Prova

Nissan Juke 1.5 dCi 2013


Avatar di Andrea  Rapelli , il 03/07/13

8 anni fa - Più verve, meno consumi

La Nissan Juke 1.5 dCi 2013 si aggiorna nel cuore per restare al passo con i tempi. Grazie a modifiche mirate ma succose, la mini suv jap è un filo più brillante ma sempre parca.

Benvenuto nello Speciale DODICI PICCOLI SUV, composto da 20 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario DODICI PICCOLI SUV qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SQUADRA CHE VINCE... Si cambia. Per dare un colpo di spazzola ai primi capelli bianchi, la Nissan Juke 1.5 dCi 2013 conquista un cuore rivisto e aggiornato. Che non muta, però, nei connotati salienti: diciamo che si affina.

MODIFICHINE Non che fosse un motore vecchio, anzi: da sempre, l'1.5 dCi 110 cv si è distinto per fruibilità e rotondità di funzionamento. Oggi, però, beneficia di alcuni trucchetti per restare al passo con le avversarie. Si tratta, nella fattispecie, di un inedito turbo a geometria variabile, collettore di aspirazione ridisegnatoiniettori piezoelettrici a 7 fori (per ridurre la quantità di gasolio incombusto) e circuito EGR riprogettato. A completare il quadro ci sono pompa olio a portata variabile, rivestimento Diamond Like Carbon per i bicchierini delle valvole, come in F1, e rapporti del cambio rivisti: se prima e seconda si accorciano leggermente, le altre si allungano un pelo.

VEDI ANCHE



SU STRADA Tutto ciò, nel traffico di tutti i giorni, si traduce in un bell'andare: la Nissan Juke 1.5 dCi 2013 dispensa gran brio già a partire da quota 1.500 giri, mentre è quando l'ago del contagiri transita intorno ai 3.500 circa che la spinta comincia ad affievolirsi. La coppia sale da 240 a 260 nm e le prestazioni rimangono quelle di sempre. Ma il piede destro percepisce comunque un gradevole cambiamento. Provate a lamentarvi... Bene anche l'isolamento dalle vibrazioni, lo stop&start (più veloce) e la voce caratteristica del dCi, presente in abitacolo ma non troppo.

PICCOLE DUREZZE Il lavoro sui rapporti del cambio a 6 marce? Facile sentire la differenza solo se guidate da tempo una Juke. La frizione, però, è pesantuccia: nei continui stop&go cittadini il polpaccio sinistro soffre. Così come il fondoschiena: con i cerchi diamantati che vedete in gallery, passando su pavé e asperità si sobbalza che nemmeno sulla Juke Nismo.

NESSUN EXTRA Quando le curve si distendono un po', in effetti, le sospensioni sul rigido andante della Nissan Juke 1.5 dCI 2013 cominciano ad acquistare più senso e le traiettorie si fanno più precise, con una buona dose di divertimento. Senza soffrire troppo al momento del pieno: i 4,2 l/100 km dichiarati dalla Nissan (rispetto ai 4,8 del passato) paiono a portata di piede. Con prestazioni invariate, così come i prezzi.


Pubblicato da Andrea Rapelli, 03/07/2013
Gallery
Dodici piccoli Suv
Logo MotorBox