PRONOSTICO RISPETTATO Lewis Hamilton conquista in scioltezza la pole position del Gran Premio di Abu Dhabi, l'ultimo appuntamento della stagione di Formula 1 2019. La notizia è che quest'anno, come è sempre accaduto dal 2014 in avanti - ossia nell'era Power Unit - non c'è doppietta Mercedes, ma questo lo si sapeva già alla vigilia, visto che con la sostituzione del motore dopo i problemi di Interlagos e delle PL3 di stamattina, Valtteri Bottas nelle retrovie. Il pilota finlandese ha comunque stabilito il 2° miglior tempo, continuando perciò virtualmente la serie di prime file delle Frecce d'Argento.

DIGIUNO INTERROTTO Per Lewis Hamilton si tratta della 88° pole position in carriera, la quinta di quest'anno dopo quelle raccolte a Melbourne, Monaco, Le Castellet e Hockenheim. Erano infatti ben quattro mesi che il britannico non conquistava il diritto di partire davanti a tutti, e nove gare che non accadeva. Presentatosi ai microfoni di Paul Di Resta nell'immediato dopo qualifiche, il campione britannico ha esordito elogiando il suo team: "Ci ho messo davvero tanto a tornare in pole, ma abbiamo tenuto la testa bassa e continuato a lavorare. I ragazzi hanno fatto un grandissimo lavoro, ieri avevamo avuto alti e bassi, ho dovuto ricompormi per tornare concentrato, ma grazie al grande lavoro degli ingegneri siamo riusciti a prendere la pole."

MACCHINA SPECIALE Domani Lewis scatterà con al fianco la Red Bull di Max Verstappen e alle spalle, in terza piazza, la Ferrari di Charles Leclerc, che ha preso bandiera a scacchi: "Non molliamo mai, sappiamo che c'è sempre margine" - ha proseguito Hamilton - "C'è stata tantissima crescita per tutta la stagione, da parte di tante persone, e posso parlare anche per me stesso. Sono cresciuto anche io e nelle ultime gare per noi piloti abbiamo cercato sempre il limite. Abbiamo avuto per tutta la stagione una macchina speciale, questa è l'ultima volta che ci qualifichiamo con lei, sono orgoglioso". L'ultimo commento di Lewis è per Max, il suo compagno di prima fila: "Stavolta parto davanti io però (rispetto al Brasile), Max continua a guidare bene, non vedo l'ora di combattere ancora con lui."

PODIO POSSIBILE Anche Valtteri Bottas può essere soddisfatto delle sue qualifiche, soprattutto a fronte dei tanti problemi, anche extra sportivi, che sta affrontando. "Possiamo dire che è stata una giornata positiva" - ha infatti spiegato il finlandese - "Ieri avevamo un buon passo gara, oggi non avevo le stesse sensazioni in macchina, faticavo e scivolavo, ma Lewis è migliorato molto da ieri, ha fatto dei buoni giri oggi e ha meritato la pole. Domani partirò dall'ultimo posto per penalità, però dovremmo trovare un bello spirito combattivo. Credo comunque nel podio, tutto è possibile, abbiamo una buona macchiana e domenica va ancora meglio del sabato di solito."


TAGS: mercedes formula 1 Hamilton bottas f1 2019 AbuDhabiGP 2019 GP Abu Dhabi 2019