Autore:
Paolo Sardi

A MACCHIA D'OLIO Non paga di essersi ritagliata uno spazio di mercato molto importante, Sym si sta preparando a un ulteriore salto di qualità, che la porterà a debuttare in segmenti sinora inesplorati. Sto parlando di quelli delle moto di piccola cilindrata e dei maxiscooter sportvi: nel primo caso l'offensiva sarà portata con la SB300 Cafè Racer Abs , che sfila all'Eicma in veste definitiva, mentre nel secondo i tempi si annunciano più lunghi, dato che la kermesse milanese terrà a battesimo il Sym Maxsym 500 in veste ancora di prototipo. Per lui l'ingresso in listino non avverrà nel 2016 ma, più probabilmente, nel 2017.

SOTTO LA LENTE In quest'ottica temporale, è normale che le informazioni tecniche disponibili siano ancora poche e non resta quindi che passare sotto la lente d'ingrandimento le immagini, alla scoperta di qualche cosa. Sul taccuino finiscono dunque annotati i fari e gli indicatori di direzione a Led, la forcella a steli rovesciati e le pinze freno anteriori ad attacco radiale, pronte a mordere i due dischi a margherita, oltre alla strumentazione con tachimetro e contagiri analogici, separati da un display multifunzione. C'è altro? Sì: il comando per le manopole riscaldate sul blocchetto sinistro. Per il resto non rimane che aspettare.


TAGS: scooter concept bike concept Eicma 2015 Sym Maxsym 500 maxiscooter