Euro 6 immatricolate prima del settembre 2018 potrà essere vietata nelle città di Bruxelles, Madrid e Parigi. È il risultato di una sentenza della Corte di Giustizia Europea, che sovverte l'indirizzo della UE verso un approccio più rilassato verso il contenimento delle emissioni.

SI SALVANO SOLO LE EURO 6D TEMP Sotto esame sono le emissioni di ossidi di azoto, i famosi NOx coinvolti nella formazione delle piogge acide. Da ora in poi le amministrazioni cittadine hanno il potere di bloccare l'accesso alle auto a gasolio che non soddisfano l'ultima omologazione Euro 6d Temp e in base a quanto stabilito dalla corte, per poter entrare in città i veicoli devono avere emissioni di NOx inferiori a 80 mg/km.

VEDI ANCHE



DIRITTO SANCITO In pratica, centinaia di migliaia di persone potrebbero ora vedersi vietato l'accesso a tre importanti capitali europee a bordo di automobili nuovissime, per le quali è lecito attendersi una repentina svalutazione. E non c'è nemmeno troppo da sperare che le amministrazioni di Parigi, Bruxelles e Madrid rinuncino a far valere il diritto acquisito, visto che la Corte Eropea era intervenuta proprio per rispondere a una denuncia sporta dalle stesse amministrazioni cittadine.

LIMITI VIOLATI Era accaduto, infatti, che con l'introduzione dello standard di emissioni Euro 6 nel 2007 fosse già fissato il limite di 80 mg/km nei test di laboratorio. Prima dell'adozione delle nuove provedure WLTP e Real Driving Emissions (RDE) nel 2017, però, l'Unione Europea aveva allentato le briglie tramite la Commissione, così che ai veicoli fossero consentite emissioni di NOx fino a 168 mg/km, ossia più del doppio di quanto previsto in origine.

LA CORTE CONTRO LA COMMISSIONE Le amministrazioni di Bruxelles, Madrid e Parigi hanno ritenuto che in questo modo le emissioni locali divenissero troppo elevate e la Corte ha dato forza a questa posizione, stabilendo che: “La Commissione non aveva il potere di emendare i limiti delle emissioni delle Euro 6 per i nuovi test Real Driving Emissions”.

E ORA CHE SUCCEDE? E se ora appare probabile che le tre capitali europee già menzionate portino avanti una messa al bando già proposta in precedenza, bisogna vedere se e quali altre città seguiranno il loro esempio. Intanto la Germania aveva già annunciato di voler vietare la vendita di tutte le auto a combustione interna entro il 2030: una data conflittuale con le indiscrezioni secondo cui Volkswagen conterebbe di lanciare nel 2026 l'ultima generazione di motori a combustione e di continuare a venderli fino al 2040 (qui la notizia).


Pubblicato da Emanuele Colombo, 14/12/2018
blocco diesel
Logo MotorBox