MAGLIA NERA Sotto la Mole e sotto la Madonnina l'aria è satura, e per le amministrazioni cittadine è tutta colpa sua, del ''cattivissimo'' gasolio. Torino si conferma la città più ostile al carburante diesel, e fino a lunedì 20 gennaio 2020, dopo che gli strumenti hanno nuovamente registrato livelli di micropolveri superiori alla soglia dei 50 μg al metro cubo (record di 20 giorni di fila), vieta ora la circolazione a tutti gli esemplari pre-Euro 6. Esatto, fermi anche i diesel Euro 5, e non più solo quelli immatricolati prima del 1° gennaio 2013. Chi ha acquistato un'auto 7 anni fa, non la può usare. Torino è un caso nazionale, ma nel Nord Italia il quadro non è molto più sereno. 

Milano, stop ai diesel Euro 4

LOMBARDIA Anche a Milano e provincia il Pm10 resta a livelli di guardia (8 giorni di fila di superamento limiti concentrazioni polveri sottili), il Comune anticipa perciò l'attivazione delle misure di emergenza di 2° livello: stop fino a diesel Euro 4 per automobili e veicoli commerciali dalle 8.30 alle 18.30 anche sabato, domenica e festivi. Dallo scorso 7 gennaio, a Milano hanno inoltre debuttato 20 nuove telecamere lungo i confini di Area B: entro l'anno entreranno in funzione tutti gli apparecchi di rilevazione degli accessi nei 187 varchi che compongono il perimetro della Ztl avviata lo scorso 25 febbraio per vietare l'ingresso ai veicoli più inquinanti fino al diesel Euro 4. Misure temporanee di 1° livello invece nei Comuni interessati in provincia di Monza (6 giorni consecutivi con valori di Pm10 sopra il limite) e di Cremona (4 giorni consecutivi). Il piano interessa come sempre sia il traffico veicolare, sia il riscaldamento domestico: limitazione all’uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 2 stelle compresa, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni.

PIEMONTE Torino, altri 11 comuni dell’area metropolitana, inoltre Alessandria e Novi Ligure: il blocco per i diesel Euro 5 diesel (e i veicoli a benzina Euro 1) oltrepassa anche le mura del capoluogo. Le limitazioni al traffico passano al protocollo più rigido (allerta viola) per la prima volta da quando è in vigore l'accordo interregionale. A Torino lo stop agli Euro 5 è ora in vigore dalle ore 7 alle ore 20, domenica inclusa, fino a lunedì 20 gennaio (salvo proroghe). Sia per le auto, sia per i veicoli commerciali della stessa classe di emissioni.

Torino, smog oltre i livelli di guardia

VENETO Nel Comune di Venezia da martedì 7 gennaio sono ancora in vigore le misure di limitazione alla circolazione veicolare di livello 1, quello di colore “arancio”. Stop tutti i giorni della settimana, compresi quindi sabato e domenica, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, per ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1, inoltre i diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4, e dei veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. Allerta arancione, oltre a Venezia, nelle città di Padova e Treviso.

EMILIA ROMAGNA Sale l'allerta smog anche in Emilia, misure emergenziali (fermi i diesel Euro 4) per contenere le polveri sottili prorogate fino a lunedì 20 gennaio compreso nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e Ravenna. Da domani venerdì 17 e sempre fino a lunedì 20, i blocchi scatteranno anche nell'area metropolitana di Bologna e nel Riminese.


TAGS: pm10 inquinamento diesel blocco diesel blocco diesel torino