Prova

Renault Captur 1.5 dCi 90 cv EDC


Avatar di Luca Cereda , il 16/08/14

7 anni fa - La Captur col ritmo da città

Motore diesel e cambio automatico? Sulla Caprtur adesso si può. Abbiamo fatto un breve test nella trafficata Milano: ecco come va la Renault Captur 1.5 dCi 90 cv EDC

Benvenuto nello Speciale SUV ECONOMICI SOTTO I 20.000 EURO, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SUV ECONOMICI SOTTO I 20.000 EURO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

RENAULT LI FA E POI LI ACCOPPIA In Italia quasi due auto su tre sono vendute a gasolio. Qualcuna di più se parliamo specificatamente della Renault Captur, tra i best seller del rampante segmento crossover (+13%): ben l’81% dei clienti che l’hanno ordinata - dice la Régie - predilige la pompa nera. L’unico limite, fino a qualche tempo fa, era che la scelta obbligava a smanettare nel traffico con il pur buono cambio manuale a 5 marce, in assenza un’opzione automatica. La lacuna è stata prontamente colmata dalla Renault Captur 1.5 dCi 90 EDC, che a un delta-prezzo di 1.600 euro toglie il pensiero della scalata e tiene a riposo il piede sinistro con l’innesto del doppia frizione a 6 rapporti.

ZIP COLLECTION Un binomio, quello tra motore diesel e cambio automatico, auspicato soprattutto da chi vive in città e usa la Captur come una tuttofare: muletto da casa-ufficio fino al venerdì e, a baule pieno (da 377 a 455 litri, fino a 1.235 quando si viaggia in due) compagna di avventure nel weekend. La Renault Captur 1.5 dCi 90 EDC aggiunge una dose di versatilità ad un progetto che, di suo, soddisfa utenze trasversali e non trascura la praticità. Gli interni ne sono un esempio, pieni di vani dove riporre il cellulare, bottiglie e quant’altro, cui si aggiunge un profondo cassettone estraibile da 11 litri sul lato del passeggero. Stessa vocazione anche per i rivestimenti dei sedili con la zip, facilmente estraibile quando scocca il loro turno in lavatrice, ma che Renault ha trasformato in un accessorio da indossare varando una vera e propria linea di rivestimenti (8 versioni) di stampo modaiolo.

VEDI ANCHE



ON THE TOP Sulla Renault Captur, che sia automatica oppure no, ci si cala in un ambiente di guida confortevole, dove la seduta ha l’impostazione alta e vigile sulla strada tipica dei suv ma non costringe gli amanti della guida sportiva a trasformarsi negli autisti di uno scuolabus. La Renault Captur 1.5 dCi 90 EDC, poi, nasce in allestimento Energy R-Link, quello top, con lo schermo da 7’’ integrato al totem centrale di serie. Il che significa poter contare su un sistema di navigazione TomTom LIVE per arrivare a destinazione – a dire il vero non rapidissimo nell’adattare la grafica al percorso, soprattutto se articolato come quello della nostra prova in piena Milano – su una connettività completa (Mp3, Bluetooth, AUX-IN) e su un sistema multimediale in grado di dialogare con gli smartphone (android o iOS).

NELLO STRETTO Veniamo al dunque. Il 1.5 dCi da 90 cv era già un buon partner per la Captur anche col cambio manuale a cinque marce (per quanto una sesta ci sarebbe stata tutta permettendo di limare ancora un po’ i consumi), con il doppia frizione EDC fa un perfetto gioco di squadra per chi cerca una Captur pronta ai bassi da guidare senza stress dove le praterie per galoppare sono un miraggio e ci si muove in spazi stretti, ai quali la crossoverina francese si adegua con soli 6 cm di ingombro in lunghezza in più rispetto a una Clio e un diametro di sterzata tra marciapiedi di 10,8 metri.

RITMO URBANO Il galoppo non è specialità di questo millecinque, che tende ad assopirsi abbastanza presto, ma lo spunto ai bassi e una certa elasticità ai medi – fondamentali nella vita urbana – certamente sì. E per questo funziona il nuovo matrimonio con l’EDC, capace di assecondare intuitivamente i vostri pensieri finché a velocità medio-basse, un filo meno se c’è da affrontare il misto veloce. Non è uno dei doppia-frizione più rapidi che abbia provato ma in città funziona, ed è certamente una comodità: senza pause di riflessione e con innesti sempre dolci, aiuta a digerire le code e ad arrivare più freschi alla meta. E se proprio volete, si guida lascia guidare bene anche modalità manuale, dove gli innesti sono rapidi. Le prestazioni della Renault Captur 1.5 dCi 90 EDC? Da 0 a 100 km/h in 13,5” e consumi dichiarati di 4,6 l/100 km nel ciclo urbano e 3,9 l/100 km nel misto. 


Pubblicato da Luca Cereda, 16/08/2014
Gallery
suv economici sotto i 20.000 euro
Logo MotorBox