LIBERE DIFFICILI Una giornata di difficile comprensione per chiunque quella andata in scena oggi all'Hungaroring, dove si sono viste una sessione di prove libere 1 del Gran Premio d'Ungheria con temperature accettabili  e molto equilibrio al vertice, e un'ora e mezza di prove libere 2 vessate dalla pioggia. Per questo i team non hanno potuto fare prove di passo gara esaustive, limitandosi a testare gli assetti da bagnato. Alla fine Leclerc ha chiuso in settima piazza e Vettel in tredicesima con distacchi ingenti incassati da Pierre Gasly, che ha dimostrato invece le potenzialità Red Bull (2° con Verstappen) su pista bagnata.

MEGLIO L'ASCIUTTO Sull'asfalto prevalentemente asciutto del mattino invece Sebastian Vettel aveva mostrato una buona attitudine, piazzando la sua Ferrari in terza posizione un millesimo dalla Red Bull di Max Verstappen e a circa un decimo e mezzo dalla Mercedes di Lewis Hamilton. Charles Leclerc invece non è riuscito a completare un solo giro buono, mostrando potenzialità simili a quelle del compagno, ma che sono rimaste inespresse e gli sono valse un insoddifsacente sesto tempo a circa un secondo dal leader.

SEB OTTIMISTA I due piloti della Ferrari hanno rilasciato le proprie fugaci impressioni parlando nel retrobox del team, a cominciare da Sebastian Vettel: "Questa mattina nella prima sessione non è andata male. Sono sicuro che c’è la possibilità di migliorare parecchio perché non credo di essere riuscito ad estrarre tutto il potenziale dalla vettura nel mio giro più veloce" - ha spiegato Seb - "In effetti più che un tempo buono stavo cercando sensazioni buone, per cui sono ottimista che si possa crescere. Detto questo, per capire i reali valori in campo sarà necessario attendere domani, sappiamo che abbiamo parecchio lavoro da fare ancora. Sul pomeriggio non c’è molto da dire, anche se pure da sessioni come la seconda di oggi c’è qualcosa da imparare: per esempio ho avuto la possibilità di percorrere altri giri con le gomme intermedie dopo quelli fatti a Hockenheim e questo è stato utile per me. Per quanto riguarda gli aggiornamenti aerodinamici è difficile dare un giudizio complessivo, però credo di poter dire che si siano comportati come ci aspettavamo."

AGGIORNAMENTI OK Charles Leclerc ha invece trovato maggiori difficoltà a esprimersi rispetto al compagno: "Non è stata una giornata facile perché ci siamo dovuti confrontare con condizioni di pista mutevoli: la prima sessione è stata relativamente asciutta, mentre nella seconda abbiamo dovuto girare in configurazione da bagnato e con gomme intermedie. Nel complesso ho faticato abbastanza nella ricerca del bilanciamento più corretto per le mie esigenze e credo che ci sia ancora molto da fare in vista delle qualifiche anche se sul bagnato credo di essere stato più competitivo. Stiamo a vedere in quali condizioni sarà la pista in occasione della qualifica. Guardando agli aspetti positivi di giornata devo dire che le componenti che abbiamo provato oggi hanno tutte funzionato nella maniera in cui ci aspettavamo e quindi possiamo essere soddisfatti."


TAGS: ferrari formula 1 hungaroring sebastian vettel Charles Leclerc f1 2019 HungarianGP 2019 GP Ungheria 2019