Prova
Toyota Verso 2013

Toyota Verso 2013

Trucco ammiccante, abitacolo super-pratico, guida onesta: ecco la Toyota Verso 2013, in arrivo ad aprile.

40 0
Pubblicato il 23/01/2013 ore 13:45

LILLIPUT Compatto è bello, se è monovolume ancora meglio. Almeno di questi tempi. In Giappone, dove sono abituati a convivere con spazi vitali striminziti, lo sanno bene e si producono in auto come la Toyota Verso 2013, che in 4 metri e spiccioli (4,46x1,79x1,62 m) condensa un'abitacolo tipo piazza d'armi.

KEEN Visto e considerato che spesso le matite di Toyota sono state tacciate di una certa impersonalità, dal Giappone hanno passato la palla al centro design ED2 di Sophia Antipolis, dalle parti di Nizza. Il risultato prende la sembianze del Keen Look: un frontale accigliato, in comune con la sorella Auris, capace di donare un pizzico di personalità in più all'insieme. La coda e le proporzioni, rimaste pressoché invariate, devono la scelta alla base meccanica, praticamente identica alla vecchia Verso.

LA CARICA DEI 470 Puntuale come un orologio svizzero, in conferenza arriva il dato sui nuovi componenti della Toyota Verso 2013: la conta si ferma a 470, dei quali il 70% visibili all'occhio del cliente. Il restante 30%, dicono i responsabili della Casa, è andato tutto a beneficio di insonorizzazione e piacere di guida. Perché sono state riviste le sospensioni,è  aumentata la rigidità del telaio e perfino rimaneggiata l'aerodinamica, per contenere i consumi e produrre meno dB in abitacolo.

MAGNIFICI 7 Il bello, comunque, sta tutto dentro: tanto per cominciare, tutte le Toyota Verso 2013 vendute in Italia avranno 7 posti di serie, con i due sedili di ultima fila che, alla bisogna, scompaiono nel pianale. Liberando un vano di carico perfettamente piatto, capace di contenere da 125 a ben 1.689 litri di bagagli. Alla prova dei fatti, inoltre, l'Easy Flat System si manovra con un dito e senza sforzi: così, cambiare configurazione per caricare gli amici del calcetto è un attimo.

SOTTO AL COFANO Pochissime nuove nel reparto motori: in attesa che l'accordo con BMW per la fornitura di 1.6 e 2.0 a gasolio produca i suoi frutti, la Toyota Verso 2013 è costretta ad avvalersi dei noti benzina Valvematic (1.6 e 1.8) e i due turbodiesel 2.2 D-CAT e 2.0 D-4D, da 150 e 124 cv. Nel Bel Paese la scelta ricadrà con tutta probabilità sul deisel più piccolino che, oltre a beneficiare di un nuovo turbo, è accreditato di 4,9 l/100 km in media, 129 g/km ed è disponibile con il solo cambio manuale. Il fratellone, invece, conterà su un più confortevole automatico, per consumi dichiarati pari a 6,4 l/100 km e 169 g/km.

POCHE IDEE MA CHIARISSIME Al momento, si sa che il lancio della Toyota Verso 2013 avverrà non prima di aprile, ad un prezzo di partenza (quindi con il cuore 1.6 a benzina da 132 cv e allestimento base) pari a 20.950 euro. Nei quali saranno comunque compresi 7 airbag, 7 posti, clima manuale, ESP, radio cd/mp3 e vetri elettrici anteriori. La Verso Active avrà in più i cerchi in lega da 16”, il clima automatico bizona, il sistema multimediale Toyota Touch&Go, la telecamera posteriore e 4 vetri elettrici mentre la Style si completerà con cerchi da 17”, tetto panoramico e sensori luce/pioggia.

POLIFEMO STYLE Il colpo d'occhio, una volta messe le terga sul sedile della Toyota Verso 2013, lascia un filo freddi. Prima di tutto per il design: la console centrale, con un'unica, grossa bocchetta dell'aria in cima, assomiglia al volto del gigante Polifemo mentre il resto della plancia pare un gigantesco monolite di plastica grigia e rigida. Gli assemblaggi, però, sono ok. Bene anche la pletora di vani portaoggetti, disseminati sul tunnel, davanti al passeggero anteriore (coperti) e portiere.

POSIZIONI Se qualche guidatore potrebbe lamentarsi di un piantone che non si muove molto in altezza e profondità, i passeggeri avranno un sorriso a 32 denti: in seconda fila la disponibilità di centimetri per ginocchia, testa e spalle è ottima, tanto che si sta quasi comodi anche in 3. Chi prende posto in piccionaia deve invece superare qualche difficoltà in più nell'accesso ma poi, tutto sommato, per brevi e medi tragitti sta più che bene.

W IL GASOLIO Oggetto del test-drive Toyota Verso 2013 è il 2 litri D-4D da 124 cv che dovrebbe fare la parte del leone in Italia. Un po' ruvido e rumoroso soprattutto a freddo, migliora con il passare dei km e si conferma pronto a rispondere già a dai 1.400 giri, pur senza mai offrire molto brio. Un solido appiglio a cui aggrapparsi in attesa di qualcosa di nuovo. Nessun problema, infine, sul fronte consumo: durante il test abbiamo visto percorrenze nell'ordine dei 5.6-5.8 l/100 km.

PUNTIGLIOSA Il lavorio dei tecnici sull'handling della Toyota Verso 2013 si sente tutto: precisa e quasi gnucca anche quando si alza il ritmo, la taratura delle sospensioni risponde educatamente anche sui dossi con un timbro sonoro morbido, pur irrigidendosi fastidiosamente in presenza di crateri stile Etna. Glielo perdoniamo. Un plauso al retrotreno, saldo come una roccia anche quando ci si trova nei guai. Sempre turistico lo sterzo, un po' vuoto al centro ma consistente e tutto sommato preciso, così come il cambio.

NVH Se il D4-D lascia sempre trapelare un ticchettio di fondo, i fruscii disturbano poco i timpani, così come il rotolamento degli pneumatici, sempre contenuto. Il merito va, oltre alla miglior insonorizzazione di tutto il corpo vettura, anche alla riprofilatura degli specchi retrovisori e al nuovo design frontale. Oltre ad un sottoscocca quasi interamente rivestito di pannelli in plastica.


TAGS: toyota prova 2013 verso Tutte le prove auto del 2013

Prova
Toyota Verso MY 2014 1.6 D-4D

Arriva un 1.6 D-4D realizzato in collaborazione con BMW

28 0
Anteprima
Toyota Corolla 2014
Toyota Corolla 2014

Nuove immagini della tre volumi, attesa anche in Europa

1 44 0
Anteprima
Toyota Camatte57s
Toyota Camatte57s

Molto più di un'auto giocattolo

5 0
Back To Top