E SE ALONSO TORNASSE? In coda alla conferenza stampa di fine gara riservata ai tre piloti che hanno terminato sul podio il Gran Premio d'Ungheria, Max Verstappen, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel si sono resi protagonisti di un siparietto divertente ma anche dai toni polemici, quando il collega ungherese Daniel Horváth ha chiesto loro se sarebbero stati contenti di veder tornare in Formula 1 un personaggio importante, ma anche scomodo, come Fernando Alonso. Vi riportiamo l'esatta trascrizione del divertentissimo botta e risposta tra i tre, con i toni molto polemici di Vettel, e le battute di tre piloti calatisi per qualche minuto nel ruolo di cabarettisti (peraltro riusciti!).

TWEET GALEOTTO Tutto è nato da un tweet dello spagnolo che ha fatto i complimenti a Verstappen e Hamilton per la bella prestazione, dopo aver peraltro twittato in giornata anche sulla MotoGP (vittoria di Marquez a Brno) e sul WRC (vittoria di Tanak), indizi che ci fanno immaginare una domenica di completo relax per Fernando Alonso, impegnato a veder correre altri piloti. Nel testo Fernando scrive: "Bravi Lewis e Max! Avete spinto 70 giri al massimo! Più di un minuto al terzo, circa un giro e mezzo dal quinto in giù, entrambi fatti impressionanti. Grazie per lo spettacolo."

DOMANDA: "Lewis e Max, Fernando Alonso vi ha fatto i complimenti sui sociale media, sembra gli sia piaciuta la vostra prestazione e la vostra battaglia. Vi piacerebbe vederlo di nuovo in Formula 1 e gareggiare contro di lui?"
LH: "Bene, per prima cosa dico che è molto bello che lui sia così di supporto... Stavo proprio poco fa guardando alcune delle partenze delle gare passate (sui monitor) e lo vedevo nei suoi giorni in Renault ricordando di quando, proprio poco prima che debuttassi in Formula 1, ammiravo quelle gesta. Non so quanti anni abbia Fernando ma è sempre e comunque un grande pilota. Se dovesse trovare un buon sedile sarebbe sempre il benvenuto qui per battagliare con noi. Non mi farebbe una grande differenza, veramente, perché sono qui per combattere con chiunque ci sia."
MV: "Sì, penso che sia un peccato che non abbia mai avuto l'opportunità di combattere in pista con lui, per cui sì..."
LH: "Potrebbe essere un buon compagno di squadra per te!"
MV: "Fernando? Beh, tu hai avuto questa esperienza con lui, io no, bene..."
SV: "Potrebbe essere tuo padre!"
MV: "Sì, potrebbe, lo so... un papà giovane. Quanti anni ha? 36? 38? Ok, beh... a 17 è possibile essere papà"
SV: "Parli per esperienza?"
MV: "Ahah, non lo so, veramente non lo so!"
LH: "Quanti anni hai?"
MV: "21! Molti anni, un sacco di anni..."
LH: "Amico, sono contento di essere in questa stanza (nella sala conferenze) perché non sono il più vecchio..."
MV: "34?"
LH: "34 sì, quasi 35"
SV: "Te lo dico, il giorno che sarai battuto da qualcuno nato dal 2000 in avanti, sapremo che è tempo..."
MV: "Io non sono così giovane"

DOMANDA: "Sebastian vuoi dare un pensiero finale anche tu su Fernando? Ti piacerebbe vederlo di nuovo qui?"
SV: "Non mi interessa. Non so perché... ma non penso che gli sia mai piaciuto. Non credo che noi abbiamo mai avuto... non mi interessa di lui. Lo rispetto per quello che ha vinto e per quello che può fare in pista ma... non lo so. Scommetto che si sta annoiando se ha tempo di scrivere queste cose, per cui che torni pure qui, non mi interessa."
MV: "Forse come social media manager! Con me è sempre stato molto caro e gentile. Sono contento che anche ora sti guardando a altre opportunità di gareggiare. Semplicemente ama correre e vuole vincere, vuole essere competitivo. È bello da vedere."
LH: "Lo sport ha bisogno dei piloti migliori sui sedili migliori e se ci fosse un'ultima sedia disponibile che fosse buona abbastanza per dargli la possibilità di lottare per la vittoria, e lui è abbastanza bravo per vincere, allora non sarebbe così male (se tornasse)"
MV: "Forse potrebbe parlare con Toto..."
LH: "Valtteri è grande, Valtteri sta vincendo. Tu sei quello con il sedile libero in squadra, voglio dire..."
MV: "Non ho detto questo"
SV: "Non ne sono sicuro..."


TAGS: formula 1 fernando alonso sebastian vettel lewis hamilton max verstappen f1 2019 HungarianGP 2019 GP Ungheria 2019