MERCEDES C'È Nonostante il fattore Verstappen, che ha elevato la Red Bull fino a spremere ogni millesimo dalla sua auto per realizzare un incredibile pole record della pista dell'Hungaroring, la Mercedes c'è, è competitiva e domani potrà dire la sua per la vittoria del Gran Premio d'Ungheria, e con entrambi i piloti. È stato infatti Valtteri Bottas oggi a rischiare di scippare la pole position a Super Max, restando nel suo scarico per appena 18 millesimi, contro un Hamilton che - complice una sbavatura nel primo settore, non ha fatto meglio della terza piazza.

UN OCCHIO A MAX, UNO ALLE FERRARI Entrambi i piloti del team Mercedes nutrono però aspettative nel Gran Premio di domani, nonostante la costanza, la regolarità e, soprattutto, la velocità di Max Verstappen abbiano letteralmente impressionato. Basti pensare che con la stessa vettura il suo compagno Gasly è finito sesto a nove decimi, dietro anche alle due Ferrari di Leclerc e Vettel, dalle quali Hamilton domani si dovrà guardare in partenza vista la proverbiale potenza del motore di Maranello. Appena scesi dalle vetture, entrambi i piloti si sono recati alle interviste, rilasciando le loro prime dichiarazioni a caldo ai microfoni di Paul Di Resta.

VALTTERI SODDISFATTO "La macchina si è evoluta in questo weekend" - ha spiegato il finlandese Valtteri Bottas, che ha rischiato di beffare Verstappen arrivandogli a un soffio - "Dopo essermi perso nelle PL1 ho girato poco nelle PL2, trovando il ritmo soltanto stamattina. Sono andato molto bene in questa qualifica, arrivando molto vicino a Max dopo tutto il weekend a inseguire, quindi è andata bene. Sono soddisfatto, ma noi siamo qui per vincere, anche se Max avrà tanto sostegno e questo potrebbe fare la differenza".

LEWIS DELUSO Non dello stesso umore Lewis Hamilton, che ha lanciato il guanto di sfida a Verstappen e al compagno per la gara di domani: "Naturalmente il mio obiettivo è sempre il primo posto, ma Max e Valtteri hanno fatto un grande lavoro. Io ho perso un po' il feeling nel corso delle qualifiche, comunque la mia è una buona posizione per lottare per la vittoria, domani spingeremo al massimo, sono sempre pronto a qualsiasi lotta. Al via c'è molta strada da fare fino a curva 1, non è un circuito facile dove superare, sarà interessante, ma la strategia avrà un ruolo importante. Speriamo di dare del filo da torcere a chi ci sta davanti."


TAGS: mercedes formula 1 valtteri bottas lewis hamilton f1 2019 HungarianGP 2019 GP Ungheria 2019