Autore:
Lorenzo Centenari

SPREAD BTP-BUND Primo Paese in Europa a smascherare i trucchi delle Case, primo a dichiarare guerra alle auto a gasolio, primo infine anche nel proteggere la popolazione civile dai colpi di artiglieria pesante, cioè divieti più letali che granate. Nella campagna militare contro il diesel, la Germania è un passo avanti. Già, perché benché lassù l'ostilità sia assai maggiore, col fronte ambientalista a soffiare ogni giorno sul fuoco, il Governo ha pronto un piano di incentivi che alle nostre latitudini, per il momento, ce lo sogniamo. 

SOLDI, SOLDI, SOLDI Il sostegno pubblico è geolocalizzato (interessa le 14 città più inquinate, Berlino l'ultima ad aggiungersi all'elenco) e calibrato in base alla classe di inquinamento: 4.000 euro di ecobonus per chi compra un'auto nuova rottamando il proprio diesel Euro 4, mentre a chi possiede un'Euro 5 verrebbe offerta la chance di aggiornare i propri standard di emissioni attraverso interventi retrofit, principalmente l'aggiunta di un catalizzatore di ultima generazione. Come ricompensa per il disturbo, al proprietario andrebbero 5.000 euro.

REAZIONE A CATENA Tenetevi forte, perché a Nord dell'Arco Alpino non è solo la politica a promuovere il rinnovo del parco circolante con azioni concrete. Sono infatti i Costruttori stessi, a tentare di smuovere il mercato e a ingolosire il pubblico ad entrare in concessionaria. E benché il piano di Frau Merkel registri il consenso dei colossi locali (Gruppo Volkswagen, BMW e Mercedes sono favorevoli a introdurre incentivi alla rottamazione), spetta all'Alleanza Renault-Nissan il titolo di benefattore.

IL CASO RENAULT In cambio dell'acquisto di un veicolo a basse emissioni, il socio giapponese mette sul piatto 5.000 euro di bonus. Quanto a Renault, l'offerta ai possessori di auto diesel è di quelle che non si possono rifiutare: fino a 10.000 euro di contributo alla permuta di un diesel fino a Euro 5, e a qualunque categoria appartenga l'auto nuova. Ben si comprende allora come, di fronte a simili occasioni, anche la messa al bando di un'intera classe di veicoli riacquisti la propria ragion d'essere.


TAGS: dieselgate ecoincentivi stop diesel euro 3 blocco diesel stop diesel euro 4 blocco diesel germania